Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

51 SFUMATURE DI GRIGIO, anzi: di FRITZ

Fritz in arrivo

Il libro definitivo su Fritz il gatto, di Robert Crumb, è il stato di avanzata lavorazione per le Edizioni Comicon.

L’interessato stesso controlla, a distanza, le fasi di lavorazione del diario delle sue avventure.

Ma, dati i tempi che corrono e quel che passa al cinema, probabilmente più di un navigatore, innescando il motore di ricerca, si sarà imbattuto in questo post volendo sapere qualcosa di più sul mezzo centinaio di sfumature di un altro gatto, che di nome fa Grigio.

Già che sono qui, costoro, somministiamogli un contentino.

Federico Mazzoncini ci segnala la foto di apertura e commenta:

Ma… lo sapevi che, fra l'”altro materiale” che citi, esiste anche un TOPO GIGIO chogokin Popy (ora marchio Bandai)?

Proprio così: è il numero 71 della stessa serie che aveva proposto robotterie assortite del calibro di Mazinga, Getta Robo e tutta quella pletora di figures in metallo che facevano la bava dei bimbi nei ’70…

E raggiunge anche quotazioni di tutto rispetto, sul mercato del Vintage

G2

Grazie a Federico e al forum di Giocattoli Vecchi, che ha messo in circolazione le foto di questi pupazzi.

ScreenHunter_01 Dec. 04 22.45

407px-Angelino_supertrim

Pensaci-angelino-L-KFWLtVDa noi, negli anni Sessanta, dei giocattolazzi di Topo Gigio in plastica scadentissima si contendevano la piazza con l’Angelino di Paul Campani per essere venduti sulle bancarelle e nei negozi di serie zeta, rivestiti con magliette delle varie squadre calcistiche sulla cresta dell’onda.

Il modello del toy era piratato sulla base di questo, sempre in plastica di risulta, abbinato alle confezioni di detersivo Super Trim.

Quello a destra, invece, è un altro pupazzo, sempre di Angelino, in plastica dello stesso tipo di cui sopra, a rischio di autodisgregazione imminente.

G3

Topogigioon6

Le valutazioni di Federico nascono dalla rilettura di quanto segue, rilanciato oggi su Twitter e FaceBook.

Disegnato nella Terra del Sol Levante, Gigio aveva caratteri somatici affatto diversi da quelli adottati per lui dal disegnatore prescelto, suo malgrado (così penso) per il settimanale per ragazzi del Corriere della Sera: nientemeno che il leggendario Dino Battaglia, non troppo a suo agio con gli animali antropomorfi.

Battaglia-Topo Gigio

PULA

Chi corre

Topogigio

Il famoso topo di Maria Perego era… famoso (appunto) anche in Giappone nel 1967, anno al quale sembrano risalire tutti questi articoli sospesi tra il kitsh sfrenato e l’ipnotico, prodotti ufficialmente (non sono tarocchi) molto tempo della sciagurata serie animata, sciroppata anche dai teleutenti italici, nella quale era considerato un alieno.

Topo inizio

Come si vede, con Topo Gigio, evidentemente influenzato dalle pellicole di James Bond, sono presenti in questi manga atipici (o forse si possono definire più propriamente illustrazioni in testo?) anche una sorta di Rosy, la topolina che ha una cotta per lo stesso, e una specie di Gatto Ortensio, ispirate ai pupazzi animati.
Come accadeva in Italia per qualche caso, le storie sono abbinate a dischi in vinile o altro materiale.

Tpofine)

Artto disco Gigio

Immediatamente sopra, la copertina del libro-disco col topo; cosa canterà il Gigio giapponese? La versione locale di Strapazzami di coccole? Oppure …Ma se vedo la gruviera, scappo via e buonasera?

Qui sotto, l’allegato al libretto: il cosiddetto flessibile in plastica colorata; è un tipo di disco a 45 o anche a 33 giri che in Italia circolava come supporto economico a musiche o a registrazioni di altro tipo nel ventennio Cinquanta-Settanta, preferibilmente come allegato a giornali e rotocalchi, o come veicolo pubblicitario diffuso gratuitamente.

Topo flessibile

B8d7fc8600ee11e29b3722000a1e9b8d_7

Sotto, le cretinate. Offrire un kit in relazione a un romanzaccio come quello, non a caso letto sulla spiaggia a suo tempo dalla Minetti (e da un’altra ecatombe di BIIIIP) è davvero il massimo.

Sfumature

moro7_2335

Di Moro, genio spagnolo scomparso un mese fa, parliamo as soon as possible.

Qui, così così, il trailer di 50 Shadess of Gay.

CONFESSIONE FINALE

Il realtà il gatto davanti allo schermo del Mac è proprio Grigio (tale il suo nome), le sfumature sono sue, tutte e 50. Fritz è un suo illustre idolo.