Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

PAUL CUVELIER, CORENTIN E L’EROS (prima parte)

Cokim1 Commentando le valutazioni impietose e ingiuste fatte a suo tempo su parte dell’opera dello scomparso Paul Gillon, i fumettisti Nestore del Boccio e Max, che forse vorrà uscire per un attimo dall’anonimato, non so, facevano delle osservazioni che ci rimandano all’opera, altrettanto bistrattata di un altro grande del Fumetto francofono, il belga Paul Cuvelier (22 novembre 1923 – 5 luglio 1978).

Parliamone, sperando di allargare lo spettro del ragionamento.

Intanto, una premessa.
Cuvelier è conosciuto dai lettori italiani ora quaranta-cinquantenni soprattutto per la serie a fumetti pubblicata alla fine del decennio Sessanta sul Corriere dei Piccoli formato tabloid: Corentin (sopra una vignetta e sotto una tavola, preceduta da un disegno autografo del personaggio, le cui gesta erano ambientate in un affascinante scenario “forestale” più debitore di Kipling che delle gesta di Tarzan e dei suoi vari emuli).

Corentin3

Corentin_a2
Goddin2 Nelle pubblicazioni per ragazzi italiane si sarebbero ptrese quasi subito le tracce di questo pittore e scultore che si era “piegato” all’arte non troppo amata del Fumetto per ragioni alimentari, poiché la sua arte figurativa, guarda un po’, non aveva raccolto i favori della critica e, soprattutto, non aveva significativi acquirenti.

Sigh.

Il suo incontro più significativo (dal nostro punto vista) avviene nel 1945 con Hergé, il papà di Tintin.
Cuvelier gli mostra una cartella piena di acquetrelli che prefigurano, come scenario, quello che sarebbe stato l’ambiente del futuro Corentin. Scorrendo velocemente la pagina della Seconda Parte di questo pezzo col mouse (o con i polpastrelli, dipende dai vostri compu), in basso potete vedere un paio di queste illustrazioni “libere”, prima dell’ultima sventagliata di dipinti erotici.

Per farla breve, Hergé apprezza molto queste illustrazioni e integra Cuvelier nello staff della rivista Tintin, dove tra gli altri lavora anche Edgar Pierre Jacobs.

Sotto, un bel regalo. Due affascinanti tavole di Corentin Feldoe così come le pubblicava la rivista di Hergé. Con il solito CLIC forsennato sopra si possono ingrandire e financo leggere, parbleu.

Nouvelles_aventures_de_corentin_a

Nouvelles_aventures_de_corentin_b

L’arte di Cuvelier su Corentin si può ammirare anche meglio osservando questa rara tavola originale, che per essere meglio lavorata è divisa in tre strisce, quindi assemblata e data al fotolitista dopo il necessario passaggio in redazione per l’editing.

Originale di Cuvelierjpg

Poi, nei primissimi anni Settanta, grazie all’Enciclopedia del Fumetto di Gaetano Strazzulla e associati, pubblicata dalla Sansoni di Firenze, è stato possibile conoscere anche da noi un aspetto inedito della produzione di Cuvelier: il fumetto erotico di ambiente mitologico Epoxy.

Epoxy_centre

Alla libreria MelBooks di Roma, non lontano da Piazza Esedra, giusto ieri ho visto nel reparto sotterraneo, nella sezione dedicata ai comics, i quattro volumi rilegati di quest’opera (che usciva a fascicoli in edicola), ancora disponibili e a buon prezzo. Se qualcuno vuole approfittarne, vi trava anche l’Epoxy di Cuvelier, nella sezione Il Fumetto erotico.

Per leggere (e vedere) la seconda parte dell’articoletto, quello più hard, bisogna attendere qualche ora.

I commenti sotto sono assai interessanti, li consiglio!
La copertina di Tintin realizzata da Cuvelier nel 1950 che, secondo gcm dovrebbe essere usata come esempio didattico, penso proprio che sia quella riprodotta sotto, datata 9 febbraio (di quell’anno).

Indiani

L’amico Corrierino fa giustamente notare come un altro personaggio di Cuvelier sia stato importante per i lettori italiani. E’ Line, o meglòio la nostra Anna. della quale, nel suo sito, appunto Corrierino ha proposto due episodi completi:

La grotta del fantasma http://goo.gl/csu6O
Il segreto del bucaniere http://goo.gl/a6pGG

Anna uno

Chissà se ribattezzandola così i redattori del Corriere dei Piccoli volevano “confondere le idee” ai lettori facendo creder loro che fosse lo stesso personaggio proposto in precedenza da Hugo Pratt in Anna nella giungla (Ann y Dan)…

Anna 1968

Bucanierejpg

ALCUNI LINK CORRELATI
PAUL CUVELIER, CORENTIN E L’EROS (seconda parte)

PRAVDA E FRANÇOISE HARDY, DI GUY PEELLAERT

PAUL GILLON, ADIEU!

CLAUDE MOLITERNI SE N’È ANDATO

QUANDO GEORGES PICHARD NON ERA ANCORA GEORGES PICHARD

GEORGES PICHARD, SOLO PER “ADULTI MATURI”

L’INTEGRALE DI MICHEL VAILLANT, di Andrea Sani

L’INTEGRALE N. 6 DELLE AVVENTURE DI MICHEL VAILLANT, di Andrea Sani

DANIEL PENNAC, LUCKY LUKE, MICHEL VAILLANT E LA NONA ARTE