Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

JOE MESSERLI, REST IN PEACE!

Messerli Flintstones

Dire che è un brutto momento è una banalità, certo.

Il topic l’avete già letto nel titolo: se n’è andato anche Joe (Joseph) Messerli, disegnatore non certo sulla punta della lingua dei lettori e degli appassionati italiani, spesso ignari, comunque, che quelle particolari vignette che una volta avevano visto, quelle tavole che li avevano fatti sorridere, erano frutto del suo lavoro, in tutto o in parte. Come le vignette degli Antenati (dei Flintstones) che ho postato supra, disegnate dal fenomenale Gene Hazelton, ma provviste di inchiostrazione e di lettering, entrambi superbi, di Messerli.

Sotto, la tavola domenicale per intero, per chi desidera, CLICcandoci sopra due volte, ispezionarla più in dettaglio e magari sorridere, ammirare.

© Hanna-Barbera, naturalmente.

Messerli

Messerli era texano. Anche facendo il giro dei siti della rete, compreso l’informatissimo INDUCKS, non troveremo la sua data di nascita. Probabilmente, nemmeno sue foto, a parte quella di un angolo del suo studio, che riproduco più sotto, e questa, a corredo di un suo articolo scritto per il Twilight Zone Museum.

Messerli-1

Jmesserli studio

Si sa che era nato forse alla fine degli anni Venti, Messerli, schivo-e-reticente-ma-non-troppo, con un sito personale e più di un riferimento in pagine sparse nel web. Forse aveva superato da tempo l’ottantina, ma più verosimilmente no. Mettendo insieme vari dati, sembrerebbe essere stato della classe 1931, se è vero che giovanissimo, appena diciottenne, era nel business dei fumetti, lavorando senza essere accreditato (pensate un po’), con Charlie Plumb, proprio l’autore di Ella Cinders (Ella Parella) della quale abbiamo parlato recentemente in questo blog, qui. Poiché la sua partecipazione a questa serie dell’United Features Syndicate sembra che sia cominciata nel 1949, i conti sono presto fatti.

Qualche illustre studioso del settore, se può, confermi o contesti.

Jmesserl-Foofur

Nella sua carriera, Messerli ha fatto di tutto.
Per la Western Publishing, dagli anni Settanta, fino al 1984, ha disegnato storie di Robin Hood (il volpacchiotto di Disney); per la Warner Bros. si è occupato di Sam il pirata, Porky Pig, Bugs Bunny, Daffy Duck; per Walter Lantz di Woody Woodpecker; per la DePatie-Freleng della Pantera Rosa (Pink Panther).

Jmesserl-Bbunny(1)

Ma forse la cosa della quale questo dinamico texano è andato sempre molto orgoglioso, forse più di ogni altra cosa, è il primissimo logo per la serie Ai confini della realtà (The Twilight Zone).

Jmesserl-logo

In questo sito, peraltro molto rigoroso nel listare l’attività dell’artista, si leggono anche queste due righe sibilline e un po’ aspre:
Joseph has “ghosted” the work of four well-known artists. Two of them are dead. We assume those two are now “ghosts” in their own right.

GK 51

Notizie per chi si trova Oltreoceano e vuole salutarlo per l’ultima volta:
Joseph Messerli passed away quietly in his sleep on June 23rd, 2010.
He will be missed by his family, friends and colleagues
.

A viewing will be held from 4:00 – 7:00 PM on Friday, July 9th at
th
e
Spear-Miller Funeral Home, 39 South Benson Road, Fairfield, Connecticut

A funeral mass will be held at 10:00 AM at St. Anthony of Padua Church, 149 South Pine Creek Road, Connecticut.