Successivo » « Precedente

ENRICO MONTESANO E L'ITALIA CHE NON FUNZIONA (aggiornamenti)

Montesano Walter Molino

Dispiace molto che anche Enrico Montesano (sopra in una caricatura d'epoca di Walter Molino per Grand'Hotel) si sia trovato in una situazione assurda (non è stato il solo; quante volte anche gli ospiti di manifestazioni fumettistiche et similia hanno subìto le stesse disfunzioni organizzative?).

Se ne sta dando notizia adesso in rete, riguardo all'infausto Magna Grecia Teatro Festival, che ha sistemato un palco a Piazza Castello a Reggio Calabria.

Ma... mi sembra che le cronache televisive eccetera non abbiano affatto sottolineato il flop di questo spettacolo.

Cos'è che è davvero successo?

La protesta di Montesano aveva un fondamento o no?

Disorganizzazione schifosa che "Felice Allegria" ha denunciato pubblicamente:

"Quando mi hanno detto di venire qui in Calabria, a Reggio, per inaugurare una rassegna teatrale, invitato dall'amico Giorgio Albertazzi sono stato felice ed ho preparato un'esibizione al meglio delle possibilità, che potesse intrattenere il pubblico ed animare la vita culturale italiana. Arrivato qui mi sono reso conto dello sbaglio".

Nel video spiega tutto, ma quelli di TzeTze hanno fatto in modo che nonsia embeddabile, anche se il codice è qui sopra (non lo vedete), perfettamente ricopiato.

Ma nulla. Non vedrete Entico in azione. comunque, ecco un po' di trascrizione del suo sfogo.

A questo link, invece, un suo ottimo sketch, dove interpreta il personaggio del gagà napoletano Dudù e dell'amico Cocò di Caprariello.

Tratto da Gran Varietà del 22 settembre 1974.


IlterrorecongliocchistortiBei tempi.

"L'evento non è stato promosso e me lo conferma anche il pubblico, giunto qui in gran parte quasi per caso. Non ho visto una locandina dello spettacolo, neanche qui vicino al palcoscenico. L'organizzazione è andata anche peggio, giunto in città vengo a sapere che ci sono altri spettacoli rilevanti nello stesso giorno e alla stessa ora, se non fosse stato per i commissari prefettizi, che mi sono venuti a prendere in automobile, temo che probabilmente sarei rimasto anche a piedi. Ho stima per questa terra, ma qui come in Italia ormai si può lodare solo lo spirito e la buona volontà di alcuni, che si ostinano ad essere onesti e fare il proprio dovere, a tirare avanti la baracca. La Calabria e l'Italia andranno a fondo se si continuerà a fare i furbi ai danni dei cosiddetti fessi, perché quando questi termineranno, i fregatori rimarranno fregati".

Commenti

Quello del poster a destra è Alighiero Noschese, con Montesano?

Qualcuno ha visto la password premendo ripetutamente il pulsante sembrava coperchio anteriore Edition e lasciare più girare la manopola troppo precoce oggi e andato a vedere yen Koto. Sono andato at 5:30 perché è abbastanza presto la mattina...
Prima di questo, che giocano all'alba? È stato un primo sospettato in poche settimane che penso Paperboy minuti avevano guardato oggi do non quotidiani a causa della pioggia ed è andato indietro solo svegliato e fattorino battitore è invece. Sì, è raccapricciante. Non Jive Ah ti quadrifoglio ㅠ ㅠ ㅠ ㅠ (qualche tempo fa è stato il fortunato tocca qualcuno sulle foglie girate cinque-foglia di trifoglio da MIME infelice? Siamo spiacenti;)

Piero, sì, è sicuramente Noschese.
Con Montesano aveva girato in coppia tre film: Io non scappo, fuggo; Io non spezzo, rompo; e questo qua, altri non me ne risultano.
Era il periodo della massima popolarità televisiva di Noschese, dopo due cicli di "Doppia Coppia" e una "Canzonissima".

Sto guardando su Rai Tre un programma reloaded di quello che fu il domenicale "Blitz" con Gianni Minà. Ci sno Troisi, il vostro amico Lello Arena, James Se3nes con il grupèpo Napoli Centrale...
Com'era bella la televisione prioma che Berlusconi venisse, col suo progetto lobbysta per abbassare il livello dell'informazione e dello spettacolo italiano.

La P" è un vero flagello, più delle cavallette. Pensare che adesso stiano al governo col PD mi fa rabbrividire.
Minà e Senese parlavano allora di Camorra nel paese di Miano.
Altri tempi.


Lo spettacolo è diventato uno schifo in buona parte e non mi stupisco se Montesano abbia avuto questo problema.
E' frutto dei tempi.

Accidenti, è arrivato anche Benigni, e parla come quando era vivo (ora è morto da tempo e Dante gli canta l'epitaffio).

I volumi di Michel Vaillant li sto ordinando in ordine cronologico, quindi il numero 5 della collana che contiene ls prima grande storia del pilota francese e cioè la grande sfida l'ho inserito in libreria come primo volume, a seguire il n.9 che ristampa la seconda storia (il pilota senza volto) e così via. Probabilmente farò la stessa cosa anche per Lucky Luke sperando che almeno le storie nello stesso volume siano consecutive. Per chi volesse inserire gli albi in ordine cronologico, c'è il bel sito dei ragazzi Jones: http://www.dimensionedelta.net/jones/lucky/luke_idx_it.html http://www.dimensionedelta.net/jones/lucky/luke_alb_it.html

Non ho davvero capito cosa sia accaduto, allora lo spettacolo l'ha fatto o no?
C'era poca gente e Montesano l'ha detto, come pure il TG.
E poi?
Appassiona questa questione o no?
Boh!
A me me pare che ve ne state a frega'!

Lia Celi ‏twitta sul secchio di merda avvitato dal Fatto in testa a Renzi: "Jerry Calá: 'Mi piace xchè rimpiango gli yuppie anni '80"...


Ma beeeeeneeee...


Lunedì 29, alle 18, presso il chiostro del Conservatorio San Giovanni (Corso Gramsci 37, Pistoia), il percussionista Gennaro Scarpato eseguirà "Sonorizzazioni", un'improvvisazione musicale ispirata dalla mostra d'arte di Paolo Beneforti, che è esposta nel chiostro da due settimane. L'ingresso è libero.

Gli strumenti del Museo delle percussioni di Luigi Tronci - attiguo al chiostro - saranno il mezzo con cui Scarpato racconterà con i suoni la sua personale interazione con le opere d'arte esposte, muovendosi tra il loggiato e il giardino che ospitano la mostra.
Gennaro Scarpato è uno dei più importanti percussionisti europei. E' stato a lungo il batterista dei concerti di Edoardo Bennato. Ha suonato con il cantautore Alberto Fortis. Ha fondato, insieme a Tannì Walter Mandelli, e Papi Moreno, il gruppo i Triad. E' il batterista della resident band nella trasmissione televisiva condotta da Ambra Angiolini “Questa sera niente MTV” in onda su MTV. E' stato batterista Percussionista per Anna Oxa. E' insegnante di Batteria e Percussioni presso Area 23 di Lucca-Scuola associata al CPM di Milano, e presso l'Istituto Mabellini di Pistoia. Ha tenuto numerosi laboratori didattici per bambini e sessioni di musicoterapia.
Dati e musica su/di Gennaro Scarpato
http://www.officinadellearti.mobi/oda/index.php?option=com_content&view=article&id=97&Itemid=93
http://www.tamburodrums.com/node/70
https://www.youtube.com/watch?v=L6169U9Lho0

Scrivi un commento

I commenti per questa nota sono chiusi.