Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’OLOGRAMMA DI TEX WILLER AL MUF?

Figure olografiche dei personaggi a fumetti guide virtuali del museo copia

Non è un mistero che nei prossimi mesi, sino alla fine dell’anno, Lucca ospiterà una enorme mostra dedicata a Sergio Bonelli e alla sua casa editrice (etichette del passato comprese). Il tutto avverrà con modalità che nei giorni prossimi saranno rese note con comunicati ufficiali, relativi anche alla presenza, presso Palazzo Guinigi, di vari autori “storici” di Tex, Zagor, Nathan Never, Mister No e altri popolarissimi personaggi (in particolare il giorno dell’inaugurazione, nell’ultimo week-end di settembre).
L’iniziativa inaugura una collaborazione fra due diverse strutture devote al Fumetto (e al Cinema d’Animazione) e alla loro storia: un percorso che sotto forme diverse si estrinsecherà anche con altre mostre e iniziative in altre piazze italiane.

Tex Galep

Intanto, varie innovazioni tecnologiche sono in fase di adozione per il percorso di visita al Museo del Fumetto di Lucca (questa è la realtà culturale di cui stiamo parlando).

Prosegue senza soste il restyling ideato e voluto dal nuovo direttore del Museo Angelo Nencetti del percorso espositivo del Museo Italiano del fumetto di Lucca.

Il Museo del fumetto diverrà prossimamente il primo Museo Italiano che utilizzerà l’IPaD della Apple quale strumentazione interattiva e digitale per la guida virtuale ai percorsi espositivi delle sezioni permanenti e temporaneee del Museo.
Il visitatore sarà accompagnato virtualmente alla visita del Museo da parte di Galileus Lucensis (personaggio creato da Giorgio Cavazzano e divenuto dal 2009 la mascotte del Museo) che apparirà nei vari spot filmati caricati sull’Ipad che sequenzialmente forniranno al visitatore la conoscenza di tutto ciò che il Museo ospita.

Pubblicità ipad per muf

Attraverso l’Ipad, il visitatore accederà alla consultazione delle migliaia e migliaia d’immagini, filmati e animazioni contenuti nelle varie banche dati del Centro di documentazione sulla comunicazione per immagini del MUF.

Altra grande novità degli allestimenti del Museo saranno la presenza di grandi pareti trasparenti (di dimensioni 4 metri x 2) che racchiuderanno le banche dati per la consultazione del centro di documentazione.

Pareti trasparenti interattive

Per il visitatore, l’accesso alle citate banche dati avverrà tramite l’accesso attivato dall’Ipad, consegnato al visitatore stesso all’inizio del percorso espositivo museale.

La navigazione virtuale fra le migliaia di immagini, filmati, animazioni e notizie contenute nelle singole banche dati (saranno una per ognuno dei 14 saloni del percorso Museale) avverrà toccando lo schermo trasparente (touchscreen) e variando a piacere la risoluzione e la grandezza delle immagini, potendo anche inviare un messaggio di stampa dell’immagine selezionata che sarà poi consegnata in forma cartacea al visitatore dagli addetti del museo al termine della visita.

Touchscreen

Altra novità degli allestimenti del percorso espositivo sarà la presenza dei personaggi beniamini degli appassionati dei comics (da Tex a Diabolik, da Dylan Dog a Bugs Bunny, ecc) che accoglieranno il visitatore ed interagiranno con lo stesso.

Ciò sarà possibile attraverso trasposizione olografiche dei singoli personaggi che si animeranno, apparendo come “vivi” agli occhi dei visitatori, e illustreranno i contenuti di quella parte del Museo delle quale sono i “Custodi Virtuali”.

Il lavoro per rendere tutto ciò fruibile al grande pubblico dei visitatori del Museo è alacremente in corso grazie al supporto degli addetti ai lavori del Museo (Fabio Castagna per la Global Media e Alessio Lucarotti per la Mediaus) coordinati da Nencetti.

Tutto questo sarà a breve termine disponibile (primi mesi del 2011). Il Museo del fumetto, quale struttura pioniere in tal campo, si rende altresì disponibile a diffondere tale nuova forma di “visita al Museo” collaborando e supportando altre realtà museali toscane ed italiane nel dotarsi di tali innovativi percorsi di visita e strumentazioni.