Nova100
22 Gennaio 2013

NANO CAMPEGGI, 90 ANNI FELICI

6a00d8341c684553ef00e55087d8328833-800wi

In occasione del 90° anniversario della nascita di Silvano Campeggi(Firenze, 23 gennaio 1923) Cartoonist Globale è stato invitato a un appuntamento al quale nnon vorranno sicuramente mancare i più fedeli appassionati degli argomenti trattati dl blog che anche in questo momento costoro stanno leggendo, vale a dire alla cerimonia per il saluto della Città a uno dei suoi più interessanti pittori e illustratori (in particolare cartellonista), attivo almeno da una settantina d’anni!

Il titolo dell’iniziativa è

Nano Campeggi – il sogno si è fatto manifesto

Domani, mercoledì 23 gennaio 2013
ore 18.00
Nel Salone de’ Dugento, a Florence

Interverranno

- Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Comunale
- Cristina Acidini, Soprintendente per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze
- Antonio Natali, Direttore della Galleria degli Uffizi

Sarà presente il pittore fiorentino, autore, fra le altre cose, del celebre poste italiano di Via col vento.

Campeggi_silvano

Poster100

BambijpgFra le benemerenze dell’artista nel presente millennio: nel 2001 il Comune di Bagno a Ripoli, località dove l’artista risiede, allestisce in mostra una selezione di 50 opere dedicate al cinema americano e pubblica il volume C’era una volta il cinema.

Nello stesso anno, evidentemente assai proficuo, a Modena si tiene la mostra di manifesti Il Mito (che ovviamente, è lui). A Siena realizza il drappellone per il palio dell’Assunta, e contemporaneamente una sua mostra è allestita nel Museo di Santa Maria della Scala: Pittura in diretta: È Palio.

Poster Bambii

Nel 2002, Nano, come tutti lo chiamano e come si firma, realizza un murale nel cinema di Lastra a Signa (Firenze): è il ritratto del giornalista Luigi M. Personè.
Intanto, a Bologna si tiene la mostra Il cinema ritrovato: Omaggio a Charlie Chaplin.

Nano (che in chiusura di post compare in una sua foto del 2011) è nato a Firenze nel 1923, appunto il 23 gennaio, e nel capoluogo che domani lo celebra frequenta la Scuola d’Arte. Gli capita la fortuna di essere allievo di grandi e celebrati pittori come Ottone Rosai e Ardengo Soffici.

Campeggi_silvano1

West Qui il link alla sua pagina di Wikipedia, che non a caso è in lingua inglese (gli italiani dovrebbero attrezzarsi per rendegli omaggio con una voce accettabile anche nella sua linga madre). In apertura di post, invece, una copertina delle rivista dell’Anafi Fumetto, che ha dedicato a Campeggi un inserto nel 2009, grazie anche all’opera di Alberto Becattini che lo è andato a trovare nello studio di Bagno a Ripoli, dove tuttora lavora.

Inizia la sua lunghissima carriera illustrando libri e giornali per diverse aziende grafiche. Trasferitosi a Roma nel dopoguerra entra nello studio del pittore Tamburi, conosce il cartellonista Martinati e viene attratto dalla cartellonistica cinematografica.

Così, ben presto Nano viene chiamato dalle case cinematografiche americane per la sua bravura nel ritratto e nell’inventiva. Dal 1945 al 1972 lavora per le maggiori case cinematografiche americane: Metro Goldwin Mayer, Universal, Paramount, RKO, Dear Film, realizzando più di 3000 manifesti: il già ricordato Via col vento, ma anche altri titoli leggendari come Un americano a Parigi, Cantando sotto la pioggia, West Side Story.

Casablanca

Campeggi