Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

MOLTE STRISCE A FUMETTI ALLA MOSTRA MERCATO DI REGGIO EMILIA (sabato 28)

Bonfa & Casty

Alle soglie di giugno, mostriamo un po’ di ondeggianti spighe, per alternarle a quelle di altri mesi, in possesso di una differente seconda consonante.
Ci serviamo (noi) di un cartoon d’epoca meravigliosamente animato e colorato dedicato a Catia, distribuito stranamente a dicembre (!), nel 1941 dalla rutilante Metro-Goldwyn Mayer. Non ci sono credits, ma la direzione è del grande Hugh Harman, che l'ha anche prodotto insieme al povero (di spirito) Fred Quimby. La musica è ovviamente diretta da Scott Bradley, stavolta insieme a Baron Keyes Le animazioni sono di Ray Abrams, Leonard Sebring, Paul Sommer, Irven Spence e Don Williams.

field-mouse-herman-model-sheet

.

field-mouse-Grandpa-model-sheet-2

Ed ecco l’annunciato contenuto sulla mostra reggemiliana, che comprenderà anche una mostra dedicata proprio al
dinamico duo citato anche nell’immagine sopra e in quella sotto, gli autori che hanno dato vita alla storia Tutto questo accadrà ieri, con protagonista un Topolino sdoppiato fra passato e presente, le cui tavole originali al completo saranno esposte per l’occasione, grazie alla collaborazione con The Walt Disney Company Italia.

Gli autori terranno alcune sessioni di autografi su una stampa a tiratura limitata prodotta per l’occasione. A latere, anche il banco dei mattoni a fumetti, iniziativa benefica originariamente pensata per la ricostruzione del dopo terremoto in Emilia, che consiste in
una serie di mattoni dipinti da fumettisti e illustratori, con incasso devoluto alla Casa di Fausta, casa di accoglienza per bambini ricoverati al Dipartimento Materno Infantile del Policlinico di Modena.

Attenzione! Domani sera, anteprima Casty – Bonfatti a Fiorano Modenese! GRUMBLE!

OK BONFACASTY

Per fare un po’ di ripasso, Reggio (ma NON quella della Calabria) è sede, da quasi 30 anni, della più grande mostra d’Italia del fumetto da collezione, un momento d’incontro (ormai raro, se non quasi unico) di domanda e offerta di piccoli tesori, preziosi per ognuno in modo diverso.

La 56a edizione della Mostra Mercato del Fumetto di Reggio Emilia si terrà il prossimo sabato, in giornata unica, dalle ore 9 alle ore 18.
Organizzata come di consueto dall’Anafi (Associazione Nazionale Amici del Fumetto e dell’Illustrazione) e dall’Arci di Reggio Emilia presso il Padiglione B della Fiera di Reggio Emilia Pullman diretto a Mancasale, ricodate questa parola magica), in via Filangieri 15, la mostra reggiana è nota per essere il paradiso per tutti coloro che amano, leggono e scambiano il fumetto da collezione, il cosiddetto “fumetto antiquario”.

Qui si possono trovare albi, volumi, riviste, testate che non si trovano da nessuna altra parte, grazie alla compresenza di oltre 120 fra espositori e collezionisti privati, con numerose case editrici amatoriali che stampano, o ristampano, le avventure degli eroi popolari negli anni ’40, ’50 e ’60, anche se non mancano, naturalmente, gli eroi di carta più recenti. Da Tex a Zagor, da Capitan Miki a Blek Macigno, da Alan Ford a Diabolik, da Martin Mystére a Dylan Dog, ogni appassionato potrà certamente scovare le avventure dei propri eroi preferiti. Ma fra gli oltre 400 stand allestiti non mancheranno il fenomeno degli ultimi anni, ovvero il graphic novel (termine americano che potremmo tradurre come romanzo a fumetti), le case editrici di nicchia che editano o rieditano il fumetto franco-belga (come ReNoir, Nona Arte, Cosmo, 001/Nova Express…) e beninteso si troveranno anche i supereroi made in USA, le action figures e ancora gli album di figurine dei calciatori, i manifesti cinematografici, le cartoline…

Un vero universo di carta. Eh, sì, perché anche se nel nostro mondo globalizzato impazzano smartphone, kindle e tablet, e pertanto anche l’editoria dei fumetti cerca di corrispondervi mutuando versioni elettroniche e virtuali delle storie più recenti, il vero appassionato di fumetti resta sempre affezionato al supporto cartaceo, da ricercare, toccare, annusare, coccolare e poi conservare fra le cose più preziose.

Un po’ di informazioni in più in merito sono presentate in questo precedente post (questa volta abbiamo fatto una cosa così, un saltello fra un articoletto e l’altro, per sgranchirci le gambe).

Ora, i temi si intrecciano; Craig Yoe presenta così, con sfoggio di punti esclamativi, il libro di cui abbiamo parlato due post fa.

What’s cooler than comics about cartoonist?
NOTHING! This is mind-blowing, full-color hardback book collects rare comics about real and fictional cartoonists – created by the greatest cartoonists in the world!
Read comics about cartoonists by the top illustrators and creators in the field: Jack Kirby, Steve Ditko, Jack Cole, Dick Briefer, Winsor McCay, Chester Gould, Sheldon Mayer, Milton Caniff, Ernie Bushmiller, Basil Wolverton, Siegel and Shuster, Will Eisner, Elzie C. Segar, and Harvey Kurtzman!

Mica i primi fessacchioni che passano da Palazzo Chigi (per dire).

Plus, more by Charles Schulz, George Herriman, and a 1940s comic about Walt Disney! It’s a veritable “Who’s Who” of great cartoonists, drawing superhero, horror, funny animal, funny people, war and romance comics… about cartoonists!

YOE-CAC-back-cover-771x1024

Yoe01_Yoe
Goldberg

Ancora di fumettisti americani si tratta, nelle illustrazioni eccezionali che seguono (e in quella sopra, di Rube Goldberg), ma non sono tratte da cotesto volume esse sono.

Vale comunque la pena di mostrarle.

<img class="asset asset-image at-xid-6a00d8341c684553ef017ee89e54b6970d image-full" alt="11" title="11" src="/wp-content/uploads/sites/14/imported/6a00d8341c684553ef017ee89e54b6970d-500wi.jpg" border="0"
Questa è la Piccola Betta, disegnata da Darrell McClure. La bella illustrazione è tratta da un libricino del 1962, edito in occasione del sedicesimo anniversario dell’associazione statunitense dei fumettisti, creata podo dopo la Seconda guerra mondiale.

E’ quasi incredibile che all’epoca vivevssero ancora, e fossero operativi, i grandi fumettisti dei decenni precedenti, quelli che hanno fordato il media, sostanzialmente, e che nel breve periodo avrebbero ceduto il posto a eredi non sempre degni.

09
Così, il Principe Valiant ammira la stravagante scultura di Goldberg, award della National Cartoonists Society.
Il disegno è dell’originale Hal Foster (mica del primo fessacchione eccetera…).

Mutt e Jeff

Invece, almeno una generazione di creators di Mutt & Jeff, forse il primo vero fumetto che possa considerarsi tale. Ma Fisher ha già ceduto il testimone a Al Smith.

Yoe14_JCampbellCory

Biglietto intero 8 euro, ridotto 6 euro, omaggio per i soci Anafi che presentano la tessera 2016 in biglietteria. Info: www.amicidelfumetto.it.