Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

LI’L ABNER “DAL VIVO” (un “pilota” misterioso) E NO

Alcapp

Oggi, mentre non sono qui al computer (e il macchinario si autoprogramma a orologeria alla perfezione) chi si collega legge questo post di qualche tempo fa, messo adeguatamente da parte per i momenti di latitanza.

Tuttavia, è inedito e presenta leccornie mica da gettare nell’inceneritore…
Riguarda il grande Al Capp, controverso satirico dalla mano felicissima, apprezzato da Eta Beta e da altri frequentatori più o meno assidui di questo blog, con alcune pagine pubblicitarie poco viste, ma che ci rendono la misura di quanto un cartoonist del suo rango venisse tenuto in considerazione dai media e dall’opinione pubblica nei civili States già alcuni decenni fa (mentre da noi, nisba), e un video misterioso.

Il titolo della pubblicità Nestlé (ditta ben poco raccomandabile, sia detto inter nos) riguarda non tanto i personaggi presenti nelle tavole, quanto (piuttosto) il loro autore, molto più importante e noto di loro.

A questa pagina avevo già postato altre immagini disegnate di Capp, su Lil’Abner in particolare, con un video animato riguardante la corsa delle zitelle.
Oggi, vediamo invece altri personaggi di Capp, con un cenno a Fearless Fosdick, il detective-parodia di Dick Tracy, quello che ispirò a Harvey Kurtzman le prese in giro dei personaggi a fumetti da includere nella leggendaria prima versione di Mad.

Come si legge nel titolo del post, quello che potete visionare sotto è l’inizio di un pilota con attori che recitano per una serie televisiva che alla fine non è mai stata prodotta, dedicata a Li’l Abner e alla gente di Dogpatch.
Sempre lodato sia San YouTube, che permette la condivisione di cose altrimenti destinate all’oblio.

Cappscornerdec71958

Cappscornerfeb11959
.

Fosdick_rinuncia

Fosdick

Lettrice

Quello che vedete è solo l’inizio di un episodio (l’unico!) prodotto. Girato nel 1966, come il copyright recita,
è stato messo in onda dalla rete NBC il 5 settembre 1967. Secondo lo studioso e scrittore Mark Evanier, che allora aveva 14 anni (e se lo perse), con tutta probabilità il progetto era nato per la syndication, dopo il successo che aveva riscosso il musical di Broadway su Li’l Abner. Sarebbe, cioè, stato proposto per l’acquisto alle varie televisioni locali, che ne avrebbero condiviso le spese con la NBC (produttrice). L’operazione non funzionò, non se ne fece niente e la rete tenne questo special come tappabuchi.
E’ la spiegazione più logica.

Nel “pilota” Sammy Jackson, che era stato interprete poco prima della serie televisiva No Time for Sergeants è il piccolo Abner, Jeannine Riley è la sua spumeggiante consorte Daisy Mae. Larry D. Mann, caratterista televisivo chiamato “il prezzemolo”, fa Sam l’offiziante. Judy Canova è Mammy Yokum e Jerry Lester è Pappy Yokum.

Al Capp, che deve aver avuto davvero un bel caratterino, si lamentava sempre che gli scrittori di sit com dell’epoca gli avevano mangiato nel piatto (riferendosi in particolare a Beverly Hillbillies, ma anche a tutte quelle di ambientazione campagnola). Forse, per dirla con Evanier, questa volta aveva tentato lui di recuperare qualche pasto caldo dal tubo catodico, invece a quanto pare ha dovuto aggiungere un foro alla cintura.
.

L’ultima foto riguarda una lettrice media di comic books (adesso ha in mano un ottimo Daniel Clowes, ma non si esclude che possa anche aver letto una ristampa di quello che ho messo in apertura di post).
.