Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

JORDI BERNET A REGGIO EMILIA, IN FIERA

TESTATA BOSCHINGTON POST

C’era una volta The Boschington Post, poi la testata è sparita nel nulla nello spazio di un mattino. In attesa che torni, da qualche parte, al suo posto, in questa pagina si trovano vari commenti sul mondo dei comics, assai interessanti, a partire dai dati di vendita di varie testate a fumetti negli scorsi decenni, forniti senza parsimonia da Sauro Pennacchioli.

Batman

Il cavaliere mascherato qua sopra serve ad annunciare , nel week end del 6 e 7 dicembre 2014, la Mostra Mercato del Fumetto di Reggio Emilia.
Giunta alla sua 53a edizione, è come sempre organizzata dall’Anafi (Associazione Nazionale Amici del Fumetto e dell’Illustrazione) e dall’Arci di Reggio Emilia nei padiglioni delle Fiere di Reggio, in via Filangieri 15, nell’ambito della 26a edizione di Cambi & Scambi, fiera reggiana del collezionismo.

Torpedo1

Nell’ambito delle due giornate, grande protagonista della rassegna sarà Jordi Bernet, uno dei grandi maestri del fumetto europeo e mondiale, ospite speciale per la prima volta in quel di Reggio (l’ultima sua mostra italiana importante penso sia stata a Castel Sant’Elmo, a Napoli Comicon, almeno dodici anni fa).

Nato a Barcellona nel 1944, figlio d’arte, Bernet disegna fin dall’adolescenza, affinando il suo stile, formatosi leggendo i famosi cartoonist che disegnavano sui grandi quotidiani americani; in particolare Noel Sickles (Scorchy Smith), Milton Caniff (Terry e i Pirati) e Frank Robbins (Johnny Hazard).

Il suo capolavoro, sceneggiato da Enrique Sanchez Abuli, con cui entrambi assurgono alla fama internazionale, è Torpedo, killer a pagamento di origini siciliane, che comincia a disegnare dal secondo episodio dopo l’abbandono della serie da parte di Alex Toth; divertentissime le sue tavole comico-erotiche con protagonista la spassosa e umanissima prostituta Chiara di notte.
Costei apre il post.

Nel 1996, Bernet realizza con Claudio Nizzi il Texone n.10, L’uomo di Atlanta e nello stesso anno una breve storia di Batman per la DC.

Jonah Hex

Nel 2007, collabora con Jimmy Palmiotti alla DC Comics alla rinascita di Jonah Hex (immagine sopra), pistolero e cacciatore di taglie orrendamente sfregiato. Tantissimi sono stati i personaggi e le storie cui Bernet si è dedicato nella sua lunga carriera, ma sicuramente la crime story e il western sono i generi che preferisce e in cui eccelle il suo fulgido tratto in bianco e nero. La sua arte sarà rappresentata degnamente da una mostra antologica di tavole originali, dal titolo Bernet, un hombre in blanco y negro.

rino-albertarelli

Questa edizione della Mostra reggiana si fregia anche di un appuntamento esclusivo per coloro che amano il fumetto italiano delle origini, cresciuto con il formarsi di una classe di straordinari talenti che ne caratterizzeranno la qualità e il successo nel Dopoguerra. Fra questi nomi, eccelle quello di Rino Albertarelli (Cesena, 1908 – Milano, 1974), uno dei padri del fumetto italiano e senza dubbio uno dei suoi autori più prestigiosi. Disegnatore autodidatta, ha messo il suo straordinario talento eclettico al servizio delle storie a fumetti e dell’illustrazione.

R.ALBERT.C

Grande interprete del genere avventuroso in tutte le sue accezioni (si vedano il suo celebre Faust o le sue splendide copertine salgariane), è noto soprattutto per aver saputo rendere in modo credibile ed efficace l’epopea del West, che pochi come lui hanno indagato e studiato a fondo (su tutti, il suo indimenticabile Kit Carson e la serie I protagonisti). Fra i promotori e fondatori del Salone Internazionale dei Comics di Bordighera, a testimonianza del suo impegno anche culturale nei confronti del fumetto, è stato il primo Presidente del Salone Internazionale dei Comics di Lucca.

scotennatrice

Ne parleremo presto in questo spazio attraverso le parole di un amico e testimone del tempo, Rinaldo Traini.

300 cover albertarelli

Nel 40° della scomparsa, l’Anafi dedica ad Albertarelli un Convegno con la partecipazione del figlio Ario Albertarelli, dei critici Giulio Cuccolini, Paola Pallottino, Franco Spiritelli e Luciano Tamagnini; il Convegno, patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna, si svolgerà sabato 6 dicembre alle ore 15,30 nella Saletta Convegni delle Fiere di Reggio (ingresso libero).

Nel 2015 vedrà poi la luce un eccezionale volume antologico che intende celebrare e ricordare la grande figura e la monumentale opera di Albertarelli.

Off-topic, da Sara Boero.