Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

SHAUN TAN E… “VIETATO VIETARE VIETARE” E MOLTO ALTRO, A BOLOGNA

Tan_shaun_the-arrival2

Scrive Brog, nell’apposito blog, a questa pagina:

Ho incontrato Luca Raffaelli, sta per andare a Bologna alla Fiera del libro per bambini, va a parlare di Shaun Tan. Ne è così entusiasta che ve lo propongo, un libro di questo australiano-malese che ha vinto premi, The Arrival (L’approdo) fatto di sole illustrazioni senza neanche un fumetto o una didascalia.

Ammesso che a qualcuno interessi, causa Floyd e altri (troppi!) impegni di lavoro, non potrò essere nemmeno alla fiera bolognese, quest’anno. Ma a distanza, almeno questa piccola citazione vorrei farla, accennando a questo incontro, presso il Caffè degli illustratori (vedi sotto) e a Elliot, l’illuminato editore italiano, che così descrive Shaun Tan e il suo ultimo racconto:

Tan_shaun_the-arrival
Un uomo lascia la sua famiglia e si mette in viaggio alla ricerca di un posto migliore per vivere.

Un racconto per immagini per dipingere il dramma dell’emigrazione ma anche la stupita meraviglia del viaggiatore. E la gioia immensa del ricongiungimento famigliare.

Una favola per grandi e piccini costata quattro anni di lavoro al suo autore: il disegnatore, illustratore, fotografo e regista Shaun Tan, australiano di origine malese.

Una geniale anomalia, come è stato definito. Un libro senza parole, dedicato ai piccoli, e pubblicato in prima istanza da un’editore di libri per bambini, e divenuto in breve uno dei best-seller letterari assoluti degli ultimi mesi. The arrival, tradotto alle nostre latitudini con “L’approdo”, ha vinto numerosi premi fra cui il prestigioso Fauve D’Or all’ultima edizione del Festival International de la Bande Dessinée d’Angoulême.

Sotto, un elenco di alcuni appuntamenti, organizzati dagli amici di Hamelin.

* Martedì 23 marzo – H 15.30
Sala Notturno, blocco C
Xanadu. La biblioteca ideale per adolescenti
Presentazione della guida bibliografica Xanadu. La biblioteca ideale.

Logo_bookfair Romanzi, fumetti, scrittori, momenti culturali e generi narrativi, pensati per adolescenti. Una guida bibliografica che vuole essere una biblioteca ideale per ragazzi, nata dopo cinque anni di progetto e di lavoro insieme ad insegnanti e bibliotecari di tutta Italia.
Intervengono: Nicola Galli LaforestHamelin Associazione Culturale; Bruno Tognolini – scrittore; Tiziana Nanni – Biblioteca Salaborsa Ragazzi di Bologna; Alberto Bellelli – Assessore alla Cultura del Comune di Carpi; Emilia Ficarelli – Biblioteca Il falco magico di Carpi.

Al Caffè degli Illustratori l’associazione curerà tre incontri:LTI Korea_banner_ver2

* Martedì 23 marzo – H 15.00
Presentazione della mostra Iela Mari. Il mondo attraverso una lente
Intervengono: Loredana Farina, Giusy Quarenghi, Francesca Archinto
Conduce Giulia Mirandola, Hamelin Associazione Culturale

* Martedì 23 marzo – H 16.00
L’arte di Shaun Tan
Intervengono: l’artista australiano Shaun Tan e Helen Chamberlain, consulente editoriale
Conduce: Emilio Varrà con Luca Raffaelli.

* Giovedì 25 marzo – H 16.30
Presentazione della mostra Ultima Fermata
Interviene l’artista Maja Celija (foto sotto, mentre lavora).
Conduce Ilaria Tontardini, Hamelin Associazione Culturale

Maja1

Chi si trova a Bologna, sempre il giorno 25, al Paladozza, può (forse) assistere alla singolare serata con Michele Santoro, Daniele Luttazzi, Serena Dandini, Marco Travaglio, Vauro, la squadra di Annozero e molti altri ospiti del mondo del giornalismo e dello spettacolo non asserviti all’impresentabile Signore Feudale.

Vignetta_vauro_510 E’ una forma elementare e doverosa di testimonianza a difesa della libertà di stampa e dei diritti costituzionali ogni giorno vieppiù calpestati con disprezzo (purtroppo) dal governo e dalla maggioranza alla quale fa riferimento.

Una delle personalità internazionali più in vista e rispettabili, in palese contrasto con gli atti ridicoli e distruttivi dei berluscones, Al Gore, ex vicepresidente Usa, ufficializza la messa in onda di questo programma, dal titolo Rai per una notte. Lo trasmette su Current (Sky 130), il canale italiano del network globale di scambio d’informazioni e attualità che lui stesso ha fondato nel 2005, insieme all’avvocato Joel Hyatt.

Anche in USA, e non da adesso, ci compiangono per l’abisso nel quale l’Italia è stata spinta, e tentano di darci una mano, il che consola, in qualche modo.
Speriamo che ci siano effetti positivi, ora che gli States, e in particolare Barack Obama, hanno visto la loro più difficile battaglia, investendo sulla sanità pubblica, contro le lobbies.

Sotto, un dialogo tra Santoro e la Dandini di qualche giorno fa a Parla con me, un’altra delle trasmissioni che l’Imbufalito Inquisito ha tentato di censurare, dopo che per fargli un favore era già stato cacciato il non asservito direttore di Rai Tre Paolo Ruffini.
A proposito di tale questione, come forse è sfuggito ai più, Ruffini ha fatto causa alla Rai.

La pubblicazione di intercettazioni che riguardano il direttore generale berlusconiano della Rai Mauro Masi potrebbero risultare decisive per reintegrare Ruffini alla direzione di Raitre. “Stiamo aggiustando la Rai, stiamo facendo di tutto, abbiamo mandato via pure Ruffini”: questa la frase di Masi che potrebbe dare una svolta decisiva alla causa davanti al giudice del lavoro già intentata dall’ex direttore di rete. Ruffini non ha mai accettato il suo spostamento al nuovo progetto di RaiDigit, motivando la sua defenestrazione come una manovra politica della destra berlusconiana (e così si è rivelato essere).

In considerazione delle parole che sarebbero state pronunciate proprio da Masi, il tribunale potrebbe dare ragione a Ruffini in quanto, Statuto dei lavoratori alla mano, il lavoratore discriminato e trasferito per motivi sindacali o politici deve essere reintegrato nella sua precedente occupazione; quindi, la funzione da cui è stato allontanato.

Anche se Antonio Di Bella, che ha sostituito Ruffini, è bravissimo, la legge è legge.
Ci sarà una condanna per Masi e per chi lo ha spinto a compiere un’azione antisindacale?
Vedremo.

Workshopinvite.JPG