Successivo » « Precedente

NATALINA LUCERI, GRANDE CALLIGRAFA

Forza John


Per una volta concentriamoci sul molto piccolo, su una parte della tavola alla quale non prestiamo quasi mai l'atttenzione necessaria: l'interno dei balloons.

Image230

Un tempo, prima dell'introduzione iìrreversibile del balloonplacing con il computer di alfabeti digitalizzati, quella della calligrafia era un'arte, o quantomeno un artigianato, al quale si attribuiva una certa importanza anche nell'ambito dei fumetti.

In Italia, insieme a Enza Pecchi, a Roberto De Luca e a un pugno di altri esperti di lettering, ha svolto questa preziosa attivitò dalla fine della Seconda Guerra Mondiale anche la brava Natalina Luceri, consorte di Antonio Terenghi, il papù di Pedrito el Frito.

Albo.intrepido-v2

La signora Luceri, divenuta Terenghi, realizzava il lettering per tutte le pagine pubblicate dall'Editrice Universo. Alle strisce comiche di Arturo e Zoe (Nancy)...

Arturo

... si aggiungevano quelle realistiche di qualsivoglia personaggio, su Intrepido, Albi dell'Intrepido, Il Monello...

Albo.intrepido-v3

... E Forza John, ovvero l'albo di John Graham, personaggio nato prima come titolare di una testata autonoma a striscia e poi, dopo un paio di revisioni nel suo formmat, entrato a far parte del sommario del Monello, per un lungo periodo.

Image81

Image96

ALBI DELL'INTREPIDO152

Due giorni fa, Natalina Terenghi ci ha lasciato.
Tutti hanno ricordato una cosa che Antonio ha sempre sostenuto: che l'ispirazione per la creazione di Paquita, energica consorte di Pedrito, era lei. Anche in tarda età, una ventina di anni fa, frequentando Casa Terenghi, li ho sentiti intavolare delle vivaci quanto amorevoli schermaglie verbali, a suon di battute.

Natalina Terenghi ha anche lavorato per svariate altre case editrici, come le Edizioni Alpe e le Edizioni Dardo, senza contare il Corriere dei Piccoli.

Paquita statuetta collezione

Qui l'articolo su Araba Fenice News, che riprende un pezzo di Luigi F. Bona sulla sua pagina di Facebook.

Ad Antonio e a Rosachiara, figlia sua e di Natalina, Cartoonist Globale vuole far sentire la sua vicinanza in questo tragico momento.


Commenti

Mi unisco alle condoglianze. Anche se di Pedrito, per ragini di età conosco solo l'albo Bonelli a colori, dove credo che il lettering non fosse della signora Natalina

Ciao Luca,
ti ringrazio tantissimo, naturalmente anche a nome del papà, per quanto hai voluto fare ricordando la mia mamma.
Paquita e Pedrito saranno per sempre insieme: ed i miei genitori, dopo sessantadue anni di matrimonio, danzano ancora stretti come quando erano giovani, su una pista da ballo che ora si estende dalla terra al cielo, e viceversa.
Grazie 1000 ancora.

Ciao Monica, grazie infinite per il tuo commento e la tua partecipazione.

Mi unisco anch'io alle condoglianze per la scomparsa della signora Luceri-Tewrenghi e ne approfitto per un saluto a Chiara, figlia di una coppia di genitori così addentro al mondo del Fumetto. Da piccolo e non solo ho letto e leggo chissà quante pagine scritte da sua madre e disegnate da suo papà. E alcune le ritrovo nell'Intrepido Classic, che ho comperato anche recentemente; una iniziativa benemerita curata se non sbaglio da Gianni Milone, che interviene a volte in questo blog (è lui "Gianni Milo", evidentemente).


La lettura continua.

Molte grazie e cari saluti a Chiara e ad Antonio, con il quale non ci incontroiamo da diversi anni.

Ma, per dire, ho sotto gli occhi anche adesso un numero di "Tarzanetto" con la sua copertina: il n. 14 del febbraio 1960, dove il "fusto della Jungla", allo specchio, si fa accendere il sigaro dalla sua immagine riflessa, fra lo stupore di Panterina e Togo-Togo che osservano la scena dalla finestra.


E' sempre presente, in sostanza!


A presto,


Luca

Scrivi un commento

I commenti per questa nota sono chiusi.