Successivo » « Precedente

SERGIO BONELLI, GINO GAVIOLI, SERGIO TOPPI E PEROGATT, DA CARTOOMICS

Peroni Acchiappaleoni titolo

Il disegnatore dell'Acchiappaleoni di questa storiella non risulterà immediatamente riconoscibile a tutti. Eppure, è uno dei tre indicati nel titolo di questo post. Così disegnava nel lontano 1958. Non è difficile indovinare, andiamo!

Presente al secondo giorno di Cartoomics 2010, con gli altri due Maestri, ci riportano le cròniche che abbia visitato anche lo Spazio Fondazione Franco Fossati, oltre ad aver...
Basta, vi sto aiutando troppo!
Sotto compariranno fra qualche tempo (ore? Giorni?) le prove della sua identità.

Vignetta ragazzina

A chi, degli altri due, invece, corrisponde la vignetta con questa ragazzina pensosa che osserva il mappamondo?
Questo disegno risale all'inizio degli anni Sessanta, periodo nel quale almeno un paio degli autori indicati nel titolo erano attivi sul Corriere dei Piccoli, mentre un altro... lavorava sul Giornalino. E sarebbe approdato in seguito sul settimanale per ragazzi del Corriere della Sera.

Gino_gavioli Nello spazio della Fondazione Fossati, si diceva, oggi sono stati ospiti i soliti cari vecchi amici (Sergio Toppi, che ha fatto disegni ai fan per ore; Gino Gavioli, al quale Luigi F. Bona ha mostrato, esposta in mostra, una sua pagina del fumetto "Vitaccia Cavallina per il Monello, ambiantata a Siena con una splendida piazza del Palio; Marco Rota, di cui la Fondazione esponeva tavole da Buon compleanno, Paperino...

E Bruno Prosdocimi, Carlo Peroni, Vincenzo Jannuzzi, Giuseppe Festino, la signora Laura Battaglia e, fra tanti altri, anche Sergio Bonelli, il quale è anche caduto insieme a vari altri VIP nella rete di BooksWeb.
Sotto, lo vedete in una lunga intervista raccolta da Sergio Tulipano, a proposito dei problemi della distribuzione e più in generale dell'editoria a fumetti italiana "alla Bonelli": edicola, libreria, rifiuto della pubblicità sugli albi a fumetti della casa editrice, romanzi popolari a fumetti e così via.
Da ascoltare!

Vitaccia

Gino Gavioli, presto uno dei protagonisti della grande mostra sull'animazione italiana messa in piedi dal Museo del Fumetto di Lucca, il raffigurato nello scatto sopra. Seguito da una tavola di Vitaccia Cavallina del Monello: non è esattamente quella di cui oggi si parlava a Milano, ma... è dello stesso periodo.

L'incontro sulla saggistica e la critica, dice il cronista, è stato abbastanza interessante e anche divertente. Sul palchetto erano in tanti: Valentina Semprini, Loris Cantarelli, Nessim Vaturi, Egisto Seriacopi, Laura Scarpa e Paolo Gallinari, oltre a Luigi F. Bona.
Chi ha dettagli, notazioni, richieste e suggerimenti in merito (e in più), può aggiungerli sotto nei commenti.

Sotto, in una foto di Emanuela Oliva, un po' dello staff culturale "cartoomìxico" unito a membri della Fondazione (alcuni, peraltro, sono presenti nell'uno e nell'altra).

Foto Emanuela Oliva

Sergio Bonelli al microfono di Sergio Tulipano! Grazie a tutti.


Commenti

Dovremmo forse fare un quiz anche per individuare le persone immortalate nella foto da Emanuela Oliva.
Io non ci provo, ma qualcuno forse lo sa. Be', quella a destra è Furio Fossati, giornalista di cinema, genovese... Hmmm... Poi...
Mi viene quasi da "ghignare"...

E' la stessa curiosità che è venuta a me ma..
le presenze femminili, ammetto la mia ignoranza, mi sono completamente sconosciute

Ma sì, qualcuno ci spieghi chi sono le donzelle!
Anche loro stesse, se leggono!
Invece, per il quiz opto per un giovane allievo di Jacovitti (per Acchiappaleoni) e per un disegnatore pubblicitario che lavorava con Gino Gavioli rispetto alla ragazzina. Paolo Piffarerio?
Assomiglia allo stile dell'omino dormiente della Permaflex.

Vi faccio sapere che su Facebook tutto è tornato a posto e che gli ultimi post sono apparsi credo in automatica qui:
http://www.facebook.com/pages/Luca-Boschi/38591303663

In particolare, c'è una domanda di Samos Santella, che dice:


Ciao, ho visto che Luca è coinvolto nelle ristampe del Topolino d'oro del grande Floyd Gottfredson (cosa che mi fa molto piacere) però ho notato che si parla di ristampa integrale cronologica ma le storie da cui si comincia sono del 1936 e non quelle del 1930, come mai?
Le storie saltate verrano recuperate in seguito ?
Se mi fai sapere mi fai un grande piacere.
By By...

Peroni e Toppi. ^_^

Toppi quello che ha disegnato Acchiappaleoni e Peroni quello che ha fatto la vignetta con la bambina e il mappamondo.
Ma l'ha già detto Fabrizio Mazzotta, vale lo stesso?

si, Fabrizio Mazzotta lo ha detto"
e lo ha detto anche nel giusto ordine.
Peroni è il disegnatore di Acchiappaleoni
Toppi l'autore della bambina

Umberto

P.S. basta passare con il mouse su Acchiappaleoni per vedere l'autore

La foto ricordo (scattata il 4 giugno 2009) da sinistra verso destra: Paolo Griselli e Germana Soldano (DEMADE-la squadra multimedia per gli eventi e iniziative della Fondazione), Dina Barone, Luca Boschi, Liviano Riva, Temple e Furio Fossati. A prestissimo!!!

Grazie a Melina Gatto, allora!
Liviano Riva è anche il patron della "Ghignata", che si tiene ogni anno con ospiti e mostre degne di... ghigno! Ed è anche uno dei soci fondatori della Franco Fossati.
Sono ben informato o no? Anche se non conoscevo tutte le persone della foto, vi seguo (nei limiti del possibile).


Bella l'intervista a Bonelli, molto interessante quello che dice.
Da un po' di tempo non vedevo le interviste di Booksweb rilanciate in questo blog e ne sentivo la mancanza, credo che il pubblico di quell'altra parte di rete (gli amanti dei libri) sia un po' diverso da questo di Cartoonist Globale e il messaggio... si amplifica.


Vi segnalo anche un problema, verificatosi in un altro sito connesso anche a questo, che riguarda l'informazione.
Ho ricevuto un messaggio da Enzo Di Frenna, amministratore di un Network sulla libertà di espressione. Dice:

... forse le battaglie per il diritto alla Rete senza bavagli e l'impegno per la libera informazione on web, danno fastidio a qualcuno. Il mio blog nei gioni scorsi è stato oggetto di un pesante attacco Botnet (roba da professionisti) che lo ha reso irragiungibile per un paio di giorni (non è stato semplice risolvere il problema).

Ma ora il blog è di nuovo on line, pronto a riprender battaglia.
QUI i dettagli dell'attacco: http://www.enzodifrennablog.it/dblog/articolo.asp?articolo=722

Per chi non lo sapesse riporto comunque questo passaggio:
Una botnet è una rete di computer collegati ad internet che fanno parte di un insieme di computer controllato da un'unica entità, il botmaster.
Ciò può essere causato da falle nella sicurezza o mancanza di attenzione da parte dell'utente e dell'amministratore di sistema, per cui i computer vengono infettati da virus informatici o trojan i quali consentono ai loro creatori di controllare il sistema da remoto.
I controllori della botnet possono in questo modo sfruttare i sistemi compromessi per scagliare attacchi distribuiti del tipo denial-of-service (DDoS) contro qualsiasi altro sistema in rete oppure compiere altre operazioni illecite, in taluni casi agendo persino su commissione di organizzazioni criminali.
I computer che compongono la botnet sono chiamati bot (da roBOT) o zombie.


Se qualcuno ha esperienza di come neutralizzare le Botnet, mi scriva.

http://www.enzodifrennablog.it

Scrivi un commento

I commenti per questa nota sono chiusi.