Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

DICK VAN DYKE CONTRO DONALD TRUMP

lf-4
.
Il grande Dick Van Dyke, come tutte le persone intelligenti in USA, è stato un sostenitore di Bernie Sanders alla Casa Bianca. Adesso dovrà rassegnarsi ad appoggiare Hillary. Resta ciò che ha dichiarato con il clown dal volatile toupé: Trump as president will lead to war. Poco ma sicuro.
Sotto, l’intervista di Dick rilasciata sul tema alla CNN.

.

,

A questa pagina tutti i dettagli, per chi è interessato, su un episodio di cronaca del quale è stato vittima un paio di anni fa il buon Dick; mentre sotto, per ricordarlo, embedderei (se me lo concedete) un po’ di sue partecipazioni che ci riguardano e che, anche grazie al doppiaggio di Oreste Lionello, hanno influenzato le esistenze di qualche milioncino d’italiani.

Chi, infatti, non lo ricorda come mattatore del film Mary Poppins, dedicato alla tata creata da Pamela L. Travers che nel 1964 si trasforma nel leggendario film a scrittura mista siglato Walt Disney?

La pellicola (so che è inutile ricordarlo, ma vabbe’) narra le magiche performances di una governante capace di portare una buona dose di fantasia nel mondo grigio della City londinese e della gente che lo popola.

L’interesse di Walt per il soggetto risale addirittura al remoto 1939, quando la figlia Diane, bambina, sta leggendo avidamente i libri sulla tata. Pochi anni dopo, Walt invia il fratello Roy a Londra per cercare di acquistare i diritti cinematografici sull’opera, ma la Travers è assai riluttante ad acconsentire, nient’affatto convinta che il suo personaggio si potesse trasformare in modo naturale in una figura animata.

Solo dopo una ventina di anni si accorderà con Walt, a condizione che il soggetto del film sia da lei personalmente approvato.
Nel film il ruolo dello spazzacamino Bert è interpretato da Dick Van Dyke, che sotto vediamo in un video di qualche mese, mentre passeggia per gli Studi Disney di Burbank con il suo attuale “sostituto” Gavin Lee, il Bert del musical Mary Poppins, portato sulle scene nel 2008 con grande successo.

Seguono alcuni rapidi estratti della speciale apparizione sul palcoscenico fatta di Dick Van Dyke lo scorso 22 gennaio, nel corso dello show, quando era in tour a Los Angeles.

Courtesy of Entertainment Tonight.

E qua sopra, eccezionale, la parte del musical con il balletto degli spazzacamini nota in Italia come Tutti insiem! (Step in Time) composto dai fratelli Sherman con nell’orecchio canzone popolare inglese Knees Up, Mother Brown! (Su le ginocchia, mamma Brown!).

Con tutta probabilità, insieme a classici come delle commedie di Hollywood e di Broadway con Gene Kelly, Fred Astaire e Ginger Rogers, questa degli spazzacamini è una delle sequenze più vivaci e memorabili del cinema musicale statunitense.

Sopra, qualcosa di abbastanza strambo, una incredibile interpretazione di Rosie O’Donnell che non sa danzare e a malapena riesce a cantare. Nondimeno, questa sua versione degli spazzacamini marypoppinsiani ha qualcosa di interessante. La presenza di Van Dyke anche qua? Quantomeno.

Infine, per gradire, ecco anche un fuori onda dal film del 1964, quando Julie Andrews e il solito Dick provavano la registrazione di Chim Chim Cher-ee.

.

.

.