Successivo » « Precedente

OGGI IL PINOCCHIO DI ENZO D'ALO' APRE A VENEZIA

GATTO E VOLPE

Il bravo Fabrizio Petrossi (sotto in una foto mentre disegna Mickey e Oswald), cartoonist e illustratore anche disneyano di grande spessore (ne sentirete presto delle belle su di lui) ci ha segnalato una produzione alla quale ha attivamente partecipato, Riguarda le Giornate degli Autori 2012 (Venezia, da oggi 30 agosto all'8 settembre) avevano promesso una sorpresa capace di imprimere un segno speciale a quest’edizione.

Parte 1, 6.4. n. 5 -Petrossi foto

Detto fatto: sarà Pinocchio diretto da Enzo d’Alò, scritto con Umberto Marino nel rispetto dei dialoghi originali di Carlo Collodi, disegnato insieme a Lorenzo Mattotti (sotto, in foto) e musicato da Lucio Dalla, il film d’apertura in programma oggi 30 agosto in Sala Darsena, subito dopo The Women’s Tales, omaggio alla creatività femminile in collaborazione con Miu Miu.

_Lorenzo_Mattotti

Vincenzo Mollica questa mattina twitta di entusiasmo, dopo aver visionato la pellicola in anteprima.
"(...) è un capolavoro,una meraviglia."
Benissimo.
Dal suo album di istantanee sottraiamo con destrezza un suo straprimissimo piano con Lucio, in memoria di quella che è stata (ed è) tutto sommato la sua ultima opera, postuma.
© Mollica per lo scatto.

Lucio Dalla Vincenzo Mollica

Verde

Pinocchio-low871“Aprire nel segno del disegno animato, con un capolavoro dell’artigianato italiano che non ha però confini e bandiera proprio come il romanzo di Collodi – dice il Delegato generale delle Giornate, Giorgio Gosetti - ci è sembrato il modo più bello per rendere omaggio a uno straordinario gruppo di artisti e per dare i colori della fantasia a un programma che abbiamo voluto giovane, coraggioso, divertente e cangiante”.

"Una virgola rossa e gialla attraversa la nube di un temporale, saetta animata nel regno dei terreni! Incontra, si scontra, ti travolge e scappa! lasciatelo correre, è... Pinocchio!”

Così Enzo d’Alò racconta il suo lavoro. “È stato il film più difficile, coinvolgente, sperimentale e delicato che abbia mai realizzato; più di trecento artisti hanno condiviso con me gioie e dolori durante oltre quattro anni, in una straordinaria atmosfera di collaborazione. Tutto questo si intravvede in ogni fotogramma di Pinocchio, nostro beniamino in fuga alla ricerca della felicità."

1b078335c4abd1e547e1f9315adf2078

Ne abbiamo parlato più volte anche in passato, anche qui in Cartoonist Globale. Tra l'altyro alla realizzazione di alcune scene hanno partecipato anche amici animatori ex allievi della Scuola Internazionale di Comics di Firenze, oggi divenuti valenti animatori. Una per tutti: Marianna Forti (un nome, una garanzia!)

Pinocchio01

PinoProdotto da Cometafilm, Iris Productions, Walking the Dog, 2D-3D Animation tra Italia, Francia, Belgio e Lussemburgo, distribuito in Italia da Lucky Red e nel mondo da Rezo Films, questo Pinocchio è il coronamento di un sogno artistico e produttivo durato cinque anni, ma ideato molto tempo fa, alla fine degli anni Novanta; ma poi stoppato in seguito alla (discutibile e discussa) versione pinocchiesca di Roberto Benigni, forse l'abisso più profondo della sua non sempre impeccabile carriera cinematografica.

L’incontro del regista de La gabbianella e il gatto con Lorenzo Mattotti, che nel 2000 aveva disegnato il manifesto del festival di Cannes, ha prodotto l'adattamento del romanzo con tanta fedeltà mixata a innovativa originalità.

Le voci di Gabriele Caprio (il piccolo attore che ha dato voce al Pinocchio) , Rocco Papaleo (Mangiafoco), Paolo Ruffini (Lucignolo), Maurizio Micheli (il Gatto), Pino Quartullo (un carabiniere) e dello stesso Lucio Dalla (il pescatore verde), una scena che ricrea un’Italia mai vista eppure riconoscibile in tutto il mondo, fanno di questo indimenticabile racconto dai mille significati un grande evento cinematografico per spettatori di ogni età, secondo le intenzioni dei realizzatori che non vorrebbero la fruizione dell'opera circoscritta a un solo pubblico di bambini (sarebbe uno smacco! Così ha da non essere!).

Tornando a Petrossi, che i lettori italiani conoscono soprattutto per le sue storie su Topolino, l suo ruolo è stato quello di svolgere una stretta collaborazione con Mattotti e D'alò per modellare i personaggi e renderli adatti all'animazione.

I disegni di Lorenzo, bellissimi, sono le creazioni di un illustratore e non potevano tener conto dei volumi necessari per le figure di un "cartone animato".
In altre parole, si é trattato di "cartoonizzare" gli schizzi e le creazioni di Mattotti e farli diventare model sheet d'animazione.

Tutto questo è avvenuto in fase di preproduzione, cioé quando si elaborano lo storyboard, vengono messi a punto ambienti e personaggi, si definiscono le scelte musicali...

"Enzo d’Alò torna sul grande schermo con tutta l’eccellenza italiana – dichiara Andrea Occhipinti che fa uscire in Italia il film con Lucky Red - : una fiaba universale amata in tutto il mondo, un regista considerato a livello europeo un talento brillante e originale, i disegni di Mattotti che fanno risplendere il paesaggio e la campagna toscana come mai è accaduto prima in un film di animazione, l’ultimo lavoro di un grandissimo cantautore, Lucio Dalla. Nel vederlo ho provato un’emozione fortissima, sono certo che conquisterà il pubblico di tutte le età.”.

Pinocchio-un-immagine-tratta-dalla-fiaba-animata-di-enzo-d-alo-e-musicata-da-lucio-dalla-247278

© Foto e immagini degli aventi diritto.

Commenti

Ho qualche perplessità sull'animazione ma non voglio fasciarmi la testa. Se sarà un buon prodotto non avrò remore a sostenerlo e a consigliarlo agli amici.

Petrossi disegna Topolino e Oswald the Rabbit? Sapevo che alla Egmont stavano producendo nuove storie col coniglio. Mi sembra un'iniziativa da tenere d'occhio. Spero che vengano pubblicate anche in Italia.
Se penso al Gatto e alla Volpe di Walt Disney e faccio i confrontoi... anche se quello di Disney fu accusato di ino essere abbastanza italiano... Ragazzi... non fatemi parlare.

Quanto a bugie, Pinocchio è secondo a va Zanicchi, l'insulsa diva di Ok, il prezzo è giusto e di Zingara, che ha firmato il famigerato e laido documento dei 173 parlamentari contrari ai matrimoni same-sex.


Un foglio che ci riporta indietro nella fogna del tempo, mento il mondo va avanti.
Peccato che la Zanicchi sia stata premiata nel 2010 con il Pegaso d’oro, destinato alle personalità che si sono distinte per le loro battaglie a favore della Comunità LGBT!

Naso lungo, naso lungo. Già se lo è rifatto più volte, ma i danni di questa forzitaliota omofoba restano!

io volevo Only God Forgives(seguito spirituale di driver) di Nicolas Winding Refn non ste merdate

Ma come, Dylan?
Non ti sembra di essere offensivo? E cosa sarebbe questa cosa di cui farfugli?

Ah, vedo su Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Nicolas_Winding_Refn

Ma questa non è animazione!
A me questi disegni piacciono molto!

E Mattotti è un genio a prescindere.

non hai visto drive vergogna!ha vinto il premio di migliore regia al festival di caness, a venezia doveva uscire Only God Forgives ma è stato rimandato a marzo

Mi dispiace di essere ignorantone. Ma comunque sono convinto che questo Pinocchio sia il miglioreche si puo' immaginare. !Un burattino di nome Pinocchio" che ho ricomprato in dvd pochi mesi fa non mi ha entusiasmato per niente, Mostra tutti i suoi anni.
Comunque, grazie per la dritta, Dylan, cercheò di trovare qualche film in dvd di questo regista che non avevo mai sentito nominare prima.

Genio é Leonardo da Vinci. Mattotti, con tutta la stima per la professione, é un disegnatore con uno stile carino. Fare UNA bella illustrazione, con un po di talento e pazienza, é alla portata di migliaia di illustratori nel mondo, é sfornare tavole su tavole ogni giorno e di buona qualità che ci vuole arte.
E con un agente come Quipos si può vendere ghiaccio agli esquimesi.

OK, fumettista artigiano. Ti ho risposto nel post seguente dandoti sostanzialmente ragione, o almeno comprendendo la tua posizione.

... non vedo l'ora di gustare questa piccola gemma, Luca!

Ciao Luca,
senza nulla togliere a chi ha lavorato e anche molto bene e che va giustamente riconosciuto, credo che quando si parla di un film di animazione (in questo caso molto complesso e difficile da realizzare) forse bisognerebbe informarsi e non citare soltanto le persone che si conoscono ma anche chi ha fatto in modo che queste persone potessero dare il meglio.
Oppure se proprio si vuole fare una cosa corretta si cita il team in generale visto che in un lungometraggio di animazione il lavoro di gruppo è fondamentale.

Ciao Luca, sono da poco tornata dal regno senza rete (ovvero casa mia) e ho visto l'articolo. Prima di tutto ti ringrazio e mi prendo l'incarico di rendere omaggio anche a tutti gli altri che hanno lavorato da Firenze:
Silvano Mezzatesta, animatore, Eva Bruschi, assistenza,Andrea Fantechi intercalazione e clean up, e con me Emanuele Carboni assistenza, Angelo Domenico Migliorisi, assistenza e intercalazione, Giulia Caruso clean up, Maria Elena Piano intercalazione. E tanti tanti altri che non conosco, di cui ho visto solo il nome nei test ma a cui devo tanto, anche se eravamo sparsi per l'Italia e l'Europa abbiamo condiviso materiali e ... Anche stanchezza come se fossimo tutti in un solo studio.
L'elenco sarebbe a dir poco lungo per cui vi chiedo....
Leggete i titoli di coda così ci vedete tutti! Thanx

E beh... A questo punto però non posso non aggiungere, quelli che sono riusciti a tenerci tutti insieme oltre a Enzo:
M.Zanoni, T. Morina, J. Armani, C.Diodà

Però è un gran casino non fare torto a nessuno, mannaggia, finisce che ora li scrivo io qui i titoli di coda...
E c'era un team a Roma, e uno in Sicilia...
E il Canada per Toonboom, grandissimi!
Peccato che non potremo mai farci un sano brindisi tutti insieme dopo l'uscita nelle sale...
Cmq brindo a tutti a distanza CHEERS!

Cara Marianna, grazie delle informazioni!
Marco (che non conosco) potrebbe essere stato uno degli esclusi dalle citazioni. Mi scuso moltissimo con lui, in effetti, come facciamo a stilare un elenco completo dei realizzatori di questa opera "monstre"?


Se può essere di "simpatico aiuto", mi impegno a reggistrare, in un post apposito di questo blog peraltro ormai seguitissimo (e di questo sono orgoglioso, grazie a tutti i followers!) un prospetto con qualifiche, ruoli e apporti di tutti coloro che a vario titolo hanno partecipato alla realizzazione della pellicola, possibilmente con nomi e cognomi...

Un saluto (fra gli altri) all'amico Silvano Mezzatesta, del quale conoscevo la partecipazione, ma mi era saltato il suo nome nell'articoletto, sicuramente non esaustivo e passibile di rettifiche e integrazioni, che farò ben volentieri quando mi direte (o lettor-collaboratori) come regolarmi.
Il testo sopra si basa sul comunicato stampa ufficiale e su testimonianze dirette mescolate fra loro.


Grazie, anche per la pazienza!


Luca

Ciao Luca,
ho letto il tuo commento e quelli di Marianna..che è una persona corretta e gentile per quello che ha scritto e con la quale è stato un enorme piacere lavorare. Hai ragione, non mi conosci...mi chiamo Marco Zanoni e sono stato con mio grande piacere il supervisore delle animazioni di Pinocchio di Enzo d'Alò. Non era mia intenzione comunque di farmi pubblicità...mi sembrava corretto nei confronti di tutti quelli che ci hanno lavorato...(e sono veramente tanti) e , per lo sforzo e il lavoro che hanno fatto, sono stati per me tutti valenti animatori. Detto questo, Luca, stai facendo un gran lavoro con il tuo blog, che è seguito tantissimo nel settore e un punto di riferimento in mezzo a tanta disinformazione, per questo mi è sembrato giusto fare la precisazione.

....mi scuso con tutti... ho fatto tardi!
Citato o meno, ringrazio di cuore Luca x il solito ottimo lavoro di approfondimento e divulgazione delle produttività del nostro mestiere, sempre più difficile e poco valutato, ringrazio anche Marco Zanoni x il supporto e i consigli, tuuutto lo staff di Enzo che ha fatto un piccolo miracolo, Marianna Forti x l'ottima professionista che ha dimostrato di essere diventata e i ragazzi del mio e del suo staff che conosco parecchio bene!.... ci vediamo al cinema!

Silvano

Grazie a Silvano (e a Marco Zanoni, che non avevo ancora ringraziato, e mi scuso per non averlo citato subito; ma Fabrizio Petrossi mi aveva parlato entusiasticamente del lavoro che hai svolto)!


Avremo modo di riparlarne, magari con più dettagli!


In bocca alla balena sarà l'augurio di circostanza!

Buonanotte,

Luca

Ho scritto due lavori particolari per una cinematografia più moderna, come faccio per dargliene una sintesi?

Scrivi un commento

I commenti per questa nota sono chiusi.