Nova100
04 Gennaio 2013

ADDIO A DECIO CANZIO

Gal_foto_8

Come scrive Tito Faraci, se Sergio Bonelli era Tex Willer, Decio Canzio (27 ottobre 1930 – 4 gennaio 2013) era Kit Carson.

Alla famiglia di Decio e a tutti gli amici Cartoonist Globale porge le più sentite condoglianze.

22901409_morto-decio-canzio-grave-lutto-nel-mondo-del-fumetto-italiano-0

Nato il 27 ottobre del 1930, Decio Canzio lavora nel mondo dell’editoria a partire dagli anni Sessanta, ma giungerà presso l’azienda editoriale della famiglia Bonelli solo nel 1973, collaborando a quella che allora è la casa editrice Altamira.

Scrittore, sceneggiatore di storie per la collana Il Piccolo Ranger, silenzioso tuttofare della casa editrice, della quale è stato direttore editoriale fino al 2006 (anno in cui ha lasciato l’incarico allo stesso Sergio Bonelli), Decio Canzio ha anche curato una collana importante per il Fumetto italiano come Un Uomo Un’Avventura.

Un uomo

Cepim

Nilon

Davide Castellazzi, nel suo blog Fumetti & Robot, ne traccia un’articolata biografia, alla quale vi rimando.

Così lo introduce:

Una casa editrice non è fatta solo di sceneggiatori e disegnatori, ma anche di redattori capaci, in grado di incanalare la creatività degli artisti entro progetti concreti, nonché di coordinare tutti gli aspetti della creazione di un fumetto.

In molti casi sono i redattori, più che i fumettisti, a dare “l’impronta” alla casa editrice, definendone linea editoriale e caratteristiche di fondo.
In casa Bonelli, uno dei redattori più affidabili e longevi, vero e proprio punto di riferimento per tutta la casa editrice, è Decio Canzio, che si è guadagnato il titolo di direttore generale della Sergio Bonelli Editore, ruolo che ricopre dagli anni Ottanta fino al dicembre del 2006
.