Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

MANDRAKE E LOTHAR SCOMPAIONO, di Marco Pugacioff

Manduck 1

Lo straordinario Manduck the Magician di Harvey Kurtzman e Bill Elder annuncia un inevitabile aggiornamento di questo post di Marco Pugacioff, dayto che i commenti stanno fioccando anche oggi stesso.

Mandrake002

In quei favolosi anni Trenta, mentre un Lord britannico nasceva allevato da una scimmia e una stirpe di Uomini Mascherati lottava in Bengala contro i pirati, comparve in America un mago straordinario chiamato Mandrake, sempre accompagnato da un amico fidato di nome Lothar. Questo mago in cilindro, frac, mantello e bastone aveva poteri sconfinati; era un negromante capace di trasformare gli uomini in topi, di evocare dal suo sonno eterno un faraone morto da settemila anni, e di salvare da un precipizio il suo gigantesco compagno color ebano, trasformandolo in un’aquila.

MANDRAKE_SUPERALBO088

Mandrake2E il mago si trasformò in un straordinario illusionista che lottava contro pericolosi malfattori aiutato dai formidabili bicipiti del principe africano suo amico.

Nemici intelligenti come Saki, un mago del travestimento che firmava sempre i suoi colpi con un piccolo cammello, e della sua figlia, degna erede delle imprese del padre.

Ma non sempre i suoi nemici erano singoli malviventi, essi potevano riunirsi in una organizzazione pericolosa chiamata semplicemente Otto. Un’organizzazione di tipo mafiosa a cui Mandrake e Lothar riuscirono infine a distruggere il loro quartier generale, per scoprire poi che il capo di questa struttura era lo stesso Cobra. È lecito pensare che il Cobra o Luciphor fosse a capo anche di un’altra struttura detta Idra contro cui lottava L’Uomo Mascherato.

MandrakeSelezione1

Ma questi poteri erano troppo pericolosi, e seppur mai raccontato da nessuno, il suo Maestro Theron dal Collegium Magikos, il collegio della magia in Himalaia gli chiese di rinunciare all’immenso potere dell’antico cubo di cristallo da cui il mago traeva la sua immensa forza. Un cubo di cristallo capace di amplificare il pensiero fino all’ennesima potenza, un cubo in grado di fornire energia per illuminare tutta la Terra, dono di visitatori di altri mondi.

Mandra2

Mandra3

A volte i loro nemici erano spietati scienziati, di cui il più pericoloso era proprio il Cobra. Definito come il male assoluto… il Cobra era l’ispiratore e il responsabile di tutte le orribili cose che accadevano nel mondo… rivoluzioni… delitti… stragi! Un essere tale che con un cenno della mano poteva cancellare dalla faccia del pianeta interi eserciti, ma vi era un unico uomo capace di contrastare la sua volontà: Mandrake. E Mandrake dovete usare tutta la sua abilità per sconfiggerlo. Lo spietato avversario ritornò con una minacciosa maschera d’argento nel ’65.

I due fedeli amici viaggiarono in seguito per il mondo incontrando poi una principessa dai capelli corvini proveniente dallo stato mitteleuropeo Cockaigne (forse, significa Cuccagna?) chiamata Narda, e per il mago fu amore a prima vista, dovuto forse al fatto che la bella figliola tentò di avvelenarlo.

Mandrake2013-586x439

In seguito, Mandrake e Lothar sbarcarono in America e lì presero casa. Il mago si fece un covo inaccessibile sull’alto di una collina e la chiamò Xanadù. Lì abitarono con Narda, e con il loro cuoco giapponese Hojo, e lì aspettarono l’arrivo di una principessa africana, cugina di Lothar, la bella Karma.

MandrakeAiutavano di frequente Bradley capo della polizia locale ed anche Jed, il numero due dell’Inter-Intel, una potente organizzazione che conservava i dati di tutti i malfattori della Terra, e il cui dirigente era un misterioso robot a cui dava la voce proprio Hojo! Sempre dal loro covo il mago e il suo fido compagno partivano per ogni parte del mondo e perfino della galassia, alla cui guida vi era il loro amico Magnon, imperatore di milioni di pianeti.

In queste avventure Mandrake e Lothar erano accompagnati dal loro papà Lee Falk e realizzati graficamente da Phil Davis, poi dal giugno del ’65 dopo la scomparsa di Davis, arrivò Fred Fredericks (nato nel 1929) con il suo stile agile e nervoso, ma squisitamente classico come quello dei fratelli Barry o il nostro Alberto Giolitti.

Quando anche Falk se ne andò nel ’99, Fredericks scrisse anche le avventure che disegnava, ed essendo il lavoro troppo pesante le tavole domenicali cessarono nel 2002. Fredericks si concentrò solo sulle strisce quotidiane, in cui fece sposare nel ’97 – con tripla cerimonia, a Xanadù, a Cocraigne e nel collegio della magia – Mandrake e Narda con un ospite straordinario: l’Uomo Mascherato, e dovete pure ritornare ad affrontare suo fratello Derek, ormai ridotto a un pessimo maghetto da quattro soldi, alleato al loro fratellastro Lucipher.

Già il Cobra non era altro che il loro fratello maggiore. E il loro padre era nientemeno che il loro vecchio Maestro Theron. Ma la lunga avventura stava per finire e Mandrake & Lotar se ne sono andati in riposo…

Secondo la Wikipedia americana Fredericks ha annunciato il suo ritiro per il luglio 2013 e la striscia quotidiana di Mandrake continuerà con delle ristampe da lunedì 2 settembre del 2013.
Vedi: http://en.wikipedia.org/wiki/Fred_Fredericks

Mad 014 Bill Elder 007

Mandrake01

Mandrake03-1
Marghertia Vicario Naturalmente, con la sua Datti un Morso non c’entra, ma ce l’ho messa.