Successivo » « Precedente

ALTRE COPERTINE RARE DI WALTER FACCINI

Outlook

A proposito della "riapertura" del dibattito sull'autore indicato nel titolo, la sua vita e le sue opere, Emanuela Oliva mi invia un jpg della porzione di una pagina di Facebook del mio Fan Club, che segue insieme a Claudia Checcaglini (sotto le piccole foto che ritraggono in cucina ci sono loro, non io).

Nella pagina in questione, Marco Pugacioff accenna a questa strana ipotesi che Walter Faccini abbia disegnato il Gatto Felix in Svizzera. Una segnalazione della quale non c'è traccia altrove, francamente, e che credo (come il Pugacioff stesso paventa) sia priva di ogni fondamento.

Grazie a tutti e due, comunque!

Torniamo a noi.

Faccini da Randoli

Incredibile!

Dopo questa prima segnalazione, l'amico collezionista Umberto Randoli ci seppellisce di copertine realizzate da Walter Faccini (Walti) per l'editore Elmo. Tutti titoli apparsi intorno al 1952. Nei prossimi giorni li aggiungeremo a questo post, passata la frantumazione delle uova.

Book_CW0662_1

ARBORE E BONCOMPAGNI ALTO GRADIMENTO3In cambio, poiché Umberto aveva apprezzato il richiamo della presenza nelle pagine web della Rai di alcuni frammenti del programma Alto Gradimento, informo lui e tutti gli interessati che è possibile compiere una vera e propria maratona tra le puntate andate in onda fra il 1973 e il 1974 facendo CLICK su questa riga attiva.

“È incontrovertibile che Alto gradimento sia stato il più grande successo nella storia della radio italiana di tutti i tempi dopo quello de “I quattro moschettieri” di Nizza e Morbelli, che battezzò la radio in assenza della televisione”.

Così dichiarò l'Arbore stesso.

Alto Gradimento

Alto-gradimento_0


Commenti

Caro Luca, incredibile quante cose escono dal magico cilindro!!!
Ne corso del prossimo round sul nostro Faccini, se possibile, potresti inserirela copertina di "Attraverso l'Equatore", albo Roma n°14 , supplemento a "Il Vittorioso"n°18 del 1942, storia ristampata su "Vitt 6 Dintorni"nà18 di Novembre 2011.
Ti anticipo che invece sul prossimo V&D n° in probabile uscita a Giugno, sarà ristampatao un albo (sempre "Serie ROma") disegnato dal quasi dimenticato Franco Chiletto: "L'assedio di Lemmo", uscito nel Gennaio 1943. Non ci sarà, a supporto delle pagine disegnate la solita cronologia delle opere del Nostro, ma - a Bruno Maggi piacendo - un mio intervento storico/fantastico/critico (ahi,ahi!!).

Bellissimo, Alto Gradimento". Sembra contemporane, a parte le musiche che fanno ribrezzo.

Caro Tomaso Prospero, mi scuso con te e con gli altri visitatori per l'assenza negli ultimi giorni dalle risposte in questi corollari di commenti.


Certo, avevo pensato di inserire anche quella copertina, tratta da "Vitt & Dintorni" n. 18 del novembre 2011, del quale Antonio Cadoni mi aveva gentilmente inviato il fascicolo, che adesso, però, si trovaa Milano (dove non mi trovo io).
Ne avevo una copia in digitale che non sembra per il momento accessibile nemmeno essa.
La vita è difficile...

Grazie per il tuo nuovo lavoro su Francesco Chiletto, invece, che comparirò sul prossimo numero.
E grazie per le citazioni che di noi hai fatto. Uno degli autori di "Koma" sarò con noi a Napoli Comicon, come forse hai saputo. E se ci sarete anche tu e Nestore, come sembrava si verificasse...


Ciao per ora!

Luca

Ciao Luca,
ti dò di nuovo noia, comunque pur essendo senza fondamento era una cosa da segnalare. il sito era: http://www.his-dhs-dss.ch/textes/i/I27506.php
Tutto qui. Ritorno a vedere Diarios del miedo di Iker Jimenez e non ti disturbo più.
AriCiao Marco

Salute, paladini del Fumetto!

Marco, se l'indirizzo è questo
http://www.facebook.com/people/Manuela-Braccini/1506512252
... il server non me lo fa leggere.
Perché?
Di cosa si tratta?
Tutto quello che riguarda Pugacioff interessa a noi lettori.
Ciao! Grazie e buona Pasquetta dell'Angelo (Sterminatore).

mah, a Napoli.... chissà, tutto è possibile.
Vivo una situazione molto ingarbugliata, quindi non ho idea se potrò fare quello che mi piacerebbe fare.

Ho in casa il libro "La realta' supera la fantasia" della Elmo, uno stupidario della stampa francofona (colonie e Quebec incluse) dei primi anni '50. Non sapevo che la copertina era di Walter Faccini! Ho quindi in casa una copertina di Faccini e non lo sapevo!
Della stessa collana Elmo, come ho gia' deto e ridetto in altri post, ho anche il "Nuovo codice della strada" con el illustrazioni di Dubout. Si direbbe quindi che questa collana umoristica della Elmo prediligesse l'umorismo francofono

Ciao, Paolo!
In effetti, non tutte le copertine della Elmo erano di Faccini, quindi ti istigo (quando puoi) a controllare.
Questo post subirà appena possibile una "implementazione" con le altre immagini ritrovate del Maestro Walti.
Chissà se lì in Francia queste immagini si abbinavano anche alle versioni locali/originali dei libri umoristici della Elmo.

Ciao Luca,
anche se a salti e sbalzelli seguo l'evolversi della ricerca su mio nonno. Un saluto intanto...
La faccenda del gatto Felix si presenta senza grosse certezze, ma onestamente sarei quasi sicura che il nonno Wälti abbia collaborato con Pathé per la realizzazione di alcuni cartoni animati sul gatto Felix a Parigi, quantomeno, non che lo abbia creato lui, anche se da biografie precedenti alla mia recente ricerca, citate da qualcuno sul tuo blog, si ritorna al necrologio firmato da Therese Staffen Geber http://www.hls-dhs-dss.ch/textes/d/D27506.php in cui si menziona Wälti come creatore di Felix, ma Parigi, non in Svizzera.
Nel periodo susseguente il suo internamento in Svizzera, nei primi anni 40, (scappa con l'armistizio del 43), Wälti riprende subito le attivitá di grafico, cosa lo tira fuori dall'internamento di un anno e mezzo.
Wälti ottiene un contratto con la Central Film di Zurigo con cui collabora per un periodo fin quando la Central Film dovrebbe avere un momento di impasse e forse chiude (credo per poi riaprire in seguito. Ottiene il permesso di soggiorno grazie a questo contratto anche se poi, chiudendo la Central Film, finisce a lavorare in proprio con un prestanome che si chiama Shmit (lui non puó mettere il proprio nome per via dei permessi di soggiorno) e con lui c'é un altro disegnatore.
Lui lavora, l'altro incassa e il terzo firma... Ovviamente non é contento che vada cosí ma non puó fare diversamente
parla di lavori di grafica disegni e "qualche cartone animato, se ne dovessero capitare"
Calcoliamo che Wälti é un immigrato non regolarizzato in quel contesto e che lascia il nome italiano di Walter Faccini per dare meno nell'occhio) e potrebbero esserci evidentemente collegamenti con Central Film e Pathé... anche se nella biografia il periodo sinceramente in cui questa collaborazione sembrerebbe avvenuta sembra sia precedente, questo mi sembra l'unico possibile collegamento... L'unica altra possibilitá potrebbe essere rintracciare chi ha fatto il necrologio (dal Nebelspalter su cui ha collaborato per molti anni quasi fino alla sua fine) e capire da quale fonte la Geber abbia preso la notizia. Io sono un po' ferma con le ricerche. da Aprile ho passato momenti di fuoco, o di ghiaccio, e dunque ho fatto tutt'altro, ma sono pronta a riprendere l'impresa appena possibile. Purtroppo non tutto il materiale che sto raccogliendo puó essere pubblicato per motivazioni varie, soprattutto perché va verificato, come questa notizia della Pathé, e anche per problematiche varie. Dunque... ci vuole ancora un po' di pazienza. Siccome peró ho intenzione di creare un sito/blog su cui tutte queste informazioni possano essere raccolte, benvengano coloro che mandano novitá: possono spedire a [email protected] Comunque sappi che seguo di quando in quando l'evolversi della situazione. L'ideale sarebbe che dopo che Paolo Telloli di Ink ha confermato l'esistenza del giornale il Tifone, a seguito di ricerche da me suggerite, se ne rintracciassero dei numeri con le sue pubblicazioni. Walter Faccini pubblicava per il Marc'Aurelio e tutti gli altri giornaletti del tempo, ed era uno dei maggiori disegnatori dell'epoca (parlo degli anni 30) con pubblicazioni autonome e fumetti su Topolino, ma sul Marc'Aurelio scriveva anche novelle (non solo fumetti) ... a presto!

Scrivi un commento

I commenti per questa nota sono chiusi.