Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

IL CASTELLO DEI SOGNI, DA QUESTA SETTIMANA!

Castello

Finito lo sciopero dei giornalisti italiani, tornano a pioggia le notizie.

Tanta ironia e divertimento nell’epica medioevale de Il Castello dei sogni, la storia a fumetti scritta e disegnata da Luciano Bottaro.

A partire da questa settimana il Giornalino, settimanale per ragazzi dei Periodici San Paolo, pubblica i nove episodi che compongono l’opera di uno degli autori “storici” del fumetto italiano.

Un lavoro ampio iniziato nel 1959 e che Bottaro realizzò proprio per il Giornalino che lo propose nel 1998, Il Castello dei sogni risponde alla proficua e copiosa foliazione propria dei romanzi del genere, di cui Bottaro dà una lettura del tutto personale, piena di gag e simpatiche sortite di creature matte da legare.

Mille riferimenti al mondo fantastico di gnomi, draghi, pozioni e maghi impazziti: così il giullare Jolly e il menestrello Lionello si ritrovano a volare all’interno di un castello che i due strampalati alchimisti Articioff e Von Wurstel collaudano a loro spese.

Bottarone

I due personaggi sono presenti anche nell’illustrazione sopra, nel groviglio di personaggi bottariani. Luciano li inserì, insieme a Rebo, a un Robot ideato da Giorgio Rebuffi e a svariati altri characters, anche nel poster di un lontana edizione di Lucca Comics (della Direzione Culturale del sottoscritto blogger).

I due sul Rebo poster Questa bella illustrazione, sia detto per inciso, ben presto sarà nuovamente vedibile in una pubblicazione da edicola.
A lato, il dettaglio che al momento ci interessa.

Tornando a bomba al Castello dei sogni, le avventure non vi mancano certo, il divertimento dei giovani lettori di questa generazione, che non hanno potuto leggere la prima uscita del romanzo grafico bottariano, è assicurato.

Tanti i personaggi che costruiscono la storia: il professor Kaiser, la Bella risvegliata, i Nibekorti, l’Orlando curioso e l’acerrimo nemico, il dottor Moebius

“E’ con piacere che riproponiamo questa straordinaria avventura che Luciano Bottaro ideò nel lontano 1959 e che grazie alla disponibilità del nostro settimanale riuscì a realizzare solo molti anni dopo”, dichiara padre Stefano Gorla, direttore de il Giornalino.

“Una storia dove Bottaro, con gusto e finezza, regala ai lettori tante piccole chicche sia grafiche sia letterarie, che è un piacere riscoprire”.

Castello2

Nel giro breve, il Maestro di Rapallo sarà presente in altri due “pezzi pregiati” che raggiungeranno le edicole italiane.

Uno è… il ritorno di una ambìta saga “fantascentificomica” per la prima volta raccolta integralmente in un unico tomo.
L’altro è… un Portfolio personale, dedicato a una rassegna di deliziose copertine realizzate per un editore amatoriale che comincia con una “A” (maiuscola), all’interno di una pubblicazione il cui lettering è realizzato dal miglior calligrafo italiano.

Chi ha neuroni da poter muovere ha sicuramente già deglutito entrambe le foglie.