Successivo » « Precedente

DOMANI "L'AUDACE BONELLI" S'INAUGURA A PALAZZO GUINIGI, A LUCCA!

AudaceBonelli-manifesto-e-cover-catalogo-580x410

L'inaugurazione avverrà alle 11 di mattina, alla presenza delle autorità locali, degli organizzatori, di molti fumettisti e addetti ai lavori. Di questo e di svariati altri argomenti parla oggi Angelo Nencetti anche in questa intervista di Gianluca Testa, nel suo blog Stunf.

Dopo lo straordinario successo della primavera scorsa a Napoli, il Museo italiano del Fumetto e dell'Immagine di Lucca (MUF) ospita a Palazzo Guinigi la grande mostra L'AUDACE BONELLI - L'avventura del fumetto italiano. L'esposizione è dedicata alla più prestigiosa casa editrice di fumetti made in Italy, la gloriosa Sergio Bonelli, ed è curata da Napoli COMICON. Al taglio del nastro sarà presente anche lo stesso Sergio Bonelli con una decina di autori della sua scuderia.

GlBonelli con cappello Il percorso espositivo ripropone la mostra napoletana in una versione aggiornata alle ultime novità editoriali e non solo, presentando anche pubblicazioni d'epoca, a partire da quella che presta il nome al titolo dell'iniziativa, L'Audace, curata da Gianluigi Bonelli (a destra in foto), "papà letterario" di Tex e di una miriade di altri personaggi..

Si articola in più di 150 tavole originali dei maggiori artisti che hanno lavorato e lavorano per la Bonelli, in una collettiva che prevede opere di decine di disegnatori.

La mostra, a Palazzo Guinigi dal 1° ottobre al 31 dicembre, si articola in alcune sezioni tematiche, incentrate in particolare sulla storia e i primordi della Casa editrice, sui grandi personaggi, sulle firme prestigiose, italiane ed estere, sui progetti attuali e le prospettive future.


A partire da gennaio 2011, poi, fino ad aprile, la mostra andrà a Brindisi, nella prestigiosa location di Bastione San Giacomo.

Napoli COMICON ha sempre collaborato con la storica Casa milanese, quindi era giunto il momento di omaggiare la Sergio Bonelli Editore con una grande esposizione a 360 gradi per fare il punto su un fenomeno editoriale unico nel mondo della Nona Arte mondiale.


Bonelli firma a Napoli

La mostra vede in questa seconda edizione la partecipazione attiva del Museo italiano del Fumetto e dell'immagine grazie all'impegno fattivo del suo direttore Angelo Nencetti, tra i più attivi organizzatori di eventi sul Fumetto nel nostro Paese (si veda anche l'imminente attività editoriale in collaborazione con Il Giornalino e con altri soggetti editoriali che riguarda una prestigiosa collana dedicata a Sergio Toppi e un'altra, prevista per il 2011, dedicata alle tappe salienti della Storia d'Italia... ma di questo parleremo quanto prima), e dell'Assessorato Musei e Biblioteche del Comune di Lucca, il cui ruolo è ricoperto dalla Dott.ssa Daniela Buonriposi.

Nella rassegna si dà largo spazio ad alcuni dei personaggi e delle saghe più note tra gli appassionati, e non solo, della Letteratura Disegnata, che hanno attraversato decenni di storia italiana, mantenendo inalterata la qualità: innanzitutto Tex (e i vari omaggi a lui rivolti o numeri speciali, fra cui i celebri "Texoni"), naturalmente, e Dylan Dog, oltre a Zagor, Mister No, Martin Mystère, Julia, Magico Vento, Napoleone, Dampyr, Brendon, Nathan Never, Comandante Mark, Piccolo Ranger, fino ai recenti Brad Barron, Volto Nascosto, Caravan, Greystorm, Cassidy.

Audace-1

Per questa seconda edizione la mostra è arricchita e integrata grazie a nuove sezioni e alla presenza di un'anteprima del Tex n. 600, in edicola proprio ad ottobre, del nuovo Albo Speciale (Texone), disegnato da Carlos Gomez, di altre anteprime di storie e personaggi in corso di realizzazione.

È fondamentale rimarcare la peculiarità tutta italiana dell’ormai paradigmatico albo popolare bonelliano, un caso che non ha raffronti al mondo e che vede serie “aperte”, con cadenza quasi sempre mensile, affidate a valenti sceneggiatori, e a un’enorme fucina di talenti e a molte affermate matite, nella maggior parte di autori italiani.

Gli albi sono rigorosamente in bianco e nero, tranne alcuni numeri dichiaratamente “speciali”. Una vera industria del fumetto, insomma, che ha anche il paradosso di essere gestita in maniera “familiare”, mantenendo un’umanità e un’umiltà che si ritrova, ad esempio, nello scarso sfruttamento commerciale del proprio prodotto, per volontà di Sergio Bonelli in persona e dei suoi fidati collaboratori.

Bonelli Rosa Russo


Particolarmente curato è l’apparato informativo della mostra, sia nel ripercorrere l'aspetto storico, che per la descrizione bio-bibliografica.

Larga parte è poi dedicata agli albi e alle pubblicazioni, italiane ed estere, con un intenso lavoro di ricerca tra storici e collezionisti. Il tutto incastonato nella evocativa cornice scenografica dello storico Palazzo Guinigi. La presenza di molti dei disegnatori e dei protagonisti, a partire dallo stesso Sergio Bonelli, catalizza l’attenzione nei tre mesi della mostra.

A corredo dell'eposizione, poi, un libro di 240 pagine realizzato grazie ai contributi inediti dei massimi studiosi e specialisti dell'universo bonelliano. Un'occasione da non perdere per approfondire il mondo fantastico della Casa editrice milanese, irrinunciabile risorsa e perno dell'industria dell'immaginario del nostro Paese.

La mostra è a ingresso gratuito e rispetta i seguenti orari: da venerdì a domenica dalle 10:00 alle 18:00.

In occasione della fiera di Lucca Comics & Games (29 ottobre - 1 novembre), la mostra è aperta anche Lunedì 1° novembre, sempre in orario 10:00-18:00.

PALAZZO GUINIGI - via Guinigi 21, 55100 LUCCA

Per INFO:

Museo italiano del Fumetto e dell'Immagine di Lucca
Tel: +39 0583 56326
segreteria@museonazionaledelfumetto.it
www.museoitalianodelfumetto.it

Napoli COMICON
Tel: +39 081 4238127
Antonio Iannottaantonio@comicon.it
www.comicon.it

Im-1270034059

Tra le immagini, qualche momento della tappa napoletana dell'iniziativa: Sergio Bonelli mentre firma autografi per i fans (sulla destra si intravede il critico Alessandro Di Nocera), all'inaugurazione della mostra con il Sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino (alle loro spalle Giovanni Ticci), e un'istantanea del convegno di studi con Sergio Bonelli insieme ad alcuni fra gli esperti del settore presenti: Moreno Burattini, Matteo Stefanelli, Gino Frezza e Sergio Brancato.

Bonelli Lucca

LINK CORRELATI:

L'AUDACE BONELLI: TEX E GLI ALTRI IN MOSTRA A NAPOLI

SU "L'AUDACE BONELLI" J. WELLINGTON WIMPY SI CHIAMA "GIGIONE"

FENOMENOLOGIA DI BONELLI (AL PAN DI NAPOLI)

GIARDINO GIANLUIGI BONELLI: L'INAUGURAZIONE!

TEX IN DIRETTA

SERGIO BONELLI, GINO GAVIOLI, SERGIO TOPPI E PEROGATT, DA CARTOOMICS

MISTER NO E IL RE DEL SERTÃO

JOE ZATTERE, FOTOGRAFO DELLE NUVOLE

Commenti

Non me la perdo! Complimenti, rispetto alle proposte che di solito si vedono da quelle parti in questo periodo sembra davvero una cosa grossa.

In contemporanea, c'è oggi anche l'importante rassegna di Cartoonia, pardod, di RAPALOONIA, a Rapallo, con cena galattica, questa sera, da U Giancu.
Davide Caci, amico di questo blog (e di altri) sta facendo un reportage fotografico in diretta degli ospiti che stanno nella cittadina del Tigullio, con Carlo Chendi, Sergio Badino, Giancarlo Berardi e gli altri fumettisti e organizzatori.


Il reportage si trova qui, il cumulo delle foto cresce continuamente:


http://www.flickr.com/photos/23878453@N07/sets/72157625026693198/show/

Grazie, The Reporter!


In bocca al lupo e buon lavoro a Davide Caci, a Paolo Moisello e agli altri, impegnati a render conto a chi non c'è come sta andando la rassegna dei cartoonists!

Luca

Attendo con tripudio di poter ammirare questa mostra, della quale ho letto un gran bene quando si è tenuta a Napoli.
Una cosa ottima è che l'abbiate messa a ingresso gratuito, e avete anche fatto un'opera meritoria se davvero ci sarò con voi Sergio Bonelli, dato che aveva dichiarato che non sarebbe più tornato nella bolgia della mostra mercato. In questo modo salvate la Cultura del Fumetto dandole una cornice degna.

bene andrò sicuramente a visitarla, facile per me che vivo a lucca

Io invece aspetterò nei giorni della mostra mercato, così potrò "scappare" dalla folla dei games dopo aver acquistato un po' di fumetti, se li trovo, e vedere qualche mostra interessante. Questa OK e poi cos'altro ci sarà?

Ho capito bene, una mostra su Toppi?

Fatecelo sapere. So che ci sono gli incontri al Museo, se ne parla tanto (forse troppo) in rete, ma nei giorni della fiera ci saranno anche degli artisti della Bonelli a fare delle presentazioni nella zona della mostra o saranno come al solito a firmare le fotocopie (pur belle) allo stand?

Ho visitato la mostra "L'Audace Bonelli" al PAN di Napoli lo scorso 1 Maggio rimanendo pienamente soddisfatto ed estasiato dalle tavole originali, gli
albi nelle varie edizioni, la ricostruzione degli ambienti di Zagor,
Tex, Dylan Dog e Julia, i vari pannelli informativi, le foto, ecc.
Sicuramente la vedrò anche a Lucca visto che sarà ulteriormente arricchita con le nuove sezioni.
Sono particolarmente curioso di vedere le tavole del Texone disegnate da Carlos
Gomez, artista che apprezzo tanto per lo splendido lavoro che sta facendo nell'illustrare la saga di Dago.
E visto che poi la mostra si trasferirà dalle mie parti, a Brindisi, sarà l'occasione per vederla ancora, speriamo ulteriormente arricchita.
Son contento che ci sarà anche Sergio Bonelli e spero di poterlo incontrare
per poterlo ringraziare personalmente per i personaggi immortali che ha creato come sceneggiatore come Zagor e Mister No e per la sua attività di editore, quella grande fabbrica di sogni che è la Sergio Bonelli Editore.
Un caro saluto
Cesare

Bene, si dice che ci saranno anche Marco Bianchini, Giovanni Ticci, Graziano Frediani, Stefano Marzorati, Alfredo Castelli, Stefano Casini, Moreno Burattini... Ci sarò, ma solo quando ci saranno anche questi autori, meglio se potrò vedere anche Sergio Bonelli, che aveva detto che non sarebbe tornato alla fiera, quindi immagino che ci sarà prima, all'inaugurazione...

Vi voglio anche segnalare un'niziativo fumettistica di oggi, ne ha parlato anche il TG.
«Non è un caso che in Ilaria Alpi appaia Mauro Rostagno e che in Mauro Rostagno apparirà Peppino Impastato. Alla fine queste storie sono intrecciate e vogliono comporsi come una trilogia. La storia di Rostagno chiude molte delle esperienze attraversate anche da Peppino e Ilaria. La sua vita attraversa 40 anni di storia d’Italia, di cui lui ha vissuto i più importanti momenti: dal ’68 a Lotta Continua, dai centri sociali ai movimenti, dalle comunità di recupero per tossicodipendenti alla lotta antimafia. È una figura molto rappresentativa di quello che viveva l’Italia di quei decenni».

Lo sceneggiatore Marco Rizzo è stato intervistato dal mensile Narcomafie sulla vita a fumetti di Mauro Rostagno, a cui sta lavorando con Nico Blunda e Giuseppe Lo Bocchiaro per le edizioni BeccoGiallo.

"S.P.Q.R.: Sono Padre di Questo Rimbambito".
Grande, questa battuta di Crozza!
Solo una battutina, senatur! Che c'è di male?


Bene, anch'io, come Cesare, andrò a vedere questa mostra a Brindisi quando arriverà. Incrocio le dita!

Guardate anche qui, si parla di questa mostra su Blogosfere:
Indirizzo di Trackback per questo post:
http://mt.blogosfere.it/mt-tb.php?tb_id=252412

Scrivi un commento

I commenti per questa nota sono chiusi.