Nova100
20 Settembre 2013

LA MOSTRA DI MACCHIAVELLO, A RAPALLO!

Macchia

La connessione Internet è peggio che infame, sempre grazie alle solite condizioni disastrate di manutenuzione delle centraline telefoniche.
Che l’Italia sia un Paese completamente allo sfascio, gestito da quelli che l’Alighieri definiva con competenza dei “Mangiapane a tradimento” si vede anche da questi particolari marginali ma significativissimi.

Per cui, il tempo della nostra vita diminuisce, poiuché questi infami ce ne rubano molto, impedendoci di fare cose più simpatiche e dilettevoli.

Cover_sceneggiatore_small

Quindi, ladies & genderbops, taglio corto, giunto ormai al terzo tentativo di mettere online un post su questa iniziativa che si prospetta interessante e degna di attenzione.
Il rischio è che anche quanto vado scrivendo si perda nel nulla e che lo stesso (il nulla) venga trafitto solo dai lamenti diffamatori fiondati all’indirizzo del nutrito Pantheon di divinità a disposizione degne di essere nominate invano.

Ordunque, si parlerebbe della Mostra Internazionale dei Cartoonists (M.I.C.) di Rapallo, organizzata dall’Associazione Culturale Rapalloonia, una manifestazione che storicamente metteva in mostra tavole “storiche” meravigliose come le strisce di Walt Kelly, o come quella immediatamente sotto, della serie Out Our Way, e una gran parte delle quali è adesso ammirabile sulle pareti del ristorante U Giancu, di Fausto Oneto.

Out Our Way

Walt Kelly

Disegno-don-rosa

La collezione di Fausto, poi, è stata arricchita nel tempo da tavole appositamente dedicate, come quella sopra, del grande Don Rosa.

Bimbo-mattotto

O come questa illustrazione di Lorenzo Mattotti.

La mostra ha quest’anno come protagonista l’eclettico illustratore, animatore e disegnatore Enrico Macchiavello, noto al grande pubblico soprattutto per i personaggi ironici e grotteschi creati per gli spot televisivi della birra Ceres e delle figurine Skifidol.

Sua era anche la copertina del manuele di sceneggiatura scritto a suo tempo da Sergio Badino (vedasi sopra).

La casa editrice Tunué, che l’aveva pubblicato, ora gli dedica un catalogo esclusivo che offre un’imperdibile panoramica sulla sua opera macchiavellesca e sulle sue collaborazioni.

A partire da sabato prossimo, 21 settembre, le sale dell’Antico Castello sul Mare di Rapallo si coloreranno delle inconfondibili opere Macchiavelliche: illustrazioni e storyboard delle pubblicità della Ceres, le figumatte tutte da ridere dei personaggi Skifidols (collezione realizzata per Officina Comunicazione), piccole sculture, peep show (scatole per guardoni) e altre opere ancora.

Fatta grossa

La Mostra, giunta alla sua 41ma edizione, vede il passaggio di consegne ai vertici da Carlo Chendi, presente sin dall’inzio delle iniziative fumettistiche nella città, al suo efficientissimo discepolo Davide Caci, che diviene a tutti gli effetti Art Director della manifestazione a partire dal 2014.

Enrico Macchiavello, classe 1974, cresce giocando con i colori e plasma in seguito la sua abilità artistica e professionale presso la casa editrice “Feguagiskia’ Studios” del poliedrico Gualtiero Schiaffino, alla Scuola del Fumetto di Chiavari e all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova.

Tra gli illustratori Italiani più conosciuti del momento, Macchiavello è dotato di un immaginario esplosivo e irriverente, che trova espressione nei dipinti, illustrazioni e pupazzi raffiguranti situazioni bizzarre e tragicomiche.

Tovagliettadiugiancu

La capacità di comunicare con immediatezza con grandi e piccini fa di lui, che non esita a definirsi come “una combinazione di Hyeronimus Bosch e Jacovitti, Caravaggio ed il Grande Puffo, mischiati in una nauseante ecstasi”, un artista universale. O meglio, così lo definisce la critica benevola, altrimenti il velo d’ironia non riuscirebbe a nascondere del tutto una presuntuosità che lo renderebbe un po’ antipatico (e non lo è, come si vede dall’intervista in video che lo riguarda).

Bene, domani riprendiamo con le novità del Giornalino, e intanto andiamo a farci una birretta. La marca non la dirò.

Appuntamento con la mostra dal 21 settembre al 6 ottobre
presso l’Antico Castello sul Mare di Rapallo
Orari Mostra: sabato e domenica 10.30/12.30 – 15.30/19.00;
ven – 15.30/19.00;
lunedì-mar-mer-gio normalmente è chiuso

La Mostra può essere visitata, tuttavia, anche nelle mattinate di martedì, mercoledì e giovedì esclusivamente previo appuntamento dalle scuole che ne facciano richiesta.

Per informazioni telefonare al 338 9775277 – carlo.chendi@alice.it