Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

PIAZZETTA LUCIANO BOTTARO

Piazzetta_luciano

A un anno dalla scomparsa di Luciano Bottaro, la sua città, Rapallo, si ricorda di lui con l’inagurazione di una piazzetta a suo nome: quella antistante al Castello del lungomare, dove si tiene da decenni la Mostra Internazionale dei Cartoonist, e che Luciano aveva raffigurato tante volte nei suoi fumetti.

Una mostra che ricorda le vignette e le immagini realizzate da Luciano con il Castello, è stata allestita questa mattina in onore del grande fumettista, non solo un disegnatore, bensì un “autore di fumetti”, come lui stesso amava essere definito.

Piazzetta

La cerimonia, di cui è stata madrina la figlia Graziella, ha avuto luogo alle ore 11.00, alla presenza delle autorità cittadine, e ha compreso un intervento dell’amico-collega Enzo Marciante (nella foto qui a sinistra), che ha collaborato a lungo con Luciano, anche per qualche storia disneyana a fumetti realizzata a quattro mani.

Molti ringraziamenti, per queste immagini, ad Annabella, figlia di Luciano, e a Diego Ceresa, calligrafo e collezionista di comics (soprattutto USA), che è menzionato anche in un commento scritto sotto al presente post.

Onore al Maestro del Fumetto rapallese sarà reso anche con una iniziativa del Museo del Fumetto di Angoulême, che nella prossima edizione della sua rassegna, della quale vi parleremo a tempo debito (24-27 gennaio 2008) dedicherà a Bottaro una mostra personale e un catalogo.
Per il momento, vedi al sito ufficiale: www.bdangouleme.com/

Sindaco_e_gente

Nell’immagine qui a destra, un momento della cerimonia, con il Sindaco di Rapallo e un primo gruppo di presenti.

L’iniziativa della Piazzetta Luciano Bottaro, come ci hanno fatto notare dei visitors, fa seguito a quella dell’ormai lontanuccio mercoledì 19 ottobre 2005, quando il Sindaco di Roma Walter Veltroni, non ancora imitato da Crozza, e l’Assessore musicale Gianni Borgna hanno inaugurato le targhe toponomastiche del comprensorio romano Torrino Mezzocammino, dedicate ad alcuni grandi del Fumetto italiano.

Onore al merito, benché il quartiere non sia considerato (col senno di poi, ma le intenzioni erano buone) fra i migliori. Probabilmente era uno dei pochi “libero” e atto a essere dedicato ai nostri colleghi fumettisti, visto che stava sorgendo proprio allora, un paio di anni fa.

Sono state sistemate da quelle parti le targhe delle nuove strade, vie e piazze come Viale Gianluigi Bonelli, Largo Guido Buzzelli, Largo Erio Nicolò, Largo Bruno Angoletta, Via Franco Bonvicini, Piazza Andrea Pazienza, Largo Dino Battaglia, Via Andrea Lavezzolo, Largo Sebastiano Craveri, Viale Hugo Pratt, Piazza Attilio Mussino, Largo Walter Molino, Largo Sorelle Giussani, Piazza Federico Pedrocchi, Via Rino Albertarelli, Largo Guido Martina, Via Franco Caprioli, Largo Carlo Cossio, Piazza Benito Jacovitti, Viale Aurelio Galleppini, Via Roberto Raviola, Largo Franco Bignotti, Via Rinaldo D’ami. Tanti amici che non ci sono più e che adesso sono nominati, anche solo dai navigatori satellitari.