Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

ERNESTVIRGOLA & HANCHIPINCHI E PANCHI MANGIANO LE LASAGNE

Copertina_fronte

Ribadiamo e volentieri pubblichiamo: dal 4 all’8 marzo 2009 Bologna è invasa(ta) dai comics con la III edizione di BilBOlbul. Festival Internazionale di fumetto a cura di Hamelin Associazione Culturale. Il Festival è promosso da: Comune di Bologna, Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, Assessorato alla Cultura e Pari Opportunità della Provincia di Bologna (ben altra cosa, rispetto al ridicolo ministero della Carfagna-dall’occhio-spippato), Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, Fondazione Del Monte, Cineteca di Bologna, Museo Civico Archeologico di Bologna, Pinacoteca Nazionale di Bologna, Accademia di Belle Arti di Bologna, Biblioteca Sala Borsa, Banchetto di Caldarroste di Via Maltaglioni-gavotti-Ruzzieri SrL.

Un megamix di allegria che oseremmo (e oserebbero) dire dinamitardo e funambolico (o anche letargico e bradicardico) si prospetta ai Superamici
in occasione della kermesse fumettesca di BilBOlbul, a Bologna in luoghi vari che non vi sto a dire.
Due motivi per esserci?

1) Un albetto speciale (sì, ok, ridotto) di Hobby Comics, gagliardamente nomato Hobby Comics 1 e 1/2, atto a racchiudere (sì, ok, in bianco e nero), l’altrettanto gagliarda storia a bivi che andrà a intasare, in formato titanico, l’area pedonabile antestante al Nettuno.
Tale albetto sarà GRATIS (avete capito bene! albetto!) per tutta la durata del festival, e alla cifra risibile di 2 euri per quei pochi la cui dabbenaggine avrà fatto perdere questo sfizioso evento.

2) Hanchi Pinchi e Panchi, la nuova forzuta fatica di Maicol e Mirco, uscirà (in anteprima) per i prestigiosi tipi di Coconino Press. Brindiamo tracotanti con dei crani di plastica, che la lavastoviglie è guasta.

Per gli appassionati di link, ulteriori informazioni sono reperibili sul sito del festival:
http://www.bilbolbul.net/

Se non ne avete abbastanza, beccatevi anche gli strali farneticanti di Tuono Pettinato sul sito di Zero:
http://bologna.zero.eu/eventi/2009/03/04/bilbolbul-festival-internazionale-di-fumetto-2/

3) Motivo tre: anteprima della mostra fotografica MINIMA di Raffaele Gaioni e degustazione Drusillo, ernestcocktail di Rebecca Rossi a base di Pignoletto DOC “Colli Bolognesi” Az. Gradizzolo.
Fumetti, torneo di calciobalilla Tutti contro Cattani e presentazione del progetto d’arte culinaria ernestcatering a cura di Samantha Luciani, Sara Pavan & erneststaff.

Ma cosa c’entrano foto, cocktail e catering con i fumetti?

Raffaele Gaioni ruba immagini per strada, nell’attimo impercettibile in cui lo sguardo arresta la sua corsa frenetica tra il grigiore a tinte forti di vetrine, cartelloni pubblicitari e insegne, tutte immagini costruite ad hoc per invadere in maniera più o meno cosciente il nostro immaginario e che sono espressione di una comunicazione falsa. Sono immagini raccolte passivamente durante la giornata e che riaffiorano inaspettate. Immagini minime che resistono nella nostra memoria.

La storia è concorde nel riconoscere a Giulio Cesare l’intuizione e la capacità di accattivarsi il favore del popolo con grandi feste e spettacoli.
A bilbolbul!

Molto dopo, Andy Warhol ha ribadito, con parole e opere, il fertile connubio tra arte e business. E adesso il “vino fai da te” è sempre più di moda fra politici e artisti.
Facendo un cocktail di marketing, storia e arte e con un riferimento a Eugenio Montale nel nome, è nato il Drusillo, l’ernestcocktail creato da Rebecca Rossi, presentato in anteprima alla festa ufficiale del Festival, in collaborazione con l’azienda agricola Gradizzolo di Monteveglio. Gadget della serata, uno speciale sottobicchiere disegnato da Sara Pavan.
Minima

.

Stessa ispirazione per l’ernestcatering, progetto d’arte culinaria e imprenditoria femminile, nonostante la crisi dei mercati.

“Trovarsi dentro uno spazio dai confini imprecisati è il modo migliore per perdersi, ma anche per avere un potenziale di crescita molto ampio ed Ernest è caratterizzato soprattutto da questo potenziale”, spiega Samantha Luciani: “Viviamo in quella che è stata definita modernità liquida, l’epoca della flessibilità e del continuo vagare alla cieca in cerca di nuove opportunità, quindi tanto vale invitare tutti a un brindisi di ottimismo”.

.

CALCIOBALILLA

E il torneo di calciobalilla? In realtà, a Francesco Cattani manca la condizione necessaria per essere considerato un vero giocatore di calciobalilla: l’aver passato interi pomeriggi in parrocchia a giocare con gli amici prima del catechismo. Figlio di genitori anticlericali, non è mai stato battezzato, conosce le parabole della Bibbia solo grazie allo studio della storia dell’arte.
L’anticristo del calciobalilla in pratica. Ma Francesco è stato eletto capro espiatorio del gruppo.
Tenendo i signori fumettisti occupati con i loro primordiali impulsi alla competizione, le signore fumettiste potranno fare salotto in tutta tranquillità, brindando con l’ernestcocktail Drusillo.
HANCHIPINCHI E PANCHI

ERNEST,

Ernestvirgola – così si pronuncia – è un’etichetta indipendente dall’inconfondibile stile antigrafico che produce albi a fumetti, libri, cd e bizzarrie varie. Il gruppo: i fondatori Sara Pavan, Vincenzo Filosa e Francesco Cattani, con Alessandro Lise e Alberto Talami, Laura Camelli, Giusy Noce, Samantha Luciani e Rebecca Rossi. Il gadget- simbolo è il bottone.

Perché Ernest? Riprendendo Oscar Wilde, per l’importanza di essere onesti e diretti.
Perché la virgola? È presto per mettere un punto e perché Ernest è uno dei progetti nell’elenco di ciascun componente; negli elenchi, ci sono le virgole.

www.ernestvirgola.blogspot.com

Invece, il lavoro di Maicol e Mirco è edito da Grrrzetic, Vico Valoria, 40 r, 16123 Genova
www.grrrzetic.com
info@grrrzetic.com

.