Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

ANCORA SULLA STORIA E I FUMETTI

Blog_ben_and_me

Il fumetto di Paul Revere del quale si vede la copertina nello scorso post (e che natural-mente ha il © Disney) non è stato tradotto in italiano, e forse anche per questa ragione molti lettori nostrani ignorano che Revere è passato alla storia soprat-tutto per la sua eroica cavalcata notturna che il 18 aprile 1775 vanificò il tentativo degli inglesi di assaltare i depositi di armi e munizioni dei coloni insorti.
In compagnia dell’altro patriota William Dawes, Paul Revere cavalcò fra le prime ore della sera fin oltre la mezzanotte fra i centri di Charlestown e Lexington, per avvertire i capi della rivolta (Samuel Adams, John Hancock e Samuel Prescott e) dell’imminente arrivo dei soldati inglesi sbarcati a North Beach.

Di Alex Toth, che ha disegnato il fumetto, i lettori italiani conoscono invece una sublime versione di Zorro, della quale posto una vignetta. Anche le avventure di Diego de la Vega, in questo caso ispirate al serial disneyano interpretato da Guy Williams, si riferiscono comunque a fatti della storia d’America, pur romanzati più o meno tomanticamente.

Tagliando corto (si fa per dire), colpisce la disinvoltura con cui in Paesi diversi dal nostro, dei personaggi di pura fantasia si relazionano con figure di enorme spessore politico della Storia, anche recente e “poco tranquilla”. Mentre in Francia Topolino, nel suo celebre ciclo “Mickey à travers les siecles”, ottiene attenzione e consenso proprio interagendo con personaggi della storia locale, come La Fayette, Léon Gambetta, o Napoleone Bonaparte, è difficile ipotizzare qualcosa del genere con omologhi italiani (Garibaldi, Mazzini o Cavour, per esempio).

Blog_zorro1

Di Garibaldi, scrive invece, e a più riprese (e disegna) Enzo Marciante, che in passato aveva realizzato una serie di episodi sull’eroe dei Mille con i testi del compianto giornalista e amico Franco Fossati.

Così Marciante descrive il suo lavoro recente, racchiuso nel volume “I Mille live”: “Ho concentrato l’attenzione sull’impresa dei Mille, scavando nell’inconsueto, premiato da buoni risultati di ricerca. Quello che racconto in questa graphic novel costituisce un affresco di alcune delle più improbabili quanto documentate curiosità di varia umanità emerse dal riesame dell’Impresa. Quasi sicuramente inedite in epoca attuale, comunque sepolte sotto la sabbia del tempo, sconosciute alla maggioranza dei lettori del 21° secolo.
“Ho cercato di dare rilievo all’attendibilità ambientale, con la resa dei profumi intensi, della luce abbagliante di un’estate siciliana di zagare e di siepi di fichi d’india spinose, di arcaiche esperienze locali, inquietanti anche per i comunque arcaici protagonisti dell’avventura.Uso lo sguardo curioso e disincantato di un fotografo loro contemporaneo per seguire, passo passo, la ” conquista di liberazione” di un Regno apparentemente tra i più solidi, ricchi e stabili dell’epoca. Il mio Achille Baiocchi, che si ispira ad una figura realmente esistita, si è imbarcato volontario con un bagaglio di ottiche e lastre, treppiedi e collodio umido al seguito.Un garbato rispetto delle inflessioni dialettali contribuisce all’arricchimento cromatico del mosaico di varie umanità che confluisce nel teatro degli avvenimenti.”

Domenica prossima, 12 agosto, Enzo Marciante presenta l’opera (della quele vedete nel post precedente copertina e un’immaginetta col minuscolo Gary appena nato), alle ore 19,30 presso il Museo della Civiltà Contadina “Cap. G. Pendola”, ricavato nell’antico complesso molitorio di San Maurizio ai Monti, frantoio e mulino da cereali mosso da un’unica ruota idraulica centrale risalente al sec. XVII.

Si parlerà del fumetto dopo la cerimonia di inaugurazione della targa posta a ricordo del Capitano Giovanni Pendola, garibaldino nell’Impresa dei Mille. Con l’aiuto di Emilio Carta, storico e giornalista, Marciante illustrerà al pubblico intervenuto le tecniche di realizzazione dell’opera in vendita on line, attraverso l’esposizione di disegni originali, bozzetti e stampe.

Per riferimento all’opera citata e al suo autore, noto in particolare per la celebre “Storia di Genova” a fumetti ed. Sagep e della più recente Storia del Porto a fumetti per l’Autorità Portuale, ed. De Ferrari, si consiglia l’esaustivo www.marciante.it, sito ufficiale del cartoonist genovese.

Per ogni informazione sulla particolare località, riferirsi al sito dell’associazione culturale ” La Cipressa” che ne cura la gestione = www.lacipressa.it

Il volume di Enzo Marciante è in vendita a € 16.00 on demand su = http://www.lulu.com/content/1000686

© Disney anche per le avventure di Beniamino Franklin! Mentre per Zorro (vedi http://www.zorro.com/), è degli attuali aventi diritto: © 2007 Zorro Productions, Inc., anche se i fumetti sono stati (ottimamente) realizzati a suo tempo dalla Wstern, licenziataria Disney.