Successivo » « Precedente

FLASH GORDON DI FRANK FRAZETTA (E CON RALPH BAKSHI)

Frazetta01

La recente pubblicazione di queste foto d'epoca con Frank Frazetta e Ralph Bashi durante la lavorazione del lungometraggio animato Fire & Ice (1983) ci fa tornare in mente una cosa lasciata in sospeso.

Frank Frazetta >Fire and Ice

Naturalmente si tratta delle strisce di Flash Gordon disegnate dal grande cartoonist nel ruolo di "negro", o di ghost che dir si voglia.

Frazetta2

Le riproduzioni non sono eccelse, ma vale la pena di gettarvi(ci) un occhio.

Tomaso Turchi e Nestore Del Boccio me ne hanno spedite a suo tempo delle versioni migliori, più chiare, ma coteste sono rimaste rovinosamente sepolte dalla slavina perennemente indomabile che trova gusto a scaricarsi nella mia esausta mailbox.

Frazetta4

Ede2c52d-8343-458f-abe3-a70639d7ccafIngrandendole possono forse apparire più gradevoli.

Come quasi sicuramente sono le immagini tratte da Fire and Ice, il lungometraggio diretto da Bakshi con i disegni di Frazetta, un po' rovinati dall'appiettimento inevitabile richiesto dai film animati negli anni Settanta, quando il lungometraggio vide la luce. Una resa tridimensionale computergenerated era impensabile all'epoca.

E forse è stato quasi un bene, ipotizzando quale orrore avrebbe potuto nascere dal connubio Frazetta-3D.

A destra, la copertina della rivista specializzata Funnyworld, ideata e diretta da Mike Barrier, che un eone e mezzo fa annunciava il concepimento della pellicola.

Dai titoli sutto il riquadro si capisce anche quali altri temi trattava, spesso per la prima volta, quella leggendaria pubblicazione.

Il film sarebbe uscito nel 1983.

Riuscirete a vederlo, agendo sotto, prima che a qualcuno punga vaghezza di sabotarlo?

La descrizione in breve:

In this animated tale, a tiny village is destroyed by a surging glacier, which serves as the deadly domain for the evil Ice Lord, Nekron.
The only survivor is a young warrior, Larn, who vows to avenge this act of destruction. The evil continues, however, as Nekron's palace of ice heads straight towards Fire Keep, the great fortress ruled by the good King Jarol
.

When Jarol's beautiful daughter, Teegra, is abducted by Nekron's sub-human ape-like creatures, Larn begins a daring search for her. What results is a tense battle between good and evil, surrounded by the mystical elements of the ancient past.


Ralph Bakshi

Tygra runs 52340_n

Tygra Bakshijpg

156404_600954993265080_1272450623_n

Questa Grace Helbig ce l'eravamo perduta.

Commenti

Bakshi? Tygra? Ma si!
Si vede distintamente anche il cavallone biondo
che sta per cimentarsi in una carica
di armoniosa prorompente vitalità!
Tattattata tattàaa...
Ptcù pctù ptcù...
Tattattata tattàaa....

Lo stile lineare dell'animazione di Fire & Ice non è federe alla grafica di Frazetta, questo è un limite del film.

Paolandrea ha fatto una gaffe scrivendo "federe" invece di "fedèle".

Invece, non cosa pensare di Bonuikend.

Queste strisce hanno un valore estetico, nel senso che mettono in evidenza la creatività di Frazetta, un vero artista. Le strisce presentate nel precedente post su Barry, invece, illustravano lo zero creativo dell’artigiano Dan Barry: http://lucaboschi.nova100.ilsole24ore.com/2013/04/un-libro-su-dan-barry.html

In quel post, le prime strisce di Barry per Flash Gordon, realizzate completamente da lui, dimostrano la sua incapacità di inventare dettagli fantascientifici: sono solo teste e corpi fotografati e ricalcati. La stessa carenza di fantasia che aveva dimostrato nella realizzazione di comic book fino a quel momento. La striscia molto più recente di Barry, sempre in quel vecchio post, dimostra che neanche dopo tanti anni aveva imparato a inventare (e infatti non si può imparare una cosa del genere). Si prenda l’ultima vignetta di quella striscia, dove, sullo sfondo, un groviglio di linee dovrebbe rappresentare il dettaglio di una città avveniristica. Un bambino la disegnerebbe uguale, anche se con mano meno ferma. Questo sta a significare che, diversamente da quanto sostiene il massimo studioso di Dan Barry, Alberto Becattini, negli anni cinquanta Barry non poteva aver disegnato le strisce dove, all’improvviso, compaiono quelle invenzioni che non sapeva fare.

Probabilmente le strisce venivano realizzate a “strati”: magari Barry faceva uno schizzo, più che matite vere e proprie, e dopo i disegni del ghost di turno interveniva ancora per rifinire il tutto rendendolo “barryano”. Il grosso del lavoro non lo faceva lui, di certo non quello creativo. Dan Barry avrebbe dovuto disegnare la striscia di un detective, dove non c’è niente da inventare, non quelle di un personaggio di fantascienza. Le testimonianze dei collaboratori vanno sempre prese con le molle, perché cambiano molto se questi sono morti prima o dopo del titolare (i vivi hanno sempre ragione sui morti, che non possono più contraddirli). Cambiano anche se il titolare pagava molto o poco, se era simpatico e antipatico. Ci sono poi i collaboratori millantatori e quelli fin troppo modesti.

Io proporrei di affidarci soprattutto ai nostri occhi, facendo confronti con i lavori immediatamente precedenti dello stesso autore, invece di prendere come oro colato le dichiarazioni di alcuni collaboratori. Partendo da questo tipo di analisi, risulta evidente che, per esempio, il ruolo di Alfred Andriola nelle strisce di Kerry Drake è superiore rispetto a quello dichiarato dai critici, basandosi sulle testimonianze dei collaboratori che gli sono sopravvissuti. Il discorso opposto vale per Dan Barry (almeno per gli anni cinquanta).

Abbiamo capito, Dan Barry si sta sui coglioni. Per tua fortuna é morto e non potrà più disturbare il tuo senso estetico con i suoi scarabocchi da incapace.
E bona lé.

No, lui non mi è antipatico.

Ce l'ho con i suoi adoratori italiani.

Adorassero Frazetta, per esempio.

Sauro:


Allora ce l'hai anche e soprattutto con me, perché io ho sempre adorato Dan Barry. Se parli di "zero creativo" riferendoti a lui, significa o che non lo conosci abbastanza, o che non hai osservato bene i suoi lavori.


Barry è stato forse l'ultimo dei disegnatori classici USA... Certo non aveva la forza di Raymond o Foster, ma di certo sapeva creare emozioni. Le sequenze sceneggiate da Kurtzman sono dei veri e propri capolavori, così come quelle realizzate in collaborazione con Harry Harrison. Hai mai letto, per esempio, "Il primo uomo su Marte", del 1960? Ti consiglio vivamente di farlo.


Riguardo a Frazetta... Che le sue matite per Flash Gordon siano state "rovinate" dall'inchiostrazione di Barry, non è un segreto. I due stili, purtroppo, avevano poco in comune... Ma siamo certi che un Flash Gordon quotidiano disegnato da Frazetta sarebbe stato all'altezza di quello di Barry?


Come avevo già scritto tempo fa, sto tentando di pubblicare un libro su Dan Barry. A te forse non potrà fregare di meno, ma mi consola pensare che per molti altri sarà (sarebbe?) interessante scoprire quante belle cose ha fatto questo autore, anche nei comic books.


Salutoni,
Beka

Okay, Beka, capisco il tuo punto di vista e leggerò con interesse il tuo libro.

Ma per me Barry, suo malgrado, ne ha combinate veramente troppe.

Il suo stile, come avevo detto l'altra volta, ha, per esempio, ucciso la creatività della Dc Comics fino ai primi anni sessanta. Quando la Marvel di Kirby e Ditko ha dato una salutare scossa all'ambiente.

Con gli italiani ce l'ho perché amano i disegnatori con lo stile fotografico, e portano come esempio Barry, appunto.

Tutto sarebbe stato diverso se Barry avesse disegnato Rip Kirby e Raymond continuato Gordon.

E poi non ci posso fare niente: amo le risse.

Dalla goduria delle mie vacanze, vedo che Sauro é sempre in sella! Apprezzare non significa amare. L'ammirazione che ho sempre avuto per Dan Barry, non mi ha vietato di amare Krigstein, Meskin, Kirby, Alex Nino...Del resto, amo da pazzi la lirica e il rock. Comunque, anche quando si disegnano i pupazzetti si studia il realismo dei corpi! Mi rituffo nella mia goduria!

Troverò mai, in tutta Italia, un altro anti-Barry che mi affianchi nella lotta?

Don Chisciotte, sarò il tuo Sancio Panza (pur senza panza)!

Frank Frazetta, per tutta la vita! Chi è Dan Barry? ah,ah, ah :-)

Divertentissima questa diatriba su Dan Barry anche quando i post parlano di Frazetta!
Ci sono altri temi che pensavo di trattare stasera, ma li rimando, sarebbero davvero fuori luogo e qualcuno potrebbe incazzarsi.

Scrivi un commento

I commenti per questa nota sono chiusi.