Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

BRUNO NAPOLI… A NAPOLI (PER TOPOLINO)

Topolino 3000 Napoli PAN

Da giovedì scorso, anche sul sito ufficiale di mostra speciale, organizzata da Napoli COMICON in collaborazione con la Disney, su Topolino 3000.

La sede, come già sottolineato ripetutamente, è il prestigioso PAN di Napoli, nel centro storico, lo stesso palazzo che negli anni passati ha lanciato le rassegne dedicate alla Sergio Bonelli Editore (2010) e alla casa editrice di Diabolik, Astorina (2012).

Fra gli autori di fumetti in mostra, anche una grossa novità, quasi a sorpresa.
Un artista di grandissimo valore che non è stato sinora giustamente valorizzato, ma che i ragazzi e gli adulti europei (e non solo) hanno conosciuto attraverso le sue opere che hanno circolato per decenni, sulle pareti dei cinema, sulle copertine delle videocassette, nelle pagine pubblicitarie dei periodici disneyani, a a cominciare (ovviamente) da Topolino.

Fratel Coniglietto

Il suo nome è Bruno Napoli (1940, 2003), e ci riempie d’orgoglio la sua riscoperta avvenuta proprio grazie a questo blog, dove ne abbiamo parlato a proposito del suo poster di Fratel Coniglietto, il cui originale è posseduto da un collezionista di fumetti e illustrazioni nostro follower (ora si usa dire così, in passato avremmo detto visitor, o semplicemente amico).

Herbie

Tumblr_mi5ufqDR4p1rwc9ueo1_500

Poster Pippo, Pluto, Paperino

Nel corso della sua lunga attività, Bruno Napoli, collezionista di fumetti, grande appassionato di Disney, non ha solo realizzato illustrazioni con Topolino, Paperino o i personaggi dei lungometraggi animati.

Al contrario, ha anche ritratto gli interpreti di lungometraggi con attori, come quelli che inserisco in questo post (grazie ad Emanuela Napoli che me li ha segnalati, e che ha aperto per suo padre queste pagine web).

Gatto venuto dallo spazio

Titolo Gattopng

Una precisazione: Le immagini questo post non sono fra quelle che si potranno vedere al PAN, insieme a cimeli di grande valore, sia nell’ambito delle pubblicazioni e dell’oggettistica, sia in quello delle opere originali, reperite grazie a una rete di volenterosi collezionisti.
Sono solo indicative delle qualità pittorica e dello stile grafico dell’artista.

Tumblr_mi5rtx15OB1rwc9ueo1_500

Siciliano di origine, Bruno Napoli giunge a Roma nel 1950.

Qui frequenta l’Istituto Artistico e a soli 17 anni comincia a lavorare come grafico presso una pubblicazione filatelica che ha sede nella Capitale, L’Asta Francobolli.
Quindi, per un periodo lavora nello studio di grafica e animzione di Emanuele Luzzati e Giulio Gianini.

Bruno mostra ben presto una notevole versatilità creativa e artistica, sia come grafico pubblicitario, sia come illustratore e fumettista. In questo campo è introdotto dal fratello maggiore Vito Napoli, anch’egli illustratore, dotato come gran parte della famiglia Napoli di eccezionali doti artistiche.

Negli anni Sessanta, Bruno inizia a lavorare per le distribuzioni cinematografiche, realizzare locandine e poster di film, ricevendo in alcuni casi riconoscimenti diretti da registi e produttori.

All’inizio degli anni Settanta, l’allora capo ufficio pubblicitario della Walt Disney Productions, Dottarelli, dimostra una profonda stima e ammirazione per l’operato di Bruno, affidandogli la realizzazione delle illustrazioni dei lungometraggi classici Disney.

La distribuzione dei film Disney passa all’allora CIC (in seguito United International Picture) e Napoli continua per anni ad essere l’unico cartellonista per i film Disney.

Tumblr_mi5tt6o8fq1rwc9ueo1_1280

Escono, perciò, dalle sue mani, i poster di film nuovi e le riedizioni dei classici del passato: da Biancaneve e i Sette Nani a Red e Toby nemiciamici, da Fantasia a Le avventure di Bianca e Bernie, da Bambi a The Black Hole.

Negli stessi anni, Bruno Napoli lavora anche per la nota azienda produttrice di giochi Clementoni S.p.a., che in virtù della sua capacità di interpretare il mondo Disney, gli affida la realizzazione di numerosissime tavole destinate al mercato dei puzzle.

Scompare nel 2003, dopo un periodo di inattività artistica, dovuta al mutato sistema di produzione e postproduzione della grafica pubblicitaria.

Pomi d'ottone

LINK CORRELATI

MAGICA DISNEY (3000 VOLTE TOPOLINO) A NAPOLI!