Successivo » « Precedente

PEPPA PIG ALLE PRIMARIE

Peppa Pigjpg

Dopo aver fatto, a suo tempo, la dichiarazione di voto a favore del vispo Ingroia, ora l'orrendo personaggio di Peppa Pig, orfano del Porcellum, spinge per il voto civatiano.

Sono gli stessi amichetti pubblicitari a curare la campagna promozionale (ufficiale o no?) per Civati o... si copia?

Se i risultati non saranno diversi da quelli ottenuti da Ingroia, mi sa tanto...

Il solerte Andrea Piccardo (grazie) ci segnala anche altri personaggi coinvolti nell'agone delle Primarie, come Snoopy, evidentemente contro il "Barone Rosso Massimo D'Alema" (e i suoi portamantello dell'Apparato)

Snoopy

Ed ecco Pinky and the Brain (Mignolo e Prof).

Mignolo e Prof

L'utopico Harlock aspira addirittura a una irrealizzabile segreteria civatiana.

Capitan Harlock

Poi c'è Luca Mangoni, evvabbè...

Mangonin

Commenti

civati
civoti?
sarebbe il "loro" slogan?

come mai questi testimonial dei fumetti?
pensano che gli elettori siano dei "bambini"?

...dei fumetti...
guardo meglio e noto che uno dei due topi è:
andreotti!

o non lo sanno che per il bassino negli US si sono ispirati a lui?

davvero delle belle credenziali per civati:
garantisce andreotti!

p.s.
ma poi, pagano per i diritti d'autore per l'uso dei personaggi coiunvolti?
o fanno come per il "diritto" d'affissione per i precedenti manifesti elettorali:
non pagò nessun partito, e per le multe ricevute si fecero il condono... pagando un millesimo del DOVUTO !

p.s.2
vogliono dare un giro di vite in internet con la scusa dei diritti d'autore e poi sulla "carta" li usano senza, di certo, chiedere il permesso degli AUTORI di quei personaggi?

p.s.3
e cosa significa:
le cose cambiano
cambiamole
?

che le cose che stanno (forse) cambiando
vanno cambiate
in modo che non cambino?

ma non si rendono conto che i giochi di parole sono "pericolosi"

cosa ci voleva?
le cose -devono- cambiare,
CAMBIAMOLE

mi scuso:
ho letto:
le cose cambiano
cambiamole

per poi accorgemi che era:
le cose cambiano
cambiandole

le aferesi sono subdole!!!

Io ho già investito i miei due euro.
Speriamo bene (cioè in Civati).
Ho appena visto la bella intervista di Lucia Annunziata a un giudice che parlava della trattiva che Riina fece con la Mafia (Ciancimino, Andreotti - non citato, ma era suo diretto referente). E' uno scenario terribile e il fatto che Alfano, diversamente da quanto fa ogni giorno Berlusconi, abbia appoggiato i giudici di Palermo nella lotto alla mafia è uno degli elementi che ha fatto infuriare Riina con la minaccia di nuove stragi.
Non fatemi scrivere altro, mi sembra che il quadro sia molto, molto chiaro. Mi sono stupito che sia passata tanta chiarezza da un programma della Rai.
Provate a cercare lo stesso su una rete di Berlusconi...

La cosa bella viene dagli ucraini, hanno buttato già la statua di Lenin, oggi ce l'anno fatta, a Kiev, l'hanno decapitato. Bel momento, alla faccia di Putin.

Bene, Piotr, gli ucraini sono da ammirare per la forza che hanno: fare quello che agli italiani, rintronati dai mercatini di Natale, non riesce (ma anzi, non ne hanno nessuna intenzione).

Peppa non so, ma oggi ho sentito un Pig che gridava ai vari colpi di Stato e che voleva fare un governo d'inciucio ancora più granfde, con Sel, i Grillini etc.

Che pazzo eversivo, il sole a scacchi fa saltare i nervettini, eh?

Che pessima figura, che orrido Pig.

Orrendo Peppa Pig? A mio figlio piace molto. Poi è un cartone animato "disegnato" (almeno credo), e non uno di quelli moderni, realizzati in animazione computerizzata (più raffinati ma meno poetici - opinione di un matusa, ovviamente...).

Peppa Pig non è fatto al computer e schifosamente animato digitalmente? Me ne intendo poco, ma il pochissimo che ho visto mi ha fatto senso. E' seconda solo ai Teletubbies (li ricordate? Fine anni 90).

Scusa Micia, ma occorre giudicare i cartoni per bimbi piccoli, con gli occhi di questi ultimi. Da vecchio appassionato di cinema e animazione tradizionale (scuola Disney, Warner Bros, e via classicheggiando), figurati se posso innamorarmi di Peppa Pig. Ma, con canali che trasmettono cartoni 24 ore su 24, nemmeno il genitore più disposto ad educare personalmente i figli, riesce a tenerli sempre lontani dalla TV. E se si considera che porcherie girano su quei canali (roba volgare, violenta, incomprensibile per i piccini), allora meglio Peppa.

Seppellito Berliguer, ri-sequestrato Moro e la loro lungimiranza, ora «tutto è compiuto». Nasce il «partito secondo Matteo». Quale sia questo partito, lo sappiamo bene e possiamo parafrasarlo poeticamente con il grande genovese Eugenio Montale che, nel 1923, mentre nasceva il fascismo, immaginava incosciamente l’ascesa di Renzi/Crozza negli indimenticabili versi di Ossi di seppia:

«Non domandarci la formula che mondi possa aprirti,

sì qualche storta sillaba e secca come un ramo.

Codesto solo oggi possiamo dirti,

ciò che non siamo, ciò che non vogliamo»

Questo discorsetto non è mio, volevo specificare, ma lo sposo. Cambane a festa, lancio di Curti riso.

Tatina pappafà.
Lisino pselini: è bono!
Ma….nòkko manine Veddiana….
Focchettina pebbenino
Sinù ppokki babibib (copuffi!)!
Ufffffffff
Ekki llinfizza?
Svuishettùm. MH!
Dicìto Peppa: Noooo! No, Veddiana!
Maaaah Chi tilato plàtto tatacapò?

Non è cattivo il cartone animato di per sé, ma l'imposizione che se ne fa ai bambini, con un vero bombardamento (specie su Rai Yoyo), al fine di merchandising: giocattoli, libri, gadgets ecc.

non è cattivo il cartone animato di per se, ma l'imposizione che se ne fa ai bambini con un vero bombardamento (specie su Rai Yoyo) al fine di merchandising: giocattoli, libri, gadgets ecc.

Ciao, cosa mi dite di questo, voi che amate Geppo?
Formato del fumetto: cm 19,5 per cm 14. Pagine 12 più copertina. Pagine interne: Bianconero Condizioni: MAGAZZINO. (BREVE STORIA, PRATICAMENTE INTROVABILE). (Questo fumetto è stato disegnato nell'anno 1957, prima della serie regolare di Geppo, che è uscita nelle edicole a partire dal numero 1 nell'anno 1961). TRATTASI DI FUMETTO DA CIRCUITO AMATORIALE ADATTO A CHI VUOLE ARRICCHIRE LA PROPRIA COLLEZIONE CON QUESTO FUMETTO STAMPATO TEMPO DOPO L'ORIGINALE. MAI VISTO SU EBAY. Geppo è un diavolo buono, in origine un angelo sfortunato che svenendo cadde all'inferno al momento della ribellione di Satana: tramutatosi così in diavolo, vive all'inferno dove, diversamente da tutti gli altri diavoli, cerca di soccorrere ed aiutare i dannati dei vari gironi infernali, finendo spesso a contrastare il volere del capo dell'inferno, Satana, che invece vorrebbe farne un diavolo cattivo come tutti gli altri. Geppo è innamorato della figlia di Satana, Fiammetta, a cui è segretamente fidanzato. Altri personaggi con i quali Geppo ha a che fare sono il serpente Salvatore, preposto a riportare Geppo sulla via dell'autentico diavolo, che però fallisce sempre la sua missione e ne subisce le dolorose conseguenze, e Caligola, il gatto di Satana, che rappresenta la personalità perversa dell'individuo cattivo e orientato a giocare tiri più disparati, spesso pesanti ma altre volte più goliardici, ai più deboli: Geppo è uno dei suoi bersagli preferiti. Geppo come diavolo è proprio un vero fallimento: in una storia, provò a fare delle cattive azioni usando i suoi poteri infernali, ma le tre azioni "malvagie" che apparentemente sembravano un capolavoro di cattiveria, risultarono per sua sfortuna azioni benefiche.

Scrivi un commento

I commenti per questa nota sono chiusi.