Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

WALT DISNEY PRESENTA PAPERINA E LE ALTRE

Boschi-Carpi-Scolari - Paperina e le altre

L’unica soluzione per rivitalizzare questo blog è depositarvi post veloci, con poco testo e semmai molte immagini, anche non di attualitò strettissima (benché non manchino gli argomenti da commentare).

Cominciamo con uno dei nostri libri, uscito nell’ormai remato 1993, in coincidenza con una tappa dell’indimenticabile mostra Topolino 60 anni insieme.

it_WDP___5

In un secondo tempo, dopo la regolare uscita in libreria, l’intera collana venne rilanciata sotto il titolo-ombrello “Le biografie degli eroi Disney”.

WALT-DISNEY-A-FUMETTI-PAPERINA-E-LE-ALTRE

Walt Disney presenta Paperina e le altre è di fatto l’ultimo dei volumi della collana che avevamo concepito, con Giovan Battista Carpi, sotto la direzione di Umberto Virri, allora presidente di The Walt Disney Company-Italia.

La collana era nata addirittura prima che la Disney Italia creasse la sezione Disney Libri, affidata in origine a Marina Migliavacca e da Chiara Tassan.
Era la fine degli anni ottanta, e all’inizio del decennio seguente la collana era nata.
Quando nel 1992 giunsero in Italia Frank Thomas e Ollie Johnston (sotto in una foto dove i due Nine Old Men di Walt Disney sono con Carpi, lo scrivente e Stefano Mirone (che però non è nell’inquadratura dello scatto sotto), cartoonist dell’Accademia Disney), due volumi della collana furono regalati, con dedica, ai due mostri sacri dell’animazione disneyana.

Luca Boschi G.B. Carpi -Frank Thomas- Ollie Johnston

L’illustrazione riprodotta in apertura di post, realizzata da Carpi a matita e completata per la collaborazione da Silvano Solari, è stata realizzata sulla base di un bozzetto a matita del titolare del presente blog, come la quasi totalità delle altre (comprese storie a fumetti) della collana.

Per la cronaca, è stato l’ultimo libro che ho scritto, ancora con una Olivetti Lettera 22 (benché già in precedenza, per esempio per I Disney Italiani prima edizione, già scrivessi con un Macintosh, che però si trovava in una diversa città da dove mi trovavo per questo libro su paperina – Milano).
Il periodo è indimenticabile perché mentre schizzavo i disegni da cui sarebbero magicamente nate le illustrazioni di carpi, e prendevo appunti sul testo con la penna biro, mi giunse la notizia tremenda, tramite la radio, dell’avvenuta strage fiorentina mafio-piduista di Via dei Georgofili. Era quindi la mattina del 27 maggio 1993. Il mondo della fantasia e della leggerezza, ancora una volta, si scontrava con la realtà più abietta e inumana.
L’esplosione dell’autobomba, imbottita con circa 277 chilogrammi di esplosivo, legata alle intimidazioni collegate allo scellerato patto Stato-Mafia, provocò l’uccisione di cinque persone.

Mentre continuavo a scrivere con la Lettera 22, con la rabbia di chi non potrà mai perdonare gli stragisti e i politici che hanno preso parte alla trattativa (e che in parte ancora aspettano la giusta condanna, sempre troppo tardiva), scriveva qualcos’altro, suppongo a macchina, se non con la penna, il poeta fiorentino e senatore a vita Mario Luzi (che in seguito avrebbe ricevuto gli insulti di una forza politica infame, i cui rappresentanti sono ancora nella cronaca quotidiana).

Sia detta per te, Firenze,
questa nuda implorazione.
Si levi sui tuoi morti,
sulle tue molte macerie,
sui tuoi molti
visibili e invisibili tesori
lesi nella materia,
offesi nell’essenza,
sulle tue umili miserie
ferma, questa preghiera.
I santi della tua storia
e gli altri, tutti,
della innumerabile corona
la portino in alto,
le soffino spirito e potenza,
ne cingano d’assedio
le stelle, i cieli,
le superne stanze:
«giustizia non ti negare
al desiderio degli uomini,
scendi in campo, abbi la tua vittoria!»

Sia detta a te, Firenze,
questa amara devozione:
città colpita al cuore,
straziata, non uccisa;
unanime nell’ira,
siilo nella preghiera.
Vollero accecarti, essi,
della luce che promani,
illumina tu, allora,
col fulgore della collera
e col fuoco della pena
loro, i tuoi bui carnefici,
perforali nella tenebra
della loro intelligenza, scavali
nel macigno del loro nero cuore.
Sii, tra grazia e sofferenza,
grande ancora una volta,
sii splendida, dura
eppure sacrificale.
Ti soccorra la tua pietà antica,
ti sorregga una fierezza nuova.
Sii prudente, sii audace.
Pace, pace, pace.

Recentemente l’illustrazione con Paperina e Paperino al cinema è stata venduta all’asta da Little Nemo, come si vede dal link di questa pagina.
Chi ne è stato il fortunato acquirente?

Collana Walt Disney Presenta - Luca Boschi - Giovan Battista Carpi

© Disney per l’immagine, e anche per quella che segue, ben assimilata, a Roma, dalla Giunta Raggi, stando all’assessore all’Ambiente della Capitale, Pinuccia Montanari: «Devo dire che la sindaca Virginia Raggi, anche recentemente, mi ha sollecitato all’utilizzo delle pecore e degli altri animali per effettuare questo lavoro. E’ un modo molto semplice, ma è anche molto interessante».

La Giunta Raggi legge Barks