Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

UN NUOVO “LIFE SAVERS” DI CARL BARKS E DAAN JIPPES!, di Andrea Cara

LifeJippes1

Chiedete a uno statunitense se ha Life Savers, e certamente vi indirizzerà al più vicino drugstore dove potrete acquistare delle dolcissime caramelle “tutti gusti” (quelle colorate e col buco).

Se invece lo chiederete ad un fan di Carl Barks vi porterà a vedere la sua preziosissima collezione di fumetti Disney nella quale non potrà certo mancare la storia di Barks Le Giovani Marmotte improvvisate salvatrici (Life Savers in lingua originale, appunto).

Barks nel 1994

E’ finalmente uscita sul Walt Disney Comics and Stories #715 (gennaio 2011), in lingua inglese e negli USA, una nuova versione della storia del classico di Barks Life Savers, ridisegnata dal bravissimo Daan Jippes (in apertura e sotto, tre tavole della storia; © Disney come le altre immagini di questo post, NfT).

LifeJippes2
2

LifeJippes3
3

Come si sa, successivamente al suo pensionamento nel 1966, Carl Barks è stato convinto da Chase Craig a continuare a disegnare (o per meglio dire tratteggiare) diverse storie per la Western sotto forma di scripts/storyboards.

Queste storie (ventotto in totale, di cui una con protagonista Paperone, tre Paperino e ventiquattro le Giovani Marmotte) sono state poi utilizzate e disegnate in maniera definitiva da diversi altri autori; Kay Wright, Tony Strobl e John Carey soprattutto, ma poi il nostro Giovan Battista Carpi e anche Mau Heymans e poi infine l’olandese Daan Jippes. In particolare Daan Jippes ha voluto ridisegnarle tutte, per seguire in maniera il più fedele possibile lo script originale di Barks.

Strobl

La nuova versione di Life Savers vede ora la luce negli USA, dopo essere stata pubblicata, nel corso di due anni, nei paesi scandinavi in Brasile, Francia e Olanda… e speriamo che riesca a vedere la luce anche da noi.

Perché ci interessa questa storia? Innanzitutto è la seconda delle storie con protagoniste le Junior Woodchucks scritte da Barks in pensione.
Risulta arrivata in redazione il 10 ottobre 1969 e poi pubblicata, su disegni di Tony Strobl sul numero 6 del JW magazine dell’epoca (Huey, Dewey and Louie Junior Woodchucks). Sopra, la sua prima tavola.

Come tutte le storie del Barks pensionato è stata disegnata, nella sua stesura pubblicata, da una altro autore; in questo caso Tony Strobl. Ma come è vero che Jippes si è affidato allo script originale di Barks per tutte le storie precedenti (godiamoci la prima pagina di King Scrooge The I nella stesura di Barks, la prima riscrittura di Tony Strobl e la definitiva di Daan Jippes), di Life Savers non sappiamo ancora se esista lo script originale di Barks o se invece Jippes abbia elaborato una sua versione partendo dalla storia già disegnata da Strobl.

Mentre aspettiamo lumi sulla vicenda ci chiediamo se a quasi 11 anni dalla scomparsa del grande maestro dell’Oregon siano finite tutte le sorprese.
Sappiamo già che questo non è vero!

A breve comparirà nel Donald Duck (and Friends) di febbraio, sempre negli USA, una nuova versione della storia Da qualche parte, in mezzo al nulla (Somewhere in Nowhere) a suo tempo pubblicata in anteprima mondiale sul Tesori Disney 3 (il vecchio Tesori, non il nuovo [n.d.r.]). L’anticipazione è che questa storia, sempre sceneggiata da John Lustig, come la prima, ripercorre più fedelmente la trama anticipata dal maestro.

Sarà poi vero? Ai lettori l’ardua sentenza!

KingScroogeBarks1

KingScroogeStrobl1