Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

JETTA: UN LIBRO CON E SU DAN DE CARLO

DanDeCarlo 619idzTjR-L._SL500_AA300_

Quando, raccolto il testimone di Francesco Artibani e Katja Centomo, seguivo per Dino Verlag, Dino Italia e poi Panini Comics i fumetti dei Simpson, più di una volta mi sono imbattuto il fumetti disegnati dal grande Dan DeCarlo.

Bill Morrison, il responsabile massimo dei fumetti dei Simpson, fumettista egli stesso con personaggi propri (la serie Roswell per la Bongo Comics, per esempio), ha sempre dimostrato grandissimo rispetto, sia a parole che nei fatti, al grande disegnatore di comic books Dan, purtroppo abbastanza incarognito e in difficoltà negli ultimi anni della sua vita.

DanDeCarloSeduction Dan soffriva per essere stato maltrattato dalla Archie Comics (e non solo da lei) che non gli aveva riconosciuto la titolarità di alcuni personaggi da lui creati e, di conseguenza, nemmeno i pagamenti che gli spettavano, in particolare quelli dei cosiddetti “diritti derivati”, assai succulenti (merchandise, televisione e così via).

In seguito, lo stesso Bill Morrison, che con il resto dello staff di Matt Groening faceva giustamente e meritoriamente lavorare Dan alla loro testata, e lo stesso ha fatto e fa con altri benemeriti del fumetto comico USA come Scott Shaw! (il punto esclamamativo fa parte integrante del suo nome) e Sergio Aragonés si sarebbe occupato di tenere viva la memoria di questo grande professionista, esperto disegnatore di pin-up, raccogliendo alcuni dei suoi lavori in un libro: quello di cui mostro la copertina qui sopra.

Jetta
Non mi illudo che lo stile molto cartoony di DeCarlo piaccia ai visitors di questo blog. Ai più giovani può apparire stereotipato e vecchiotto, mentre gli anziani possono scoprirlo dopo aver visto un trattamento analogo di gag e pin-up in giornali umoristico-satirici italiani di qualche decennio fa come Il Travaso (delle idee) (con illustrazioni del grandissimo Niso Ramponi, alias Kremos) o Calandrino e Super Calandrino.

Ma chi è venuto prima?
Chi ha inventato che cosa?
Chi si è ispirato?
Forse potrebbe dircelo l’amico Craig Yoe, che ha inserito Dan DeCarlo fra gli autori del libro
Dan DeCarlo’s Jetta, di cui vedete la copertina qua sopra, selezionando oltre alle storie a fumetti anche un po’ di disegni dell’artista e quelli ben 37 altri disegnatori (e leggiadre fanciulle disegnatrici) di “donnine”.

_images_2010_04_DeCarlo_comic_01_700
Oltre a Craig, segnala questo volume (che farà forse proseliti anche qua?) il columnist di
Boing Boing e disegnatore Mark Frauenfelder, che così dice:

“Comic book historian Craig Yoe has a knack for finding long-forgotten comic book gems. His latest full-color hardback book contains all three issues of Jetta, a Judy Jetson-esque space girl that predates The Jetsons by at least a decade.
“Jetta was created by Dan DeCarlo, the cartoonist responsible for the famous look of Betty and Veronica (Bob Montana created Archie, but DeCarlo’s bold, fresh rendering of the characters are the ones we remember).”

Il libro contiene tutte le storie di Jetta, che anticipava appunto lo spirito dei Pronipoti, e aggiunge una lunga lista di disegnatori che hanno omaggiato il personaggio con dei loro lavori.
In chiusura di post, dopo un po’ di pin-up di Dan DeCarlo, ne metto due, quella dell’eccezionale Katie Rice e quella di Bill Pressing.

_images_2010_04_DeCarlo_comic_02_700
_images_2010_04_DeCarlo_comic_03_700
DanDeCarlo043

S4-DanDeCarlo066

DeCarlo_pinupjpg
Dan_decarlo_4
DanDeCarlo057
S4-DanDeCarlo071

Katie-rice
Bill-pressing-jetta

Originale Ecco la lista degli altri artisti che hanno contribuito: Alan Gutierrez, Andrew Pepoy, Becky Dreistadt, Ben Tan, Bill Morrison, Brandon Ragnar, Colleen Coover, Clizia Gussoni, Craig McCracken, Danny Hellman, David Reddick, Dominic Marco, Fabrizio Pasini, Jay Stephens, Jenny Lerew, Joakim Gunnarsson, Hedvig Häggman-Sund, Justin Ridge, Kali Fontecchio, Leslie & Anna Cabarga, Luke McDonnell, Mike Maihack, Molly Crabapple, Paul Guinan, Robert Ullman, Ryan Hungerford, Scott Tolleson, Stephanie Gladden, Stephen Silver, The Savanella Sisters e Tracy Mark Lee.

A destra, un originale dell’artista. Non è frequentissimo trovarne in vendita in aste specializzate (Heritage etc.), ma con un po’ di fortuna può capitare.

Prossimamente, altri servizi sui disegnatori di pin-up, a cominciare dal Maestro francese Georges Pichard, con immagini rare e d’epoca.