Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

BUON COMPLEANNO, GIORGIO! Ovvero: TUTTI A REGGIO!!!

Foto_giorgio

Il 7 novembre 1928 nasceva a Milano Giorgio Rebuffi (qui a lato nella foto, ritratto qualche anno fa).
Ergo, se la matematica è un’opinione solo qualche volta ma non questa, Giorgio festeggia adesso il suo OTTANTESIMO COMPLEANNO!

AUGURONI!!!

Per chi non lo sapesse, il grande Giorgio inizia la sua produzione fumettistica nel 1949 creando lo sceriffo Fox per le Edizioni Alpe quando è ancora studente universitario.

Poi, la casa editrice gli affida anche Cucciolo, e Rebuffi umanizza i personaggi principali (Cucciolo e Beppe) differenziandoli dalle precedenti versioni antropomorfe tratteggiate da Rino Anzi.

Sarà poi la volta di Tiramolla (su testi di Roberto Renzi) e, più o meno lo stesso periodo, del menagramo Giona, per poi passare a Trottolino, il panda Lucky Loris, il fantasma Aiace, Tom Porcello e il gorillastro Artemidoro.

Blog_pugacioff

Foltissima e ricca di spunti e idee è la galleria dei suoi personaggi, per i quali tutti lo ringraziamo, specialmente chi, come me, sulle sue storie si è formato o addirittura ha imparato a leggere. In questo post ne vediamo alcuni, dal lupo Pugacioff allo sceriffo Fox, dalla cugina Peppa al canguro Kocho

C’è anche una caricatura di Giorgio (chiamato Gio Reb inequivocabilmente) che compare in una vignetta di Pon Pon sottoforma di “fungo pittore”, disegnato da Luciano Bottaro.

Forse, con un giorno di ritardo, Giorgio festeggerà il suo ottantesimo compleanno alla Mostra Mercato del Fumetto di Reggio Emilia, giunta alla sua 41ma edizione, dove spesso ci ritroviamo, una o due volte l’anno (ma almeno una, sempre).

Questa volta accadrà sabato e domenica (8 e 9). Organizzata come sempre dall’ANAFI (Associazione Nazionale Amici del Fumetto e dell’Illustrazione) e dall’Arci di Reggio Emilia nei padiglioni delle Fiere di Reggio Emilia, è ospitata in via Filangieri 15, nell’ambito della 20ma fiera reggiana del collezionismo denominata Cambi&Scambi.

Da non perdere!

Trattasi della manifestazione più importante dello Stivale per quanto concerne il cosiddetto “fumetto antiquario”, “dèmone” che fa riunire e convergere a Reggio i collezionisti da tutta Italia alla ricerca di piccoli tesori, preziosi per ognuno in modo diverso, a seconda anche del significato e dei ricordi, delle emozioni che essi suscitano in tutti gli amanti di questo genere di letteratura disegnata, giovani o vecchi che siano, anagraficamente o di esperienza collezionistica.

A Reggio si possono trovare quei fumetti che non si “incocciano” da nessuna altra parte, grazie alla presenza di circa centocinquanta fra espositori e collezionisti privati, con numerose case editrici amatoriali che stampano, o ristampano, le avventure degli eroi popolari nel passato.

Se, dunque, l’appuntamento reggiano è atteso ogni volta da migliaia di appassionati collezionisti di fumetti, questa edizione verrà certamente ricordata per le iniziative legate ai Cento anni di fumetto in Italia, partendo dal centenario della prima uscita del Corriere dei Piccoli, datata 27 dicembre 1908 (data pretestuosa, ma da qualche parte bisognava pur cominciare).

Blog_giorgio_rebuffi_in_pon_pon1

Come abbiamo già spiegato qui, il Ministero delle Comunicazioni ha approvato l’emissione nel corso del 2008 di un francobollo celebrativo dei 100 anni dall’uscita del primo numero del Corriere dei Piccoli. Per il mondo del fumetto italiano si tratta di un evento: è molto raro infatti, a differenza di quanto accade in altri paesi, che in Italia il fumetto conquisti tale riconoscimento!

Per l’occasione, a trenta disegnatori di fumetti e illustratori italiani è stato infatti chiesto di produrre un disegno a colori con la loro personale interpretazione del francobollo per i 100 anni del Corriere dei Piccoli. I disegni originali saranno quindi esposti durante la Mostra del Fumetto, nel Padiglione espositivo, fianco a fianco con gli stand commerciali e collezionistici.

Peppa

Davvero prestigioso è lo schieramento di autori che si sono resi disponibili: Mario Alberti, Giancarlo Alessandrini, Sergio Asteriti, Athos, Paolo Bacilieri, Severino Baraldi, Roberto Bonadimani, Massimo Bonfatti, Roberto Bottazzo, Bruno Brindisi, Renzo Calegari, Giorgio Cavazzano, Paolo Cossi, Roberto De Angelis, Raffaele Della Monica, Luca Enoch, Giuseppe Franzella, Leone Frollo, Ferdinando Fusco, Stefano Intini, Corrado Mastantuono, Lara Molinari, Franco Oneta, Giuliano Piccininno, Paolo Piffarerio, Luca Salvagno, Luigi Simeoni, Luigi Siniscalchi, Rodolfo Torti, Paolo Zaniboni.

Le loro opere, tutte originali e preparate per l’occasione, saranno riprodotte e raccolte in un catalogo a colori di 40 pagine che sarà impreziosito dalla presenza, in seconda e terza di copertina, di due cartoline a tema fumettistico affrancate e annullate con francobollo celebrativo e annullo speciale. Solo in occasione della Mostra, il catalogo / folder così completo di cartoline e annulli verrà venduto al pubblico a 25,00 euro.

Nell’ambito delle due giornate sono naturalmente previsti in giro diversi ospiti del appartenenti al mondo del fumetto nostrano, molti dei quali protagonisti della mostra dedicata al Corrierino, fra i quali Sergio Asteriti, Athos, Severino Baraldi, Roberto Bonadimani, Massimo Bonfatti, Clod, Stefano Intini, Giorgio Montorio, Claudio Nizzi, Paolo Piffarerio, Luca Salvagno, Gigi Simeoni.

Ma non è finita qui!
Per stimolare nuove adesioni all’associazione per l’ormai imminente 2009, l’ANAFI ha preparato il primo volume riservato ai soci, ed è una vera sorpresa: un volume con due lunghe avventure inedite in Italia del Sergente Kirk, uno dei personaggi più amati creati dal grande Hugo Pratt.
Poi, viene presentato il numero 67 della rivista FUMETTO, strumento indispensabile per gli appassionati e i collezionisti che hanno a cuore gli aspetti storico-filologici delle nuvolette.

.
BONUS SPECIALE OMAGGIO!

Chi si lamentasse perché in questo post non metto alcun video, plachi la sua ira, perché lo smentisco subito.

Poiché Rebuffi e altri colleghi dello Studio Bierrecì si sono occupati anche di Bugs Bunny e di altri personaggi della Warner Bros., posto dei rari filmati pubblicitari, inediti in Italia, presesentati in una remota puntata del Bugs Bunny Show settimanale, con un comprimario dalle penne nere piuttosto geloso.

.

La rarità del footage farà scusare la qualità non eccelsa dell’immagine, con anche qualche “spuria” in colore. Le animazioni sono dirette da Chuck Jones e Friz Freleng.
Bisogna ringraziare Matthew Hunter per aver salvato questo materiale su una vecchia videocassetta.