Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

TRE PERSONAGGI DI “EPIC MICKEY” (con un cenno a MARY BLAIR)

Epic-Mickey

5.21_mary_blair

Come si conviene in questi casi, le notizie, le indiscrezioni, le immagini e i filmati, più o meno ufficiali, arrivano cin il contagocce per far salire la tensione delle aspettative. In questo caso, ecco tre personaggi realizzati in compter graphic (almeno il primo sembra quasi una statuetta da collezione) annessi al nuovo videogioco Disney del quale abbiamo già parlato a lungo, e che fra un paio di mesi andrà finalmente in distribuzione.

Come si vede, Pietro Gambadilegno, che torna a essere il “vecchio” Peg-Leg Pete (con la protesi lignea “pre-scarpa”) è camuffato come un personaggino dell’attrazione It’s a Small World, disegnata su progetto di Mary Blair per il parco di Disneyland (Anaheim, California) e poi riprodotta con le modifiche del caso anche altrove, come a Marne-La Vallée, presso Parigi.

Mary_blair

Blair-collage

_MaryatDisney

Sotto, un video amatoriale con foto di Mary (con Walt Disney) e della sua attrazione It’s A Small World (e con pubblicità, illustrazioni e così via).

Lee 4

Sopra, un bozzetto di Lee Blair per Fantasia (1940). Già che c’ero…

Perché privarci del delizioso trenino immaginato dalla Blair per I tre caballeros?

© Disney per questi estratti come per la maggioranza delle altre immagini di questo post.

Montreal-april-12-mary-blair

Gli altri due personaggi di questa ennesima anticipazione su Epic Mickey sono il coniglio Oswald (the Lucky Rabbit) e il buon Donald Duck, ridotto come fu Ezechiele Lupo nell’Inferno di Topolino. Pelle e ossa, quantomeno.

Epic-Mickey-1

Epic-Mickey-2

Topolino sembra triste a essere animato in un rigido 2D.

Molto meglio il 3D, sembra suggerire questo ulteriore assaggio di Epic Mickey. Dove, con una versione stilizzata di Gremlin Gus, la visita a Mean Street (non Main Street, attenzione!) li conduce davanti a una statua di Walt Disney che ha per mano Oswald, in vece sua!

Pare che queste sequenze non saranno incluse nel videogioco definitivo.

Secondo lo storico-critico Jerry Beck “The 2D cut-scenes in the game were produced by Austin, Texas-based Powerhouse Animation Studios.”