Successivo » « Precedente

TUTTI PARLANO DI SACRO/PROFANO!

Togliersele

Rimbalzano in rete articoletti a iosa su questa deliziosa serie, creata dalla talentuosissima Mirka Andolfo sin da questa mattina, quando i Dentiblù, artefici delle edizioni omonime, nonché rinomati autori di una lunga serie di graphic novels (possiamo definirli /e così?) con suini per protagonisti hanno diramato un comunicato stampa ad hoc.

In realtà, prima di leggere anche in Italia le avventutrre dell'angelo tentatore Angelina ed del buon diavolaccio Damiano, dopo aver raccolto decine di migliaia di fan in Internet e aver visto la "cartacea luce" in Francia, usciranno anche in Italia solo a dicembre. Per le Edizioni Dentiblù, appunto.

SPcover

Sarà disponibile in libreria e fumetteria, appunto (recita il comunicato ufficiale) dal 5 dicembre 2013.

Per chi non lo conosce, Sacro/Profano è un fumetto nato a fine 2012 come webcomic: una serie meticolosamente curata che in pochi mesi ha conquistato la rete, con più di 13.000 fans su Facebook-

Tette

A maggio, la serie ha iniziato a essere pubblicata Oltralpe sulla rivista-vetrina Lanfeust Mag, sorta di house organ della Soleil Prod.

Devil

Un umorismo leggero, ironico, sexy, ma mai volgare, che racconta la folle storia d'amore tra la splendida e formosa Angelina e lo "sfigato" Damiano.

I due, opposti per definizione - una sensuale angioletta lei, un diavolaccio rachitico lui - si amano. Ma lui vorrebbe un amore decisamente più... profondo!

Angelina, infatti, intende preservarsi per arrivare pura al matrimonio: ha una verginità da proteggere. L'obiettivo di Damiano sarà, ovviamente, violare anzitempo la suddetta verginità.

Tra sensualità, forme prorompenti e situazioni equivoche, il povero diavolo riuscirà a resistere alla sua angelica tentazione?

Angelina

Un'atmosfera cartoon, grazie a gag piccantielle e buffe,sdrammatizza i goffi tentativi del povero Damiano, nate dalla matita della giovane e brillante partenopea Mirka Andolfo, celebre colorista all'opera anche in Disney, e della quale si è potuta vedere l'opera anche in occasione di Topolino n. 3000 in occasione della storia di apertura scritta da Tito Faraci e disegnata a lapis da Giorgio Cavazzano.

Rispetto alle pagine viste sul web (revisionate per l'occasione), nel volume decembrino saranno presenti tavole inedite, una breve storia introduttiva che racconta il primo incontro tra i due innamorati, e una "bollente" storia finale, che chiude idealmente il primo ciclo narrativo.

Completano l'opera una serie di tavole scritte da sceneggiatori ospiti, e omaggi da numerosi autori italiani, i cui nomi saranno svelati nei prossimi mesi.

La prefazione spetta al nostro amico, follower e contributor Fabrizio Mazzotta, doppiatore di vaglia, disegnatore e appassionato di fumetti, celebre per aver puffato le voci ad alcuni dei personaggi animati più importanti dell'immaginario collettivo (Eros in Pollon, il Puffo Tontolone, Krusty il clown ne >I Simpson).

Angelinetta

Mirka Andolfo (Napoli, 1989) è una illustratrice e colorista.

Ha collaborato (e collabora) con diversi editori in Italia, Francia e Stati Uniti.

Tra questi: Edizioni Piemme (Il cacciatore di aquiloni), BAO Publishing, Editoriale Aurea (Alice Dark), ReNoir Comics (Don Camillo, Giorgio Perlasca e Le Miciofiabe: Moira Cicoria, Vlad e l’erba stregatta), Glénat/Drugstore, Aspen, Zenescope, Image Comics e BOOM! Studios.

Dal 2011 colora albi a fumetti di Geronimo Stilton, e collabora stabilmente con la Walt Disney, colorando soprattutto storie (Dracula di Bram Topker, Moby Dick) e copertine di Topolino. Dal 2012 inizia a collaborare come cover artist con l'editore americano Aspen, e lavora anche con la francese Soleil Prod., per cui colora (Triskell) e disegna (Lilly Babysitter), e, di recente, ha esordito sulle pagine di Lanfeust Mag come autrice completa, con la sua serie Sacro/Profano (Angelina, in Francia).

Co-fondatrice dello Studio Parlapà, si occupa saltuariamente di grafica
editoriale. Quando non lavora, ama il buon cibo, leggere fumetti e... condividere foto di gatti e lupi su Facebook
.

SP07

Per ulteriori informazioni:
https://www.facebook.com/EdizioniDentiblu
https://www.facebook.com/sacroprofano.comic


Ufficio Stampa
In Media Res Comunicazione srl
www.inmediarescomunicazione.it
tel: 06 90206376

Commenti

Inutile dire che quest'Angelina la preferisco ad Angelino (Alfanfàno, il fànfano).

La smorfia della copertina della ragazza angelica mi ricorda il silicone della Santadeché.

Oh Luca, ma che bella e inaspettata sorpresa! :-)
Mirka ne sarà entusiasta, ora le mostro quest'articolo... Intanto grazie!

Un caro saluto,

D.

Io voglio complimentarmi con Mirka per il suo lavoro di colorazione su Topolino, copertine comprese, che trovo molto ben fatto. Scoprire che è una grande disegnatrice, per giunta, è una vera sorpresa.
Ora mi guardo i link suggeriti e mi complimento anche le Edizioni Dentiblù, che stanno allargando il loro parco autori.

Grazie Luca, dico davvero é stato inaspettato :) grazie anche ad Alex!

Divertente quando Damiano bestemmia "Porco Satana!"

Traguardo meritatissimo.

Aspetto il prossimo, ovviamente (la nuova Mary Blair della Disney, ad esempio ^^)

Qualcuno dovrebbe ricolorare al meglio anche delle vecchie storie di Topolino. Immagino per esempio Il doppio mistero di Macchia Nera o Tapioco Sesto con i colori di Mirka, o anche Paperinik il diabolico vendicatore.
Le storie di Bottaro e di Barks, invece, le vedo a tinte piatte, passtello.

sperando che qualcuno o...qualcuna non demonizzi i "termini" usati.
come quello della prima vignetta parlante.
chi fù che diede del maschilista a crozza per aver definito una donna bella? (o per aver pnotato le parti belle di una donna... non ricordo le esatte parole, ma erano un complimento)

Bello tutto quanto.

E' morto l'animatore inglese John Wilson.
Lo dice AFNews e anche questo sito.

http://www.cartoonbrew.com/rip/john-wilson-british-animation-legend-rip-84715.html


La sua animation career began at the Gaumont British Animation studio in the late-1940s. He moved to the United States in the early-1950s, where he worked at UPA and Disney. His sole screen credit from this period was as a layout artist on the Disney short Pigs is Pigs (1954).

Accidenti, bello!
Molto meglio di tanti manga che ci sono in circolazione. Dovremmo dare più spazio agli autori italiani che quelli giapponesi etc.
Ciao
Hera

Hera, ti cosa ne pensi di questo dibattito sulla stronzeria delle donne e il masochismo dei fumettari che si sta tenendo in quest'altra pagina?
http://lucaboschi.nova100.ilsole24ore.com/2014/01/plastic-man-ma-anche-rat-man.html?cid=6a00d8341c684553ef01a3fc0a6e3c970b#comment-6a00d8341c684553ef01a3fc0a6e3c970b

Scrivi un commento

I commenti per questa nota sono chiusi.