Successivo » « Precedente

REGALI DI NATALE DISEGNATI


Tacchinano

Il grande Manlio Truscia, che lo staff(etto) di Cartoonist Globale ringrazia con l'inchino, augura buone feste a chi accetta l'auspicio con questo inedito "tacchinano", che già oggi, pare, due ex alleati e un blando oppositore, il "trio dei bellocci" (detto da chi ha il gran fegato di considerarli tali) hanno cominciato a rosolare allo spiedo.

L'opera è firmata Remolo (ricordate?).

Per chi desidera farsi un'idea per tempo circa quel che potrebbe regalare a Natale, di fumettistico, ai suoi cari, oltre al volumone su Jacovitti scritto da un quartetto abbastanza conosciuto dai frequentatori di questo blog, può visionare il video di Booksweb nel quale Sergio Tulipano ci offre una sua selezione di tomi, da Hugo Pratt e Mino Milani (con prefazione di Sergio Bonelli) a Andrea Pazienza, passando per le storie "fuori serie" di Diabolik e uno strano Lucky Luke che ha a che fare con Daniel Pennac (per la neonata Nona Arte di Andrea Rivi).

L'immagine sotto, invece, è tratta da una strenna natalizia di fumetti classici compilata negli States da Craig Joe, si avvale dei disegni di Jack Bradbury e della sceneggiatura di Hubie Karp.
Confidiamo di parlarne appena possibile, insieme a svariati altri temi rimasti ignominiosamente orfani di copertura.

Fra questi:

IL RITORNO DI FIORDISTELLA?

IL KARAOKE DI SCOTT McCLOUD

UN CLONE PER THE PHANTOM?

LA SOLUZIONE DEL QUIZ ALLA "CINICO TV"

E molti, molti altri argomenti, pre e post-natalizi.

SantaBradbury

Commenti

Hubie Karp?
Lo sceneggiatore non si chiama *BOB* (o Robert) Karp?

Salve a tutti, ragazzi.
Non posso rispondere al quesito dio Maurizio, forse si tratta di un errore di nome, o 'sto Karp aveva due nomi, non saprei.
Mi fa piacere che in Italia si vedano di nuovo le avventure di Michel Vaillant e quelle inedite di Lucky Luke.

Sull'arrostimento del tacchinano, vorrei dire che oltre alla sfiducia annunciata, che finalmente farà cadere il governo e anche la cosiddetta (infame) riforma dell'impensabile Gelmini, c'è da aggiungere che l'ambasciatore georgiano a Roma ha detto che il governo della Georgia ritiene che Vladimir "Putin abbia promesso a Berlusconi una percentuale dei profitti dai gasdotti sviluppati da Gazprom in collaborazione con Eni", lo afferma Spogli.

Chiaro?


L'avevo sempre sospettato (che ci fossero degli affari privati in ballo, pagati in nero per non far giungere in Italia i soldi delle tasse e quindi privare l'Italia di alcune risorse pubbliche, come accade quando imprenditori di grande rilievo creano società off-shore e di fatto rubano all'Italia i soldi che servirebbero per sanità, scuola etc.).
Fanno benissimo Fini, Casini e Rutelli a sfiduciare Berlusconi e la sua banda.


Meno male che ci siamo.

Se guardate bene nella tavola in basso c'è scritto "H.R.Karp", e quindi Hubie Robert Karp.

Ciao, ehm...
Grazie, Daniele. Vedo, avevo già visto in realtà, mentre scrivevi stavo navigando un po'. Allora non è "un altro Karp" e lui stesso usava altri nomi?


Lo ritrovo con doppia iniziale anche qui:

http://lucaboschi.nova100.ilsole24ore.com/2010/01/cani-e-orchi-in-pandemonia-di-hubie-karp-e-allan-hubbard-1.html

Ma altrove è chiamato *Lynn* Karp!

Lo leggo qui, devo dire che sto andando di corsa:

http://lucaboschi.nova100.ilsole24ore.com/2009/08/lyn-karp-una-preview-sottogamba.html

Ho trovato questo commento di Monica Murgia e credo che possa essere di aiuto per chi segue il dibattito su cosa succede in questio incredibili giorni di fine berlusconismo.
.


"Ieri ho assistito a una strepitosa puntata di Exit. La Ministr..za Meloni, alla domanda su come avesse votato sulla proposta di togliere 20 milioni ai rimborsi elettorali, che ammontano a circa 1 miliardo, per sovvenzionare borse di studio, ha risposto che ha votato NO perchè era tutta demagogia e i soldi ai partiti servono per riavvicinare i giovani alla politica.


Quando é stato mostrato che i rimborsi sono 5 volte le spese sostenute dai partiti e che, grazie a una legge del 2006, i partiti prendono i rimborsi per tutti e 5 gli anni anche se la legislatura finisce prima, non ha più saputo cosa ribattere e dove guardare.

(!!!!!!!!)


Davanti agli studenti ha dovuto ammettere di non essere laureata, e alla battuta di uno studente che in un cartello scriveva che per fare i ministri non è necessaria la laurea, ma per fare il precario si, ha provato a impietosire la platea dicendo di avere smesso di studiare per lavorare, per scoprire che diversi tra i presenti erano studenti lavoratori.


(!!!!!!! Verguenza!!!!)

Ci si è messo anche il buon Sallusti che non solo ha negato le difficoltà nel trovare lavoro in Italia, ma nella sua BIIIIIIP! (il BIPPAGGIO è mio) ha detto che se un 37 enne sta ancora a casa è perchè ci sta bene perchè una famiglia con due precari arriverebbe a prendere 2.600 euro al mese, pertanto potrebbe, se ne avesse voglia, comprare casa.

Stronzatissime, una dopo l'altra!!!!

A questo punto bisognerebbe informarsi su che cosa consuma per avere visioni di questo tipo.


Ma il clou della puntata è stato un filmato di Berlusconi a un convegno dei giovani del Pdl dove, a parte le solite pagliacciate, a domanda seria di una ragazza che chiedeva come avrebbe risolto il problema della disoccupazione, ha risposto che praticamente dovevano iniziare a cavarsela da soli, e il grande suggerimento è stato quello di andare a lavorare all'estero."

(!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Tradimento e stravergiuenza)

Da Wikipedia:
BOB KARP
Robert Louis Karp (1911 – 1975) was an American comics writer. He began working for the Walt Disney Company in the 1930s, and from 1938 to 1974, he wrote the scripts for the daily Donald Duck newspaper strips. These were illustrated by Al Taliaferro and by Frank Grundeen after Taliaferro's death in 1969.
Bob Karp's brothers, Hubie and Lynn, were in the comics field as well. From 1946 to 1950, Bob (writer) and Lynn (illustrator) did the newspaper strip "The Middles" together."

Tre persone distinte, Robert, Hubie e Lynn. Non si parla di doppi nomi. Si può ipotizzare [dedurre] che il fumetto suddetto è stato scritto a 4 mani dai due fratelli.

Ragazzi, io opto per due persone diverse: uno è BOB Karp, l'altro è HUBERT Karp, che ha anche un secondo nome con il quale si firma e che comincia per "R". Per esempio potrebbe essere "Richard". O "Ron".
Ho visto "Cani e orchi in Pandemonia" e anche lì è quello il modo con cui si firma.

Non ci sono degli esperti che risolvono l'enigma? Cercare con Wikipedia come ha fatto Daniele sembra inutile.

mi permetto a proposito di regali natalizi di segnalare l'asta benefica e la mostra a Bologna di vignette "Taxi & Umorismo"

http://fany-blog.blogspot.com/2010/12/bologna-taxi-umorismo.html

con la partecipazione di 62 artisti e la presentazione di Francesco Guccini

ciao Luca ;-)

Un regalo di Natale ben accolto sarebbe la caduta del Governo e quindi la caduta dell'infame Decreto Gelmini.

Voglio vedere come la maestrina che si compera la laurea (sostanzialmente è così) potrà dire che il movimento è strumentalizzato dai centri sociali.
Io che sono moderato sono contento che adesso anche migliaia di studenti del movimento di destra sfilino per le strade del centro della capitale contro la riforma Gelmini.


Accade oggi. Questa vada pure a casa, ha proprio cannato tutto.

Lo dice anche la stampa on line: alla manifestazione prendono parte gli alunni dei licei Alberti, Pacinotti, Nomentano, Farnesina, Astarita e una delegazione di alcune decine di ragazzi del Convitto nazionale

Oltre un migliaio di studenti delle superiori del movimento di destra del Blocco studentesco stanno manifestando a Roma in un corteo non autorizzato "contro i tagli all'istruzione pubblica e i finanziamenti alle scuole private previsti dal ddl Gelmini".

I liceali, diretti a piazza Navona, davanti al Senato, hanno concordato con le forze dell'ordine un percorso per attraversare via San Marco e Largo Argentina.

I manifestanti sono partiti questa mattina da tre diversi punti della città, dai quartieri dell'Eur, Ponte Milvio e Talenti, bloccando il traffico. Dietro lo striscione "Studenti uniti contro tagli e privatizzazioni" sfilano gli studenti dei licei Alberti, Pacinotti, Nomentano, Farnesina, Astarita e altri. Al corteo partecipa anche una delegazione di alcune decine di ragazzi del Convitto nazionale, l'istituto che ha cominciato la mobilitazione già ieri.


"Andiamo a protestare davanti al Senato perché è li che il ddl è arrivato" hanno gridato alcuni studenti al megafono alle centinaia di compagni delle scuole superiori di Roma e Frascati che stavano manifestando a piazza Venezia contro la riforma Gelmini.

Grazie, Fany!
La mostra sembra davvero degna di nota!

Teniamoci in contatto...

Per Daniele Tomasi, Serena Damiani e tutti gli altri, curiosi di sapere come stiano te cose sui fratelli Karp.

Nel post che andrà on line a orologeria domattina l'enigma sarà svelato da Alberto Becattini.


A tra poco!


Luca


Scrivi un commento

I commenti per questa nota sono chiusi.