Successivo » « Precedente

LA NUOVA CRISI SPIEGATA DA WILE E. COYOTE

Spirojpg

Wile-e-coyoteOggi su Twitter Gregorio Paolini cita, fra gli altri argomenti e personaggi di fantasia, come Spiro Agnew (sopra col tartarugo Churchy La Femme), anche Wile E. Coyore e il Road Runner.

(per inciso, Spiro non è un personaggio dei fumetti e basta, nella sua incarnazione umanoide fu Governor of Maryland and Vice-President of the United States under President Richard Nixon, from 1969-73. He resigned in 1973 after being charged with accepting bribes).

Dal canto suo, Marilena Nardi spiega con una metafora warnerbrosiana il paaso indietro più veloce della luce fatto nei giorni scorsi dall'ex primo ministro, il quale "già sapeva" cosa le stava per capitare, com'è apparso in tutta la sua evidenza dal video a reti unificate (le sue) che aveva irradiato giovedì sera dopo essersi fatto spalmare una dose più consistente del solito di plastilina rosa sull'epidermide.

Passo_indietro_veloce

PubblicoOggi, il Road Runner terrà una conferenza stampa per esporre la sua menz... AHEM, la sua verità sulla sentenza che lo candanna, come accadde ad Al Capone, stando all'accostamento fatto quest'oggi dal quotidiano di Luca Telese Pubblico.

Con l'occasione, frullando gli argomenti tra di loro, e anche in considerazione della sfida che si consuma attualmente Oltreoceano per la Casa Bianca, ripeschiamo i contenuti di quattro anni fa che richiamano uno scenario non troppo dissimile dall'odierno. Ci sono i candidati alla presidenza, gli animali antropomorfi e, incombente su tutto, c'è la CRISI!

"Tutto a posto, gli italiani non perderanno un euro. Certo, l'economia è debole, ma bando al panico!"

Ma anche: "Salvare le banche, oggi è un imperativo categorico!"

Abbiamo sentito queste frasi risuonare di recente dai tubi catodici, dai salotti di finta informazione, tossici non meno delle azioni dei Fratelli Lehman.


In una parola: che tutto vada benissimo per noi pantalonici italiani l'ha sentenziato ripetutatamente il governo tramite i suoi amplificatori, quegli spavantapasseri ingiacchettati che occupano gli studi televisivi spacciandosi per giornalisti ma che, come ho già scritto qualcuno, in realtà esercitano un mestiere ben più antico.
Poi, col sorriso a tre file di denti, fruga nelle nostre tasche per tamponare le perdite delle banche.

Negli Stati Uniti, nostro oggettivo modello di riferimento (piaccia o meno), tutto ciò ra già stato detto tempo fa. Come al solito, le notizie, i commenti e le chiacchiere giungono in ritardo alla periferia dell'impero, nonostante le rapide tempistiche di Internet.

Bene, l'incompetenza dell'attuale maggioranza politica americana (e anche - diciamolo - le sue balle) sono mirabilmente spiegate nel video con Wile E. Coyote dal titolo Follie federali, che mette il dito nella piaga.

Osservazioni giuste, ma video tecnicamente un po' blando?

Forse sì.

Ma non c'è molto tempo per confezionare prodotti "rileccati". In ogni caso, mi sembra interessante renderne partecipi i seguaci di questo blog, dato che tali filmati, o cartoons, non si vedono praticamente da nessun'altra parte.

Esplorando ancora le nozze profane strette Oltreoceano tra politica e animazione, troviamo un altro video, scodellato di fresco, con John McCain nel ruolo ricoperto otto anni prima della sua nascita dal famoso timoniere di Steamboat Wille.

Ispirata da princìpi simili a quello del video sopra, ma questa volta mettendo in scena la candida Alice, ecco più sotto l'esilarante McCain Girl che si aggira nella Enchanted Republican Forest.


Per par condicio ecco anche la Super Obama Girl!
Siamo sul ridicolo andante... Eppure, trovo che gli americani ci assomiglino tanto. E che tutto sommato nei loro video di propaganda ci sia una buona dose di ironia in più, rispetto a ciò che ribolle sulla nostra uggiosa e a tratti repellente scena politica.

Sotto, fotografata da Ryan McGinley, Natasha Kahn posa sulla coperina dell'album dei Bat For Lashes appena uscito.
Il loro nuovo brano, Laura, è ascoltabile clikkando sopra, grazie all'embeddamento di giornata.

Batforlashes2


I © sono dei rispettivi aventi diritto: Warner Bros., Walt Kelly Estate e così via.

Commenti

Steamboat Wullie comn McCain!?

Pazzesckqo!

Adieu!

Jordan

Salve di nuovo.
Bat for Lashes: non conoscevo questi musicisti e li apprezzo molto, Carina la cantante.

la bisbetica vagina scrive su Twitter, citando uno che oggi ha osato affermare, con perdita della faccia (la dignità non sa da decenni dove stia di casa):
"Obbligato a rimanere in campo per riformare pianeta giustizia."


Dice: Gli unici che hanno tanti problemi con la giustizia sono i delinquenti.
Ovvio.

TITOLO: I morti ritornano


SVOLGIMENTO:


Si scopron le tombe,
si levano i morti,
in specie coloro
che fecero i torti.

Veloce com Bip Bip a scappare e veloce a tornare sul luogo del delitto (alla lettera).
Perrone scrive: Il personaggio di Berlusconi farebbe impallidire anche gli sceneggiatori di Beautiful. Neanche Taylor è tornata tante volte.

Capisco Berlusconi e il suo arrampiccarsi sugli specchi: fa i suoi interessi.
Capisco tutta la sua corte che lo difendono a spada tratta: sono stati tutti creati da lui, e senza di lui sarebbero rimasti degli sconosciuti, senza di lui ritornerebbero alle origini.
Non capisco tutti quelli che con il loro voto permettono che questi individui siano venuti a galla (e che ci restino).

Non capisco nemmeno io, e da tanti e tanti anni, quelli che hanno il fegato di votare persone così manifestamente inquietanti e fuori luogo, come ha detto oggi Rosy Bindi.
Sono d'accordo con Sardus.
Chi li votasse ora sarebbe addirittura matto da legare, complice, connivente, correo, corrivo e corrusco. Sarebbero da spedire sui barconi al largo di Lampedusa e da spedire nella Libia dellex amichetto di Berlusca, buonanima, che poi è stato bombardato.


Il Gregorio Paolini di cui si parla è il creatore di "Ciro il figlio di Target"?

Con quel galantuomo di Bertolaso ha appena detto che va a fare il costruttore!
Di cosa?
Delle case per i terremotati?
No, quella vena è già stata succhiata, nessun rapace adesso avrà interesse ulteriore per ciò.
E quindi si va nei paesi del terzo mondo.
Bertolaso organizza e si...
non fatemi dire, le persone intelligenti hanno già capito. La cricca si sposta in parte,
Il mio orrore è alla massima potenza. E matera.

Davvero, è tristissimo continuare a doverci occupare di questo anzianardo arruffapopoli.

La cosa che mi fa più schifo, e che mi fa formicolare i palmi delle mani, è quando qualcuno dice: "per il bene del Paese" sapendo benissimo di MENTIRE, di imbonire i creduloni, i boccaloni!
Mi spiace infinitamente che questi furbastri abbiano piede libero, chi si loda s'imbroda diceva mio nopnno. E' un vero schifo.
Un nervosismo pazzesco mi fa venire anche quando i farabutti pontificano, quando Totò Riina o prima luciano Liggio, pontificavano dal carcere. E dicevano che avevano agito "nel bene del Paese".
Quante balle devo sentire, Oggi ho fatto il rifornimento.

Hai ragione, Paolantonio. Sto ascoltando in questo momento un discorso, in diretta, palesemente infarcito di falsità propagandistiche inaccettabili (perché hanno una base non vera ma spacciata come tale).

Gli equilibri e i contrappesi che fondano la nostra democrazia, mai appieno compiuta, e che comunque sono stati una garanzia anche negli ultimi decenni disastrati, sono considerati delle "fibbie" dal vecchio Presidente del Consiglio. Limiti anziché valvole di salvezza.
Certamente, costui ha in mente un sistema dittatoriale, come ha spesso fatto capire e nel discorso attualmente in corso precisa e sottolinea.
La sua ossessione per le tasse e l'evocazione dell'evasione fiscale, fatta da una persona appena condannata per queste ragioni, ribaditi anche quest'oggi, superano ogni lecita immaginazione.


Fuori dalla storia e dal tempo, dispiace solo che qualcuno darà considerazione a questo vaniloquio che avrebbe richiamato pomodori marci se proferito da un cittadino comune.


Come più acute considerazioni dopo questomedley di fandonie sono: il cerino resta ad Alfano, il cerone tutto a Lui.

Scrivi un commento

I commenti per questa nota sono chiusi.