Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

GROUCHO MARX E ALFRED HITCHCOCK A CANNES (1972)

Bene, anche se non so dove mettere le mani per i lavori in corso, non posso evitare di sottoporre allo spettabile pubblico che ha il coraggio civile di tollerare Cartoonist Globale questo meraviglioso documento capitatomi fra capo e collo. Riguarda il Festival di Cannes, dove nel 1972 le due figure del cinema americano indicate nel titolo sono state guest stars.

Groucho - Mother Goose

Chi ha messo in rete questo pezzo di storia, o se vogliamo di cronaca della storia, o anche viceversa, tal Afegane dell’Azerbaigian, sembra non sapere cosa stesse dicendo in francese Alfred Hitchcok, che aveva girato da poco il bellissimo Frenzy, unico suo film vietato ai minori di 18 anni al momento della sua uscita.
Di sicuro non lo sa (poiché lo dichiara lui stesso) l’attivissimo Mark Evenier, che ringrazio indirettamente per questa segnalazione.
Il grande (e grosso) critico americano dice che a malapena capiva Hitchcok in inglese e che l’unica volta in cui i due si sono incontrati non è nemmeno certo di cosa si siano effettivamente detti.

Noi siamo di sicuro più fortunati.
Non mi metto a tradurre cosa il flemmatico regista ha detto, con la voce originale e non con quella di Carlo Romano che siamo abituati ad attribuirgli, poiché presumo che da questa parte del mondo lo capiamo tutti.

Pare che questa sia stata una delle ultime uscite di Groucho in pubblico, quando parlava e rispondeva ancora con relativa coerenza (sigh) e la sua accompagnatrice, l’attrice canadese, tristemente famosa, Erin Fleming, era ancora abbastanza sana di mente.

Sopra, un video in due parti anche con lei, morta suicida nel 2003…
E con Debbie Reynolds, che qualcuno ricorderà nella traduzione italiana del suo show, chiamato Ciao, Debbie!, all’interno di Buonasera con Franca Rame, con la sigla animata da Jacopo Fo.