Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

BUON 2018 DA COCCO BILL

Melog Cocco Bill

Finalmente sono in grado di ascoltare, l’ultimo giorno dell’anno, la trasmissione Melog che andò in onda svariatissimi mesi fa su Radio 24, dedicata ai 60 anni di Cocco Bill, quasi altrettantissimi mesi prima di iniziare la cura della collana dedicata al grande pistolero dalle sputafuoco nervose.
Del quale suggerisco l’acquisto (se riuscite a trovarli) degli ultimi volumi usciti, quelli in cui sono presenti Pippo, Pertica e Palla, e persino la Signora Carlomagno, Cip, Gallina e financo Zagar.

Ecco il link:

http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/melog/anni-cocco-bill-151158-gSLAC6RgGC

Intervengono, recita la scheda, con Gianluca Nicoletti, Silvia Jacovitti, Cinzia Leone, graphic novelist, Luca Raffaelli, studioso di storia del fumetto italiano e Luca Boschi, fumettista e saggista, biografo di Jacovitti.

Vittorioso

Lo ascolto ora per la prima volta perché quando Nicoletti mi telefonò ero in treno, stavo andando a ricevere la targa come bibliotecario ad honorem dalla Biblioteca delle Nuvole (ma non sapevo che stavo andando a fare questo, in realtà andavo a tenere una conferenziella).

26112206_1601161373298505_8306090068536503871_n

Sento che la trasmissione era/è molto divertente, Silvia è simpaticissima. All’epoca era impossibile ascoltarla per il rumore terribile delle rotaie, sino a quando la linea è caduta inesorabilmente e… tanti saluti.

5cee082da2620a05744d9c0f12a62fdc

Poi ho avuto altre cose in ballo nella cabeza e finalmente stiamo entrando nell’anno che chiude il primo (trascorso) mezzo secolo che ci separa dal Sessantotto, del quale possiamo rintracciare, nel 2018, impegnando una insolita, certosina meticolosità, qualche vaga maceria, talmente inzaccherata e putrefatta che si fatica parecchio e poi parecchio a riconoscerne la provenienza.

corriere-dei-piccoli69-049

RETTIFICO:
Del 1968 è rimasto qualcosa: i sopravvissuti del programma L’anno che verrà, in onda da Maratea la notte di questo San Silvestro 2017, trasmesso da Rai Uno.
Rinunciare al presente per rifugiarci in un trapassato remoto che era trash già mezzo secolo fa è il paradigma dolente di quanto ci aspetta in un 2018 che si prospetta profondamente reazionario.

romina-al-bano-amadeus