Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

STORIE E STORIA DISNEY: I PAPERI DELLE CAVERNE

Sette

Giovedì scorso è uscito in edicola l’ottavo numero del 2011 di Sette, settimanale del Corriere della Sera, dove Peppe Aquaro, in un articolo che riporto più sotto (ridotto ai minimi termini) mi rivolge qualche domanda sul rapporto fra la Storia e i Fumetti, o meglio su come questo popolare mezzo di comunicazione di massa si è preso la briga di divulgare gli avvenimenti e i personaggi salienti della Storia nel corso della sua vita ultracentenaria.

Della lunga chiacchierata con il simpatico Peppe, com’è logico, nell’articolo di Sette, La grande storia raccontata da Topolino & C., sono rientrati solo alcuni passaggi più legati agli interpreti Disney della nuova collana di volumi La Storia Universale Disney, il secondo dei quali, in edicola oggi, è dedicato ai Paperi delle caverne.

Storiaunivers-disney-1

Nel volume di apertura della collana, I paleo paperi – Preistoria: dalle origini all’homo sapiens, citavo in un articoletto alcuni precedenti storico.fumettistici italiani: i “giornalini” che si pongono nel corso degli anni qualche intento didattico, a cominciare dal cattolico il Vittorioso sino al laico Corriere dei Piccoli.

Proprio il settimale del Corriere della Sera a un certo punto non si accontenta più delle tavole accompagnate da strofette in rima con personaggi come Sor Pampurio, Marmittone o il Signor Bonaventura e affronta temi e personaggi storici con didascalie in prosa.

Sul Vittorioso si occupano di temi storici sceneggiatori come Eros Belloni, Renata Gelardini De Barba o Danilo Forina, che nel 1961 dedicherà a un tema storico anche la prima delle sue due sole avventure per Topolino: Paperino e la storia romana.

Attraverso preziosi “cineromanzi” (con questo termine sono stati definiti i racconti a fumetti del loro tempo) la Gelardini e i suoi colleghi rivelano ai giovani lettori anche fatti poco trattati a scuola, tramite i disegni ampiamente dettagliati di Santo d’Amico o di Gianni De Luca.
Ne I Rasena, per esempio, De Luca calibra le necessità del racconto con il rigore scientifico descrivendo la vita quotidiana del popolo etrusco, supplendo con la fantasia ai varchi di conoscenza lasciati aperti dagli studiosi del settore.

1 -De Luca -I Rasena

Lo sceneggiatore Roudolph (al secolo Raoul Traverso), insieme al disegnatore Giorgio Bellavitis racconta invece gli avvenimenti, sospesi fra storia e leggenda, che nel Medio Evo sono all’origine della leggenda del Palio di Siena.

Bellavitis uno

Bellavitis due

Sotto, ancora dal Vittorioso, un magnifico esempio del 1957 firmato Gino D’Antonio, la cui pennellata guizzante e morbida fa invidia ai cartoonist americani contemporanei…

3 -D'Antonio

Per i temi della storia d’Italia, legati al risorgimento e alle figure illustri, ha un debole il Corriere dei Piccoli, dove il disegnatore e soggettista Domenico Natoli racconta fra le altre vicende quelle di Fra’ Gerolamo Savonarola o di Dante Alighieri, preferendo però alle nuvolette dei dialoghi, sino al 1960, il testo narrante che accompagna le vignette.

4 -Impresa dei Mille

WaltEdicola

Sopra, l’articolo sull’ultimo Sette. Sotto, altre due pagine del quotidiano dedicate alla nuova syndication.

Due pagine

Sulla Storia (ma soprattutto sulle storie) di Topolino, Corriere.it ha pubblicato al momento del varo della nuova collana di volume, un’articolata intervista con Mauro Lepore, Direttore divisione Publishing di The Walt Disney Company – Italia.

Oltre a varie anticipazioni sulle immagini di copertina dei prossimi volumi della collana, nel servizio si vedono anche il grafico Stefano Attardi (che colora paperi e dinosauri) e il disegnatore Marco Ghiglione (all’opera con un Mickey), filmati nei locali dell’Accademia Disney.

In chiusura, due copertine storiche con personaggi Disney tratteggiati con stile realistico, uscite negli anni Cinquanta per i tipi della Dell Publishing (per la Western Printing and Lithographing Company).

8 - First Americans

6 - Tremain