Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

PAROLE DA SAN DIEGO (IN PARTICOLARE DAI “DOPPIATORI” DI CARTOONS)

Da_san_diego_in_pausa

Araba Fenice News pubblica qui un ampio reportage fotografico realizzato alla Comic-Con di San Diego (California) da Laura Braga (questo il suo sito, e questo il suo blog), che riflette a un mese circa dal ritorno dalla convention più importante del mondo.

Nella foto a lato, la reporter con un cappello a forma di Kuroneko Sama, il gatto nero di Trigun.

Tornando anche noi del presente blog sull’argomento San Diego 2008 (ne abbiamo trattato qui, anche un po’ qui e altrove), omaggiamo i cortesi visitors con una nuova clip, dedicata a chi ama ficcanasare, pur non essendo stato direttamente della partita, in questa insostituibile manifestazione presa d’assalto dalle major dell’intrattenimento.

Trovo che l’argomento sia piuttosto interessante (al solito, per chi mastica l’inglese) e appassionante per una buona fetta dei nostri utenti abituali: il “prestito delle voci” per i disegni animati.

Laura mi accenna anche ad altre novità degne di considerazione, come la caduta d’interesse negli Stati Uniti per i manga.

Quella che appena due edizioni fa di San Diego sembrava una nuova frontiera dell’editoria specializzata a fumetti nordamericana, si è rivelata nel giro breve un fuoco di paglia. Da quelle parti l’immaginario nipponico (a parte i fans hard-core) sopravvive forse nella vendita dei dvd e sicuramente negli abbigliamenti fantasiosi dei cosplayers.

Godetevi questo filmato di 8 minuti circa con un parterre di “Fabrizio Mazzotta locali”, girato da un operatore che (evidentemente) faceva in contemporanea degli esercizi con la cyclette. Mostra dal vivo, con immagini quasi rubate, tutt’altro che professionali, alcune delle più rilevanti “voci” dei cartoons degli USA, chiacchieranti la domenica conclusiva della convention.

Conduce il celebre scrittore televisivo e sceneggiatore Mark Evanier, con Earl Kress.

Chuckmccann

Mark, nel business fin da ragazzino, in questa occasione presenta tutti gli intervenuti, ma non cela la sua parzialità enfatizzando la presenza illustre di Chuck McCann, voce di Oliver Hardy, uno dei cinque membri fondatori dei The Sons of the Desert, la nota associazione di oltre 300.000 aderenti che reca omaggio alla coppia Laurel & Hardy.

Mell’immagine, con due burattini che raffigurano l’indimenticabile coppia comica, ecco qui il giovane (senz’altro più di adesso) Chuck, che è stato la voce del pinguino Tennessee Tuxedo, di almeno uno dei Bassotti di DuckTales, di vari personaggi delle pubblicità di Hanna-Barbera e così via…
Qui sotto un piccolo video di esempio, dove Chuck impresta la sua voce sia a Sonny the Cuckoo Bird che a Gramps in un ciclo di “Caroselli” pubblicitari degli anni Sessanta dei Cocoa Puffs, altra schifezzuola dolce che piaceva agli americani e che fortunatamente non fu mai importata nel nostro Stivale, dove le si preferiva il preindustriale pane (cotto a legna) con olio e sale o con burro e zucchero.

Giunsero invece anche da noi i gadget pubblicizzati negli ultimi due spot della serie. In particolare, qualcuno ricorderà la grande pubblicità fatta nell’anno di grazia 1966 della Palla magica, che rimbalzava molto più deli quanto e altre palle facessero di consueto.

Tornando ai Figli del deserto, di questa associazione (versione italica) fanno parte anche alcuni dei nostri amici e collaboratori, come Alessandro Santi o Alberto Vangelisti. Nonché il disneyano Eta Beta (nome d’arte).

A questo video aggiungo un bonus, credo per la gioia di tutti; apre una finestra su uno dei tanti momenti della televisione americana sconosciuti in Italia. Si tratta di uno sketch giovanile del 1958 di Chuck girato ben mezzo secolo fa.

Chuck interpreta Oliver Hardy (e Stan Laurel è Dick Van Dyke, il futuro spazzacamino Bert di Mary Poppins (capito chi, vero?).
Il tutto è tratto dal Garry Moore Show, offerto dalla società Hoover, in questo caso determinata a vendere aspirapolvere.

Il titolo è The Vacuum Cleaner Salesman.