Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

PEROGATT E SERGIO TOPPI, INDUBBIAMENTE!

Peroni Acchiappaleoni resto

Certo, Fabrizio Mazzotta e Umberto Randoli hanno indovinato il “quiz simbolico” di questo post. Una volta tanto ne confermo piuttosto tempestivamente l’avvenuta soluzione, giunta in tempo record, ma c’era da aspettarselo.

La tavola della breve storia Acchiappaleoni, realizzata da Carlo Peroni durante il suo “periodo romano”, è firmata Perogatt ’58, come si vede nella terza di queste vignette…

1 Flippo-Perogatt
Era un periodo nel quale il Maestro milanese si cimentava, in via sperimentale, con stili piuttosto differenti fra loro. Dello stesso periodo è anche la tavola autoconclusiva del barbone Flippo, comparsa più volte, sino alla fine degli anni Ottanta (in parte anche all’insaputa del suo stesso autore) su pubblicazioni diverse, gestite dall’Agenzia Studio Rosi, di Sergio Rosi.

Una di queste pubblicazioni era il giornale La Settimana dei Piccoli (1959), che aveva come modello il Corriere dei Piccoli (non era la sola!) e tra le altre presentava anche le firme di Gibba, Paolo di Girolamo (Padigì), Iocca e dello stesso Rosi. Un gruppo di disegnatori umoristici dell’area romana che avevano come interesse comune anche il cinema di animazione; non escludo che qualcuno di loro avesse collaborato con Gibba ai suoi cortometraggi, come sicuramente aveva fatto Riccardo Benelli (che si firmava anche Ribenelli, uno dei grafici all’opera presso lo studio di Massimo Liorni).

Con Flippo, Perogatt assume già la firma di tipo iconico che negli anni seguenti lo avrebbe contraddistinto.

62 -Toppi CdP 2

Toppi era l’autore della bambina con il mappamondo: il suo primo disegno per il Corriere dei Piccoli. Questo sopra è probabilmente il secondo, e il primo a portare la sua firma.
Anno 1961.
Poiché entrambi gli artisti amano i gatti (Perogatt è notorio), in loro onore posto il video qua sotto, al momento forse il meno peggio fra tutti quelli felini che infestano il web.

Per “rifarsi l’orecchio” è molto meglio un gattone jazz, il leggendario Fats Domino, in uno dei suoi video più divertenti.
Qui, la versione animata di Fats Domino, con i suoi gatti del vicolo.

Fats animato